Accade in Italia # 27- Le Segnalazioni della Ripresa.

Nocturnia  riprenderà le pubblicazioni tra qualche giorno, considerate quindi questa carrellata di anticipazioni come un piccolo antipasto.
Ho detto pochi giorni e credetemi, non vedo l'ora. Questa riapertura coincide senza volerlo, con la fine di quel rapporto di lavoro  (part time ma con molti troppi spezzati ) di cui vi avevo parlato mesi fa.  Avrei ripreso comunque il blog  dato che mi mancava, parecchio come mi mancava il rapporto con tutti voi.
Forse un giorno racconterò di questa mia esperienza lavorativa ora però è troppo presto per poterne parlare, veniamo quindi al blog
Si apre una fase nuova, sinceramente mi piacerebbe tornare come in passato a proporre illustrazioni di giovani artisti a corredo di questa nuova serie di Accade in Italia, quindi se tra i miei lettori c'è qualche illustratore che avesse piacere a vedere le sue opere su Nocturnia mi contattasse pure liberamente.
Veniamo ora alle segnalazioni:

1)  "DIVERSAMENTE VIVI" DI VALERIA BARBERA.

Come promesso con questo mio ritorno intendo dare un sostegno particolare agli autori giovani ed anche ai cosidetti emergenti. Di questa seconda categoria fa certamente parte la mia amica Valeria Barbera.
Il giorno 13 settembre, è uscito Urania Collezione # 176 che, in appendice all'opera di Cordwainer Smith, "Sabbie, Tempeste e Pietre Preziose", contiene in appendice, il racconto "Diversamente Vivi" scritto proprio da Valeria Barbera. Il  racconto è una versione rivista e ampliata del racconto omonimo uscito sul quotidiano "il Cittadino" questa estate.






Biografia: Classe 1967, napoletana, Valeria Barbera ha studiato fisica e informatica, formazione che riversa nelle sue storie. Oltre al romanzo “Eroe in prova” (Delos Digital, 2015), ha pubblicato racconti in antologie fantastiche e connettiviste, ma anche in riviste quali Robot e Writers Magazine Italia. Alcuni di loro si sono distinti a livello nazionale, come “Il labirinto delle realtà”, finalista al Premio Robot per la fantascienza. È stata tra i giurati del Premio John W. Polidori e del concorso Creep Advisor. Ha inoltre collaborato con Nero Press Edizioni per l’editing di testi. Attualmente svolge lo stesso compito per Watson Edizioni, Andromeda: Rivista di Fantascienza, TrueFantasy".

Ne approfitto per fare i miei complimenti a Valeria, nel caso voleste approfondire, il volume è ancora in edicola.
Da quello che ho capito, Urania intende riprendere  con continuità la tradizione della pubblicazione di racconti di autori italiani in appendice ai vari romanzi.
Seguirò con interesse la cosa, ogni spazio in più offerto agli autori di casa nostra è indubbiamente una buona notizia

2) "THE BROKEN KEY", UN NUOVO FILM DI FANTASCIENZA.

Mi scrive anche Federica Stango a nome de L'AltroFilm, una casa di produzione con sede a Torino, per presentarmi la loro ultima produzione, un film di fantascienza con un cast internazionale in uscita nel mese di novembre.
E il sottoscritto ben volentieri ne annuncia l'uscita sulle pagine virtuali di Nocturnia:



                                                               L’ALTROFILM 
                                                                      presenta 
RUTGER HAUER MICHAEL MADSEN GERALDINE CHAPLIN CHRISTOPHER LAMBERT WILLIAM BALDWIN MARIA DE MEDEIROS KABIR BEDI FRANCO NERO 

                                                             THE BROKEN KEY 
                                       E con ANDREA COCCO DIANA DELL’ERBA 
                                                   Un film di LOUIS NERO 
                                                Al cinema dal 16 NOVEMBRE 

“Un film concepito sulla linea orizzontale delle Sette Arti Liberali, la cui pratica ascetica, secondo la fulgida interpretazione Dantesca, può portare alla trasmutazione dei Sette Peccati Capitali nelle corrispondenti Virtù Cardinali. L’intento è quello di far vivere al pubblico, come al protagonista, un percorso di purificazione spirituale dai peccati, ambientato in una visionaria Torino del futuro, dove la cultura popolare è intrisa di palpabile mistero”. Così il regista Louis Nero (Rasputin, Il mistero di Dante) presenta la sua ultima opera, THE BROKEN KEY che riunisce sul grande schermo un cast hollywoodiano del calibro di Rutger Hauer, Michael Madsen, Geraldine Chaplin, Christopher Lambert, William Baldwin, Maria De Medeiros, Kabir Bedi, Franco Nero insieme a due giovani attori italiani, Andrea Cocco e Diana Dell’erba. Il film, tra il thriller e la fantascienza, che strizza l’occhio alla cultura Cyber Punk, racconta un’emozionante avventura ambientata in un futuro indefinito, che parte dall’antichità e da un manoscritto Egizio (ancora conservato nel Museo di Torino.)

 THE BROKEN KEY, che sarà distribuito in oltre 60 paesi nel mondo, è una coproduzione internazionale tra l’italiana L’Altrofilm, la Red Rocks Entertainment (UK) e l’americana Fantastic Films International. In Italia uscirà in sala il 16 novembre. 

SINOSSI :
In un futuro non lontano, la libertà dell’essere umano è in pericolo. Il mondo è controllato dalla “Grande Z”: la Zimurgh Corporation. La “Legge Schuster” sull’eco-sostenibilità dei supporti regna sovrana. La carta è un bene raro. Stampare è reato. Sullo sfondo di questa realistica visione del domani, il ricercatore inglese Arthur J. Adams viene spinto all’avventura dal padre putativo, il professor Moonlight. La ricerca del frammento mancante di un antico papiro, protetto dalla professor Moonlight. La ricerca del frammento mancante di un antico papiro, protetto dalla misteriosa confraternita dei seguaci di Horus, viene ostacolata da indecifrabili omicidi legati ai sette peccati capitali. Arthur dovrà addentrarsi nei meandri di un’impenetrabile e misteriosa metropoli del futuro, specchio della sua anima, per ritrovare il pezzo mancante e salvare l’umanità intera.


TRAILER:


DATI TECNICI:

Sci-Fi Thriller History | 120 min | 2017

Soggetto, Sceneggiatura e Regia | Louis Nero
Paesi di Produzione | Italia, Egitto, Inghilterra
Cast | Christopher Lambert, Rutger Hauer, Geraldine Chaplin, William Baldwin, Michael Madsen, Franco Nero, Kabir Bedi, Maria De Medeiros, Marc Fiorini e Andrea Cocco, Diana Dell’Erba, Marco Deambrogio, Walter Lippa, Alex Belli, Chiara Iezzi Cohen, Yoon C. Joyce, Pia Engleberth, Ariadna Romero, Diego Casale, Linda Messerklinger, Morena Salvino, Alexandre Schuster, Riccardo Mei, Silvia Bertocchi, Beppe Rosso, Anna Cuculo, Edoardo Tarantini

Produttori | LOUIS NERO FILM, TFP, Red Rock Entertainment
Distribuzione Italiana | L’ALTROFILM (www.altrofilm.it)
Musica | Lamberto Curtoni
Editore Musicale | Warner Chappel Music Italia, Casa Musicale Sonzogno 
Direttore della fotografia | Louis Nero, Davide Borsa
Scenografo | Vincenzo Fiorito

Costumi | Agostino Porchietto
Trucco | Vanessa Ferrauto
Parrucco | Marco Todaro
Supervisore Effetti Speciali | Pierfilippo Siena
Foto di scena | Ugo Ricciardi


3) NOVITA' " INDIPENDENT LEGIONS"

Mi scrive anche il mio amico Alessandro Manzetti, per raccontarmi le ultime uscite della sua casa editrice Indipendent Legions.
Essendo stato il blog chiuso per tutti questi mesi, riprendiamo il filo dal mese di giugno:


GIUGNO 2017: JAKABOK - IL DEMONE DEL LIBRO di Clive Barker



Sinossi: Prima edizione Italiana del romanzo 'Mister B. Gone' (2007). Sei ancora in tempo. Rimetti questo libro dove l'hai trovato. Se l'hai già comprato, disfatene subito. Perché questo non è affatto un libro: è la prigione di carta e inchiostro di un demone del quindicesimo secolo. E se lo aprirai, cominciando a leggere le sue memorie, metterai a repentaglio la tua anima. Davvero, non ne vale la pena. E per cosa? Per scoprire le squallide disavventure di un reietto infernale da quattro soldi, di nome Jakabok Botch? Della sua infanzia disastrata tra le montagne d'immondizia nel Nono Cerchio, del fuoco che lo sfigurò orrendamente, della sua rocambolesca fuga con un padre assetato di sangue alle calcagna e delle sue infami vicende sulla Terra alla fine del Medioevo, alla caccia di un Grande Segreto nascosto nel laboratorio di un geniale orafo di nome Gutenberg? Rischiare tanto solo per leggere una storia fatta di violenza, morte, infelici amori, inganni, distruzione, solitudine e soprattutto fiamme? Non ti sarebbe rivelato altro che la miseria del Genere Umano, attraverso gli occhi di questa immonda creatura. Davvero metteresti a rischio la tua anima per qualcosa di tanto sciocco?".
Illustrazione di copertina di Giampaolo Frizzi, Traduzione di Daniele Bonfanti. 
Edizione cartacea e digitale. 

LUGLIO 2017: MISTER SUICIDIO di Nicole Cushing



Sinossi: Un adolescente, disadattato e problematico, vive rapporti conflittuali con la madre psicotica, il padre inetto, un fratello demente e i coetanei, che al tempo stesso lo deridono e lo temono; e, naturalmente, con Mister Suicidio, la 'voce' ambigua e provocatrice che gli parla nella testa e che fa di tutto per convincerlo a togliersi la vita. Come trattenere i propri impulsi, omicidi e autodistruttivi? Una rivista di pornografia estrema e un locale per spettacoli perversi lo inizieranno al Triplice Sentiero, un cammino iniziatico che dovrà concludersi con l'autoannullamento, la non-esistenza, fagocitato dall'inconoscibile Grande Bocca Oscura. Un romanzo duro e conturbante che si è aggiudicato il Premio Bram Stoker Award 2015 come Migliore Opera Prima (Titolo originale: Mr. Suicide). Traduzione di Nicola Lombardi, Illustrazione di copertina di Giampaolo Frizzi
Edizione cartacea e digitale. 


LUGLIO 2017: VANGELI DI SANGUE di Clive Barker

Sinossi: Prima edizione Italiana del romanzo 'The Scarlet Gospels' (2015), l'ultimo capitolo della saga di Hellraiser, il sequel di The Hellbound Heart (Schiavi dell'Inferno) col ritorno di Pinhead, personaggio iconico e signore dei cenobiti, insieme a un altro noto personaggio barkeriano, il detective dell'occulto Harry D'Amour. Una discesa nelle viscere dell'Inferno, attraverso la città dei dannati, il monastero dei cenobiti, tribù di demoni, creature abissali e la cattedrale di Lucifero, fino allo scontro finale tra due creature archetipali. Pinhead stavolta troverà un degno avversario. Traduzione di Francesca Noto. Illustrazione di copertina di Giampaolo Frizzi.
Edizione cartacea e digitale. 



LUGLIO 2017: HEADER - CACCIA ALLE TESTE di Edward Lee

Sinossi: Prima edizione Italiana di una delle opere più celebri dell'hardcore-horror moderno, dalla quale è stato tratto il film 'Header' (2006) e una serie di graphic novels di grande successo negli Stati Uniti. Cummings è un poliziotto corrotto che copre traffici di alcolici e droga per potersi permettere i medicinali necessari alla sua donna, da lungo tempo ammalata. Travis è un giovane sempliciotto e corpulento che, appena uscito dal carcere, trova rifugio presso l’unico parente rimastogli in vita, nonno Martin, rintanato sulla sua sedia a rotelle in un casolare sperduto nei boschi. E il vecchio orrore delle ‘cervellate’, apice delle interminabili faide fra le famiglie che vivono sulle colline, riesplode in tutta la sua sanguinaria, inimmaginabile violenza, trascinando i protagonisti di questa allucinante novella nel gorgo di un destino che non lascia scampo. A nessuno. Traduzione di Nicola Lombardi.
Edizione cartacea e digitale. 




SETTEMBRE 2017: ANIME TORTURATE - LA LEGGENDA DI PRIMORDIUM di Clive Barker
Sinossi:
Prima Edizione Italiana della novella ‘Tortured Souls - The Legend of Primordium’  (2001). Nella leggendaria '' prima città '' nota come Primordium, un'antica entità conosciuta come '' Agonistes '' ascolta le preghiere dei supplicanti, persone in cerca di riscatto dal potere assoluto dell'Imperatore e dal giogo della dinastia dei Perfetti, e li trasforma in una combinazione di arte, magia e dolore, in avatar di violenza e vendetta. Lucidique, il Mongroide, Il Maestro delle Falci e Venal Anatomica, le creazioni più aberranti di Agonistes, dominatore dell’oscuro deserto che circonda la città, e del folle scienziato Talisac, metteranno a ferro e fuoco Primordium, nel tentativo di rovesciare l'Impero. Una ‘rivoluzione’ a tinte horror.
Illustrazione di copertina di Ben Baldwin, traduzione di Francesca Noto.
Edizione cartacea e digitale. 


Le prossime uscite ILP per il 2017 (in Italiano) sono:

OTTOBRE 2017: SCHIAVI DELL'INFERNO di Clive Barker (novella, edizione cartacea e digitale)
Titolo originale: Hellbound Heart (nuova traduzione della novella pubblicata anni fa da Sonzogno, ora fuori commercio)

OTTOBRE 2017: LA TANA DI MEZZANOTTE di Richard Laymon (romanzo, edizione cartacea e digitale)
Titolo originale: Midnight's Lair (mai pubblicato in Italiano)

NOVEMBRE 2017: LA CASA DELLA BESTIA 2 di Richard Laymon (romanzo, edizione cartacea e digitale)
Titolo originale: The Beast House (mai pubblicato in Italiano, sequel del romanzo 'La Casa della Bestia')

DICEMBRE 2017: CUOIO NERO di David J. Schow (raccolta di racconti, edizione cartacea e digitale)
Titolo originale: Black Leather Required (mai pubblicato in Italiano)

DICEMBRE 2017: SAMSARA di Caleb Battiago (romanzo, edizione cartacea e digitale)
Inedito

Oltre queste uscite, saranno pubblicate le edizioni speciali (copertina rigida, tiratura limitata e numerata, illustrate a colori) dei romanzi di Barker 'Vangeli di Sangue e Jakabok - Il Demone del Libro', acquistabili solo sullo Store sul sito web della Casa Editrice,  e già prenotabili (vista la limitata disponibilità).

4)  X EDIZIONE DEL TROFEO "LA CENTURIA E LA ZONA MORTA"

Ultima segnalazione per oggi, mi scrive un altro amico:  Davide Longoni, il patron della webzine La Zona Morta una delle migliori realtà del settore ( Nocturnia e La Zona Morta hanno collaborato spesso in passato e torneranno a farlo presto)
Longoni mi annuncia la nuova edizione di un concorso storico e dato che tra i miei lettori ci sono molti scrittori diffondo con estremo piacere la notizia.

Bando di Concorso della  X Edizione del Trofeo Letterario
 La Centuria (www.lacenturia.it) e La Zona Morta (www.lazonamorta.it)   in collaborazione con l’Associazione
“A Campanassa” di Savona(www.campanassa.it )  
Miglior Racconto di Ambientazione Fantasy
 In memoria di Fabrizio FRATTARI
 Con la collaborazione della manifestazione Savona International Model Show 2018

L’Associazione Culturale “La Centuria” e il sito “La Zona Morta” gestiranno le varie fasi dell'iniziativa e selezioneranno, tra gli scritti pervenuti, i racconti finalisti, i quali saranno poi valutati dalla Giuria costituita da scrittori quali Davide Longoni (autore di “Mercuzio e l’erede al trono – Livello 0”), Donato Altomare (plurivincitore del Premio Italia, del Premio Urania e del Premio Vegetti, presidente del World SF Italia, scrittore di innumerevoli romanzi, tra cui il recente "Tempospirale"), Marina Lenti (Premio Italia 2007, già redattrice di Fantasy Magazine, massima esperta e autrice di saggi su Harry Potter), Giovanni Mongini (plurivincitore del Premio Italia, vincitore del Premio Vegetti 2017, massimo esperto di fantastico, scrittore, sceneggiatore, produttore cinematografico, saggista), Alessio Banini (autore delle Edizioni Plesio), Anna Giraldo (autrice della “Saga del Giaguaro” e di svariati romanzi di genere fantastico e non) ed Emanuele Manco (curatore di “Fantasy Magazine” ed “Effemme”, scrittore e saggista), oltre ad esperti appassionati del settore dell’Associazione “La Centuria”, dalla Prof.ssa BOTTINELLI Simonetta, socia dell’Associazione “A Campanassa” e da autori di giochi. Ciascun testo verrà giudicato innanzitutto per l’originalità della trama e della scrittura, per la forma e la chiarezza narrativa. 

La cerimonia di proclamazione dei vincitori avrà luogo nella tarda mattina/primo pomeriggio del giorno Domenica 14 Gennaio 2018 all’interno della Torre medievale del Brandale, Piazza del Brandale 2, in Savona (SV) , www.campanassa.it nell’ambito dello svolgimento della manifestazione Savona International Model Show 2018, in concomitanza con lo svolgimento degli eventi collegati della Rievocazione Storica Medievale dei figuranti dell’Associazione “A Campanassa” . Il Comitato Promotore provvederà a comunicare (per lettera o via e-mail), nel mese di Gennaio 2018, le modalità della conclusione del trofeo (data, luogo, orario della proclamazione dei risultati e premiazione) a tutti i partecipanti. E’ prevista un’unica categoria del Concorso letterario: “Fantasy”. Il racconto vincitore della Categoria “Fantasy” verrà pubblicato sul sito internet de La Centuria ( www.lacenturia.it ), sul sito internet La Zona Morta ( www.lazonamorta.it ), sulla rivista cartacea "La Zona Morta Magazine" e sul sito di GdR www.dark-chronicles.eu, nonché sulla Brochure cartacea ufficiale dedicata alla Savona International Model Show 2018 prossima ventura. Inoltre il suo Autore riceverà un Premio di 200,00 Euro (dal Comitato Promotore). Il racconto secondo classificato riceverà un Premio di 100,00 Euro e sarà anch’esso pubblicato sui medesimi siti internet. Il racconto terzo classificato riceverà un Premio di 100,00 Euro in Buono- libri gentilmente offerto da MARCO SABATELLI EDITORE ( www.sabatelli.it ) di Savona, e sarà anch’esso pubblicato sui medesimi siti internet. 

Prevista inoltre una medaglia ed un attestato di merito per il racconto quarto classificato. Ai cinque finalisti inoltre verrà dato in omaggio un libro offerto dalle Edizioni Il Foglio Letterario ( www.ilfoglioletterario.it ). 

:
REGOLAMENTO:

 1) Tutti i testi partecipanti dovranno essere spediti via email (senza indicazione di firma “elettronica” o nominativo del mittente) nel corpo del testo di un messaggio di posta elettronica oppure in allegato esclusivamente in formato .rft o .txt a tutti e tre gli indirizzi di seguito riportati: associazione@lacenturia.it, longdav@libero.it e letteratura@dark-chronicles.eu. Nella medesima comunicazione di posta elettronica dovranno altresì essere indicati la data e l’Ufficio Postale presso il quale è stato effettuato l’accredito/ricarica sulla Carta PostePay (come riportata al punto 2), a dimostrazione dell’avvenuto versamento della quota d’iscrizione. Le generalità degli autori (nome, cognome, indirizzo, CAP, recapito telefonico, indirizzo e-mail dalla quale è stata effettuata la trasmissione del racconto in formato elettronico) ed il modo in cui sono venuti a conoscenza del concorso dovranno essere indicati chiaramente in un’apposita busta chiusa, controfirmata sui lembi di chiusura, da spedirsi unicamente a mezzo posta prioritaria al seguente indirizzo: Sig. Davide LONGONI, Via FRANCESCA NORD 12/b, 25030 Roccafranca (BS) Dovranno altresì essere inserite A) la “manifestazione di consenso all’utilizzo dei propri dati personali, ai sensi della Legge 675/1996, D. Lgs. n.196 del 30/6/2003 (e successive modificazioni ) -Trattamento dei dati personali”; B) la “dichiarazione dell’autore che l’opera inviata è inedita alla data della spedizione”; C) la “dichiarazione che i diritti sull’opera partecipante alla “X° Edizione Trofeo La Centuria e La Zona Morta -Edizione 2017”restano a tutti gli effetti di completa ed esclusiva proprietà dei rispettivi autori, salvo quelli per la pubblicazione (a mezzo stampa e/o online) dei lavori vincitori e di quelli finalisti a cura de “La Centuria” e de “La Zona Morta”; e D) indicazione della data e dell’ufficio postale presso il quale è stato effettuato l’accredito/ricarica sulla CartaPostePay (come riportata al punto 2), a dimostrazione dell’avvenuto versamento della quota d'iscrizione. Tutte le dichiarazioni di cui sopra dovranno essere espressamente firmate dall’autore dell’opera/e inviata/e. In caso di partecipazione con più racconti le dichiarazioni di cui sopra dovranno essere sottoscritte per ciascuno dei racconti inviati. Il Comitato Promotore non si fa in nessun caso carico di disguidi postali di sorta. 2) La partecipazione al Concorso letterario La Centuria e La Zona Morta è pari ad Euro 7,00 (sette/00), da versarsi tramite ricarica/accredito su Carta PostePay n. 4023 6009 1499 9893 intestata a Davide Longoni. 3) Le iscrizioni sono aperte sino al 24 Dicembre 2017. Tutti gli elaborati dovranno pervenire entro tale termine. Per le opere pervenute oltre tale data farà fede il timbro postale. In ogni caso, tutti i testi che perverranno al Comitato Promotore dopo il 25 Dicembre 2017 non saranno presi in alcuna considerazione. 4) I racconti presentati non dovranno superare i 21.600 caratteri, spaziature fra parole incluse. L'impaginazione dei lavori è libera (in via puramente indicativa, 21.600 caratteri -spazi inclusi - equivalgono circa a 12 cartelle dattiloscritte, di non più di trenta righe per sessanta battute l'una). E' gradita l'indicazione, per ogni racconto, del numero di battute totali. 5) Ogni concorrente può partecipare con più opere (massimo 4 racconti cadauno), purché inedite, originali ed in Italiano. 6) La Categorie ammessa in concorso è la seguente: Fantasy (Heroic Fantasy, Sword and Sorcery, Dark Fantasy,etc.); Dovranno essere presenti nel racconto significativi elementi Fantasy che vadano al di là del reale. 7) I lavori non verranno in alcun caso restituiti. Gli autori sono pertanto invitati a tenere una copia dei propri manoscritti. Ad ogni elaborato la Giuria attribuirà una valutazione in decimi. I premi verranno assegnati sulla base del punteggio raggiunto con i seguenti criteri: -Originalità della Trama: da 1 a 3; -Stile e scrittura: da 4 a 10; Inoltre, finché la rosa dei finalisti non sia stata resa pubblica (Gennaio 2018), i partecipanti sono tenuti a non diffondere il proprio racconto e a non prestarlo per la pubblicazione. 8) Tutti i diritti sulle opere partecipanti al X Trofeo La Centuria e La Zona Morta restano a tutti gli effetti di completa ed esclusiva proprietà dei rispettivi autori, salvo quelli per la pubblicazione (a mezzo stampa e/ o on line) dei lavori vincitori e di quelli finalisti a cura de La Centuria e de La Zona Morta”. 9) In caso di vittoria o pubblicazione, l’autore concorderà eventuali ottimizzazioni di cui verrà fatta oggetto la sua opera con il Comitato Promotore e le riviste/ fanzine/ case editrici interessate. 10) Le decisioni del Comitato Promotore e della Giuria Nazionale sono insindacabili e inappellabili. La Giuria si riserva il diritto di non assegnare alcun riconoscimento qualora fra le opere pervenute non ve ne sia alcuna ritenuta meritevole. 11) La partecipazione al Trofeo comporta l'accettazione di questo regolamento in tutte le sue parti. Eventuali trasgressioni comporteranno la squalifica dal concorso.

 Per ulteriori informazioni: Associazione Culturale “La Centuria” www.lacenturia.it e- mail: associazione@lacenturia.it Referenti: Sergio PALUMBO oppure La Zona Morta www.lazonamorta.it e- mail: longdav@libero.it Referente: Davide LONGONI oppure Dark Chronicles www.dark-chronicles.eu e-mail: letteratura@dark-chronicles.eu Referente: Andrea Migone TUTELA DELLA PRIVACY DEI PARTECIPANTI (Legge 675/1996, D. Lgs. n.196 del 30/6/2003 e successive modificazioni)

E con questo è davvero tutto, ci risentiamo tra un paio di settimane per la riapertura.
Giusto per curiosità, quale tra queste segnalazioni vi ha incuriosito di più?

Ri-Prove di trasmissione

In vista della ripresa ottobrina di Nocturnia vorrei lanciare un piccolo sondaggio.
Quali sono gli argomenti che vorreste rileggere su Nocturnia?
A) misteri
B) serie Tv
C) film horror & sf
D) interviste
E) fumetti
F) interventi sulla narrativa di genere italiana
G) Sostegno ai giovani autori

H) Interviste
I) Altro ( suggerimenti, idee...)

Fatemi sapere le vostre opinioni.Fate pure con calma, abbiamo tempo fino ai primi giorni di ottobre.
Grazie


  
Dimenticavo. benritrovati a tutti! Siete  una sorta di seconda famiglia ed ovviamente mi siete mancati tutti!
Sarebbe bello potervi risentire tutti quanti, bloggers; commentatori abituali; saltuari; lurkers e parenti vari, nel frattempo io cercherò di organizzarmi coi tempi, magari verranno post meno lunghi e più distanziati nel tempo rispetto al passato, ma ci saranno.
Promesso.

" Brandelli d' Italia" di Marco Crescizz - Una Segnalazione

Sto provando lentamente a tornare a bloggare, per adesso rompo il silenzio per sostenere la nuova uscita di Marco Crescizz. Per quanto mi riguarda Crescizz è uno di quei tre o quattro nomi da tenere presente per il futuro della narrativa di genere del nostro paese.
Quindi, in attesa di alcune recensioni, ecco che vi presento Brandelli d' Italia.


In un'Italia multietnica, multiculturale, postumana, soggiogata da una nuova teocrazia papale, un uomo divrà fare i conti con una realtà sconvolgente. Finalista al Premio Odissea.
Dopo una guerra nucleare che ha sconvolto il pianeta, L'Italia è diventata un’isola ed è governata da un dittatore ecclesiastico chiamato Papa Cesare.
Alfredo, insieme all’amico Dario e a un ragazzo ritardato di nome Tibbuth, sopravvive in queste lande aride portando in tour un violento show di torture.
La precaria stabilità che Alfredo si è costruito però vacilla nel momento in cui scopre che Tibbuth è un androide inviato da qualcuno per spiarlo.
Questa nuova realtà darà il via a una catena di eventi che spingerà Alfredo a indagare i recessi di un’Italia ridotta a brandelli, guidandolo attraverso villaggi sommersi dalla giungla, fosse infestate da cannibali, strani robot, pericolose spogliarelliste e improbabili personaggi storici.
Un romanzo profondamente dickiano ma altrettanto italiano, ricco di azione e di colpi di scena.

Marco Crescizz è laureato in psicologia. Ha iniziato a scrivere a vent’anni e da allora non ha mai smesso.
Appassionato di libri, film e fumetti consuma soprattutto horror, fantascienza e birra in quantità industriali.
Suoi racconti sono apparsi sul web e in diverse antologie.  Nel 2008 è stato finalista al Premio Robot e nel 2015 è uscito il romanzo breve Alieni coprofagi dallo spazio profondo per Antonio Tombolini Editore.
Brandelli d’Italia, in finale al Premio Odissea, è il suo primo romanzo.

MARCO CRESCIZZ
BRANDELLI D' ITALIA
ED. DELOS   EURO 2,99
18 MAGGIO 2017
FORMATO DIGITALE:
LINK : QUI.            

Mi dispiace ma....

Mi dispiace ma ora come ora non ce la faccio ad andare avanti col blog.
Il nuovo lavoro m'impedisce di curare Nocturnia come vorrei, certo si tratta di un part- time ma che presenta tanti spezzati, quindi spesso anche se lavoro in un giorno tre o quattro ore, il più delle volte mi tocca stare fuori l'intera giornata in attesa tra un' ora di lavoro e l'altro.
E' vero che - ora come ora- chi ha un lavoro coi tempi che corrono bisogna tenerselo stretto.
Capita però di tornare a casa la sera stanco ( oppure quel paio di ore al pomeriggio quando capita un certo turno) con il cuore che piange vedendo la mia creatura così abbandonata ma senza energie e totalmente svuotato.

Di chiudere il blog non se ne parla, però sto valutando un periodo di sospensione in attesa di riuscire a scrivere un certo numero di post per potermi garantire almeno l'autosufficienza per gestire il periodo.

Mi dispiace per tutti i progetti iniziati e - momentaneamente- accantonati.
Cercherò di tornare presto, nel frattempo non posso che dire che mi dispiace e che mi mancherete tutti.
A presto, spero.....

DA LORD OF LIGHT AD ARGO II Parte - Un Guest Post di Ivano Landi

Per me, in quel periodo, Jack Kirby era un genio, ma anche parte di un team di geni come lui che avevo messo insieme – e a cui guardavo per rendere ogni cosa possibile. Ma tutto era cominciato da Jack, come in passato era successo per molte altre cose – e come succede ancora oggi.
(Barry Ira Geller)

* * *


Nota: Il presente articolo in due parti si inserisce all’interno del progetto di collaborazione tra blogger nato con il nome Pax Fantascientifica e poi divenuto Cosmolinea B- Log. Il che fa sì che compaia in simultanea anche in questo post del blog Nocturnia di Nick Parisi.
Buona lettura!




Se finora, per chi lo ha visto, avere in mente le scene di Argo poteva essere un utile ausilio alla lettura del mio articolo, conviene invece adesso dimenticarsi completamente del film di Ben Affleck, la cui ricostruzione dei fatti è, da questo punto in poi, molto lontana dal vero. Ripartendo da dove eravamo rimasti, Barry Geller contattò Jack Kirby e i due si incontrarono una prima volta nell'estate del 1977. La loro intesa fu immediata, e appagante per entrambi: mentre infatti il giovane ricercatore scientifico e cineasta realizzava il suo sogno di lavorare gomito a gomito con l’idolo della sua infanzia e adolescenza, l'ormai sessantenne Maestro del fumetto vedeva nel progetto Lord of Light il coronamento di un lungo processo creativo iniziato oltre dieci anni prima sulle pagine di Fantastic Four #48, quando aveva creato, in coppia con Stan Lee, il personaggio di Galactus. L’idea di fondo, che sarà sviluppata in seguito più compiutamente dallo stesso Kirby in serie come New Gods (DC Comics, 1971) e Eternals (Marvel Comics Group, 1976), era quella di personaggi che, grazie al possesso di poteri quasi illimitati e all'utilizzo di tecnologie altamente evolute, assurgono al ruolo di divinità agli occhi delle popolazioni planetarie con cui entrano in contatto e finiscono per andare a comporre i loro pantheon di dèi.

DA LORD OF LIGHT AD ARGO - Un Guest Post di Ivano Landi - Prima Parte

Questo post si inserisce all’interno del progetto di collaborazione tra blogger nato con il nome Pax Fantascientifica e poi divenuto Cosmolinea B- Log. Questo significa che il seguente articolo in due parti compare in simultanea anche nel blog di Ivano Landi Io e Ivano ci siamo accordati per inserire entrambi i loghi , uno all'inizio e l'altro alla fine del post.
QUI trovate il post di Ivano Landi.
Ringrazio Ivano che ha scritto questo splendido articolo in due parti e per avermi proposto la pubblicazione anche su Nocturnia.
Buona lettura



Da Lord of Light ad Argo - Quando Jack Kirby e Barry Geller provarono a cambiare il mondo /1 di 2 
di Ivano Landi


Quando mio padre mi fece vendere tutti i fumetti perché "non distruggessi la mia mente", non osai dirgli che la mia mente, grazie a Jack Kirby, se ne era già andata. L'influenza di Jack crebbe in me per i successivi quattordici anni, ispirandomi la scelta di studiare fisica, la visione di altri mondi, altre culture, altre dimensioni, e le possibilità future delle nuove tecnologie. (Barry Geller)




Quelli di voi che sono nati prima, o durante, gli anni '60, ricorderanno probabilmente la crisi degli ostaggi dell’ambasciata americana a Teheran, per averla vissuta in diretta attraverso i telegiornali     e la stampa. Chi è nato dopo potrà invece averne sentito parlare per la prima volta solo grazie a un film del 2012, intitolato Argo, con la regia di Ben Affleck, che ne è anche l'interprete principale. Questo post si occupa, in modo diretto, della vicenda degli ostaggi, e, in modo indiretto, del succitato film, poiché tratta di una serie di circostanze particolari rievocate, sebbene alla lontana, anche dalla pellicola di Affleck.

Tutto, com'è noto, ebbe inizio la mattina del 4 novembre 1979, quando un folto gruppo di studenti universitari iraniani, fedeli alla rivoluzione khomeinista dell'anno precedente, dette l'assalto all'ambasciata statunitense di Teheran. Si trattò del non facilmente prevedibile sbocco di un braccio di ferro che andava avanti da mesi, da quando cioè gli Stati Uniti avevano concesso asilo al deposto
Shah Reza Pahlavi (1919-1980), salito al potere un quarto di secolo prima grazie a un colpo di stato, in gran parte organizzato dagli stessi americani, che aveva rovesciato il governo del presidente eletto Mohammad Mossadeq (18821967). Il risultato dell'assalto fu la cattura di cinquantadue cittadini statunitensi, tenuti poi segregati nei locali occupati della sede diplomatica, come merce di scambio per la riconsegna dello Shah da parte del governo americano. Questo per 444 giorni, la durata di una crisi internazionale che, oltre a portare il mondo sull'orlo di una nuova grande guerra, minò nel profondo la fiducia del popolo americano e azzerò ogni speranza del presidente Jimmy Carter di essere rieletto per un secondo mandato alla guida del suo Paese.

Non tutti i cittadini americani presenti nell'ambasciata al momento dell'assalto furono però presi prigionieri. In cinque - i diplomatici Mark Lijek e Joseph Stafford, le rispettive loro mogli, Cora e Kathleen, e Robert Anders, un alto rappresentante addetto ai visti - si trovavano nell'unico edificio della struttura con accesso diretto alla strada e riuscirono a sfuggire alla cattura, mescolarsi alla folla e rifugiarsi nell'appartamento di Anders. Continuarono poi, per alcune ore, grazie a una radio collegata al network dell'ambasciata, a seguire il succedersi degli eventi, grazie soprattutto al racconto in diretta del cronista Codename Palm Tree - alias di Henry Lee Schatz, un diplomatico addetto in realtà alla raccolta e all'analisi di dati sull'agricoltura iraniana - che vedeva tutto dal suo ufficio al sesto piano di un palazzo antistante la sede diplomatica. Ma già alle tre del pomeriggio ogni comunicazione in lingua inglese era cessata, compreso quella di Codename Palm Tree.

Ma facciamo adesso un salto spazio-temporale e spostiamoci al di là dell'Europa e dell'Atlantico, e alla mattina del giorno successivo, il 5 novembre. Dopo che il Consiglio rivoluzionario iraniano aveva subito respinto ogni possibilità di trattativa, agli americani non restava che percorrere la strada dell'operazione clandestina, ossia passare la patata bollente alla CIA. In particolare, la guida delle operazioni venne affidata al trentottenne Tony Mendez, da quattordici anni agente del dipartimento di scienza e tecnologia della famosa, e famigerata, agenzia di intelligence. Ma è soprattutto la sua
passata esperienza sul campo, come specialista in esfiltrazioni attraverso cambi di identità, a farlo ritenere l'uomo giusto a risolvere il caso.






Mendez, ancora all'oscuro dell'esistenza dei cinque fuggitivi, concentrò dapprima i suoi sforzi sulla ricerca di un modo di liberare i cinquantadue prigionieri in ambasciata. Ma si trattava di un compito tutt'altro che facile, dopo che la rete d'intelligence stabilita dalla CIA in Iran ai tempi dello Shah era andata quasi completamente distrutta e con gli unici tre agenti rimasti sul campo tutti e tre prigionieri nella sede diplomatica. La soluzione che propose, fingere di restituire il corpo dello Shah usando un body double cadavere venne bocciata dai vertici della Casa Bianca e tutto sembrava ormai giunto a un punto morto. Finché un giorno gli fu consegnato un dispaccio segreto del Dipartimento di Stato che lo avvisava di sei cittadini statunitensi scampati alla cattura e nascosti da qualche parte a Teheran. Erano loro a correre i rischi più seri nell'immediato, dal momento che la sede diplomatica aveva pur sempre puntati addosso gli occhi del mondo intero, e fu deciso che il loro caso dovesse avere la precedenza. Mendez, stavolta, non ebbe dubbi sul suo piano d'azione: prima avrebbe procurato ai sei delle false identità, poi si sarebbe recato in Iran, li avrebbe accompagnati all'aeroporto e fatti imbarcare su un volo di linea.

A Teheran, nel frattempo, i cinque si erano divisi in due gruppi e avevano trovato rifugio nelle residenze diplomatiche dell’ambasciatore canadese Ken Taylor, e di John Sheardown, un altro membro della stessa ambasciata amico di Anders. Da Sheardown trovò inoltre rifugio Henry Lee Schatz, vale a dire Codename Palm Tree, tenutosi nascosto fino ad allora nella residenza di un diplomatico svedese. I sei fuggitivi formavano così, per la prima volta, un unico gruppo. Ma la loro situazione era tutt'altro che comoda. Più volte i Guardiani della rivoluzione erano arrivati a un passo dallo scoprire i loro nascondigli, mentre il paziente lavoro di ricostruzione dei documenti fatti a striscioline dagli americani al momento dell'assalto all'ambasciata, portato avanti da dei tessitori di tappeti iraniani, avrebbe potuto condurre da un momento all'altro alla scoperta che mancavano sei persone all'appello*. Inoltre, a peggiorare le cose, ci si mettevano anche gli organi di stampa americani, che cominciavano a far filtrare voci sul loro conto. Il 10 gennaio 1980, un cablogramma dettato da Mark Lijek e
Robert Anders, con una richiesta di soccorso immediato, fu recapitato a Washington attraverso l'ambasciata canadese.






Tony Mendez aveva nel frattempo deciso di fornire a sei proprio delle identità canadesi. Gli mancava solo una storia plausibile da fornire alle autorità iraniane riguardo alla loro presenza a Teheran. Giornalisti, membri di associazioni umanitarie e prospettori petroliferi nordamericani erano una presenza costante da quelle parti, ma erano anche tutti strettamente monitorati. Il Dipartimento di Stato gli propose allora di trasformare i sei in insegnanti in cerca di impiego, ma c'era il dettaglio, non da poco, che tutte le scuole in lingua inglese della capitale iraniana erano state chiuse. Mendez respinse inoltre l'idea del governo canadese, di trasformarli in agronomi: da quelle parti, fece notare, il suolo si ricopre di neve a gennaio. Un'altra settimana si era così conclusa con un nulla di fatto.

Ma Mendez ebbe infine un'intuizione, che capì subito essere quella giusta. I film di fantascienza, rifletté, erano spesso girati in località esotiche che dovevano evocare il paesaggio di un altro pianeta, cosa di meglio quindi che trasformare i sei uomini in una squadra di pre-produzione approdata in Iran alla ricerca di una location adatta a girarvi un film hollywoodiano ad alto budget. Un investimento più che allettante per il nuovo governo iraniano, affamato di dollari. Mendez si dedicò così a particolareggiare il suo piano, che poi propose ai suoi superiori, ottenendo, sebbene a denti stretti, il loro sì e quello della Casa Bianca. Tutto è pronto, a quel punto, per l'entrata in scena di Kevin Costa Harkins, produttore cinematografico irlandese di belle speranze.







Il 19 gennaio 1980, Tony Mendez AKA Kevin Costa Harkins vola a Los Angeles con 10.000 $ in tasca per incontrarvi il truccatore cinematografico John Chambers (1922-2001), da tempo suo collaboratore alla CIA e vincitore dell’oscar per il miglior make-up con Il pianeta delle scimmie. Chambers accetta di collaborare con Mendez e coinvolge a sua volta nel progetto un amico e collega, come lui specialista in make-up, di nome Robert Sidell. In quattro giorni i tre mettono in piedi una finta casa di produzione, la STUDIO SIX PRODUCTIONS, più sei finte identità e sei finti curriculum per le sei persone che avrebbero formato la finta troupe cinematografica. E il film? A quello provvederà lo stesso Chambers.

Dobbiamo fare adesso un salto di alcuni mesi, indietro fino al giorno in cui John Chambers ricevette una telefonata da Barry Ira Geller. Geller, uomo di scienza oltre che scrittore e produttore per il cinema e la televisione, aveva acquistato i diritti cinematografici del romanzo di fantascienza di Roger Zelazny (19371995), Lord of Light, aveva scritto la sceneggiatura del film che ne avrebbe tratto e raccolto i fondi necessari alla sua produzione. Si era poi messo alla ricerca di qualcuno che disegnasse come Jack Kirby (1917-1994), il celebre autore di fumetti idolo della sua infanzia e adolescenza, per realizzare i disegni di scena. Ma nessuno dei disegnatori che gli si proponevano appariva abbastanza bravo ai suoi occhi da reggere il confronto. Allora, si disse alla fine, perché non provare a interpellare direttamente Jack Kirby?



* * *


* I documenti in questo modo recuperati furono in seguito pubblicati dal governo iraniano in una serie di libri raccolta sotto il titolo Documents From the US Espionage Den.

L'immagine in alto sotto il titolo è: Jack Kirby, Brahma's Pavillons of Joy (1978, colori di Mark Englert, 2015).

Le altre immagini sono frames del film Argo (Ben Affleck, 2012).

INTERVISTA CON TRICIA SULLIVAN !

Ciao a tutti gente!
Finalmente riesco a presentarvi l'intervista con la scrittrice Tricia Sullivan, l'autrice del romanzo Selezione Naturale pubblicato l'anno scorso da Zona 42.
Tricia è una delle voci nuove della fantascienza internazionale: un' artista di origine statunitense ma che da anni vive e lavora in Gran Bretagna.
Desidero ringraziare due persone: la prima è proprio Tricia Sullivan, per la sua pazienza nel confrontarsi col mio pessimo inglese, per la sua disponibilità e per la sua sincerità.
Nel caso vogliate approfondire QUI trovate una breve scheda sulla autrice.
La seconda è Andrea Viscusi che mi ha fatto la gentilezza di tradurre per me l'intervista!
Grazie Andrea! Mi hai davvero aiutato molto in un periodo incasinato della mia vita!
Anche per questo troverete una novità rispetto alle precedenti interviste con la traduzione in italiano ( in rosso nel testo) affiancata alla versione originale in inglese ( in nero nel testo)
Buona lettura a tutti! Attendo i vostri commenti


Accade in Italia # 26 - Le Ultime Segnalazioni di Aprile


Il nuovo lavoro (temporaneo ma dagli orari spaccati, molto spaccati ) mi sta lasciando davvero poco tempo per il blog e - credetemi- mi dispiace veder languire la mia creatura. Tuttavia in questo fine settimana dovrei riuscire ad avere tempo per far uscire questa serie di segnalazioni ed anche per cominciare a scrivere la recensione di un film che recentemente ha fatto davvero parlare molto di se.
Penso che dovrei riuscire anche a tornare a visitare i vostri blog a breve.
Insomma, farò di tutto per mantenere il contatto visto che mi mancate davvero molto tutti quanti.
Adesso però cominciamo con le segnalazioni, davvero molto ghiotte anche stavolta.

1)   ARCANI MAGGIORI"  DI SERGIO L. DUMA

Di Sergio L. Duma ho già parlato in passato (QUI). Adesso vi presento la sua ultima uscita, un thriller in piena regola:

Titolo: ARCANI MAGGIORI

Un paese di provincia. Un adolescente che ha una relazione con un compagno di classe. La sua vita sconvolta dalla scomparsa di Lisa, la ragazza più bella della scuola, che frequentava adulti ed è forse finita in un brutto giro. Numerose persone avrebbero avuto interesse a farle male. Il leader di un gruppo di naziskin potrebbe conoscere particolari importanti sul suo conto. Lo stesso vale per una ragazza che la incontrava di frequente per ragioni enigmatiche. Persino l’insegnante di religione della scuola, un fascinoso sacerdote, sa qualcosa al riguardo. Mentre l’esistenza del protagonista diviene più problematica, il mistero si fa più intricato, e la soluzione si trova in una soap opera intitolata Amore Infinito, imperniata sugli intrighi di un’infida casalinga, e sulle figure dei tarocchi, gli Arcani Maggiori, letti da una vicina di casa del ragazzo. Alla fine, il protagonista intuirà tutti i collegamenti e scoprirà la verità. E nel colpo di scena finale, ci sarà un inaspettato ribaltamento di prospettiva.

Prezzo versione cartacea: € 17,50
Prezzo versione ebook: € 6,99
ISBN: 9788869342301
ASIN: B06Y1PY8TX
Pag. 408

Link Acquisto 1: http://www.bibliotheka.it/Arcani_maggiori_IT

Link Acquisto 2: https://www.amazon.it/Arcani-Maggiori-Thriller-Sergio-Duma-ebook/dp/B06Y1PY8TX/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1491469496&sr=1-1&keywords=sergio+l.+duma

2) " L' INCONSISTENZA DEL DIAVOLO " DI DANIELE PICCIUTI

Anche di Daniele Picciuti ho già parlato in passato ( QUI), con molto piacere ritorno oggi ad ospitarlo su queste pagine virtuali.


La storia è quella di Maura Allegri, una giovane giornalista che, alla ricerca della storia giusta che le permetta di far colpo sul suo capo, si ritrova a pedinare un uomo inquietante dalla bocca storta che, da alcuni gesti e sguardi intercettati mentre era in metropolitana, lei sospetta essere un pedofilo. L’uomo scompare in una fabbrica abbandonata dove lo aspettano altri criminali con i quali ha degli affari in corso. Maura scopre così che una bambina e una ragazza sono tenute prigioniere ma, prima che possa chiedere aiuto, viene scoperta e costretta a fuggire nei meandri della fabbrica, che sarà preludio a una vera e propria discesa negli inferi.
Ciò che viene chiesto al lettore è che cosa sia il diavolo, se esiste davvero o se il male è soltanto frutto delle scelte degli uomini. Per Maura la risposta è nel titolo stesso del romanzo mentre per altri… non è così.
L’inconsistenza del diavolo è un thriller claustrofobico, a tratti psicologico, in cui non mancano azione e immagini violente ma, come di consueto, mai fini a se stesse.


Daniele Picciuti è romano, classe 1974, vincitore e finalista a numerosi concorsi letterari, ha all’attivo varie pubblicazioni in antologie multiautore. È Presidente dell’Associazione Culturale Nero Cafè. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Ritorno alla Mary Celeste (Dunwich Edizioni, 2013), La polvere del tempo (Nero Press, 2014), Terraluna (Runa Editrice, 2014), Virtual Flux e Room 12 (Delos Digital. 2014), R’lyeh. Dal profondo (Dunwich Edizioni, 2015), Clowns vs Zombies, scritto a quattro mani con Luigi Bonaro (Nero Press Edizioni, 2015). A dicembre 2015 è uscito il romanzo Nero Elfico (Watson Edizioni), vincitore nel 2016 del Premio Cittadella come migliore romanzo Fantasy. Sempre nel 2016 esce I Racconti del Sangue e dell’Acqua, dopo l’esordio nel 2011 con Bel-Ami Edizioni (vincitore nel 2013, del concorso letterario Io Scrivo), in una nuova edizione illustrata da Roberta Guardascione, sotto il marchio Nero Press Edizioni.

Daniele Picciuti
L'INCONSISTENZA DEL DIAVOLO
Collana: Le Vespe. Ed. GOLEM
pag. 256  
€ 9,90
ISBN 978-88-98771-71-4


3)  "UN FANTASMA MOLTO AFFAMATO"  DI EMILIA CINZIA PERRI

Una segnalazione da parte di una mia conoscente dei tempi in cui a Napoli realizzavo fanzine (cioè per chi non lo sapesse, delle riviste amatoriali cartacee realizzate tramite fotocopie e distribuite gratuitamente in alcune librerie e fumetterie della città partenopea.
Mi atteggiavo a grande artista, a ripensarci bene mi sembra non una vita ma tante vite fa.
Con grande gioia do il giusto spazio alla mia "storica" amica Emilia Perri.

Un romanzo fantastico per ragazzi ambientato durante l’Hungry Ghost Festival di Singapore

Ang Mo Kio, periferia di Singapore.

Come ogni anno, gli abitanti della cittadina si preparano al ritorno dei defunti. È iniziata, infatti, la Festa dei Fantasmi, il periodo in cui, secondo tradizione, le anime dei morti abbandonano il mondo delle ombre e vagano tra i vivi, spinti dalla fame. Mei Lin Chen, adolescente insicura segretamente innamorata dell’amico Faran, conosce bene le regole per la convivenza: deve ignorarli, lasciarli in pace e, se sente chiamare alle sue spalle, non deve rispondere, perché potrebbero essere loro. Quando scopre che il fratellino Yan vede i fantasmi e ha risposto al richiamo di uno di questi, la sua vita si complica. Lo spirito, un vecchio dalla pelle bianca, ha appena aggredito Faran e adesso sembra essersi attaccato a Yan e ai genitori.
Cosa fare? E, soprattutto, come liberarsene? Il target ideale della storia va dai 7 ai 12 anni

Emilia Cinzia Perri, Un Fantasma molto Affamato

pagine 106, 10 euro, Collana Colori, Watson edizioni

Cover di Silvia Vanni, da Aprile 2017 in libreria

ISBN9788898036943

Sito della casa editrice: http://watsonedizioni.it/

Autrice Emilia Cinzia Perri

Vive tra Roma e Bologna e insegna materie letterarie nei licei. Ha seguito corsi di scrittura e sceneggiatura e vinto nel 2005 il premio Carlo Boscarato per la sceneggiatura dell’albo Korea 2145. Diversi suoi racconti sono stati pubblicati in antologici editi da Delos Books, Plesio editore, Alcheringa, La lettera scarlatta. Nel Novembre 2016 è edito da Kleiner Flug, su disegni di Silvia Vanni, il graphic novel “Salomé”, di cui firma la sceneggiatura.


  )  LE GRAPHIC NOVELS DI STEFANO LABBIA

Mi scrive anche Stefano Labbia un giovane autore di fumetti.
Ecco come si presenta:
Sono un giovane autore romano in procinto di uscire con due graphic novel, una a colori e di genere supereroistico, per così dire, ed un'altra di genere black humour - gangster in tricromia.
La prima ha editore e sarà probabilmente distribuita nel circuito delle librerie specializzate, la seconda vedrà la luce con un albo autoprodotto a breve - 50 pagine / tavole - ma distribuito presso il circuito delle librerie (Feltrinelli - Mondadori etc.).



KREMISI di Stefano Labbia
Sinossi: Giorni nostri. USA NY. Jackson Moore è un metalmeccanico newyorcheese di origini africane sui trent'anni. Ha un figlio pre adolescente ed è vedovo. Un esplosione di un laboratorio segreto, presente negli scantinati di un palazzo newyorchese, lo travolge mentre una sera sta andando al lavoro. L'uomo rimane ferito e strane sostanze lo pervadono e confluiscono all'interno del suo corpo. Scopre, successivamente di potersi trasformare in Kremisi, un super essere in grado di fare qualsiasi cosa gli passi per la mente. I suoi poteri sono infatti illimitati. Salvo quello della conoscenza. Per trasformarsi basta che Jackson pensi al suo costume rosso e subito questi appare attorno al suo corpo. Ogni cosa che immagina viene creata istantaneamente, ogni potere che desidera, viene a lui donato solo usando il pensiero. Kremisi inizierà a pattugliare, così, New York di notte, in segreto. Ma quando il guerriero della notte (James Karl Viper ) si imbatterà in lui....




Killer Loop di Stefano Labbia
 Sinossi Giorni nostri. Kimberly – questo il suo nome "d'arte" - è un
uomo sui trent'anni. Girovaga per il mondo, armato del suo coltello a serramanico e della sua 9 mm munita di silenziatore. Irriverente e loquace almeno quanto Deadpool, con cui condivide la professione (killer prezzolato) ha in sé un dramma interiore che maschera attraverso sarcasmo ed ironia tagliente. Sua sorella, infatti, è stata brutalmente uccisa e violentata da una gang affiliata ad un sindacato criminale chiamato Pauraz. Ottenuta vendetta sui criminali colpevoli del massacro della sorella, l'uomo decide che la sua "missione" è quella di eliminare il marcio che si annida nella società. Dietro compenso, ovviamente. Ma, complice un misunderstanding, presto, incrocerà la strada proprio con Pauraz... Kimberly si troverà quindi ad affrontare, da solo, senza nessun aiuto, se non quello del(l'in)fido hacker Jimmy Jones, l'intero sindacato criminale. Una ricompensa a 5 zeri per chi lo porterà da loro, sguinzaglia piccoli e medi criminali che si gettano letteralmente alle calcagna del giovane killer. Preso tra fuoco incrociato, Kimberly sarà capace di arrivare sino alla fine e sgominare il male alla radice?

E per Aprile è davvero tutto!
Il prossimo mese forse il formato delle segnalazioni cambierà tornando ad una sola puntata mensile, una sorta di " best of" delle segnalazioni che mi giungeranno e che proporrò volta per volta secondo il mio sindacabilissimo giudizio.
E adesso, la domanda delle domande:
Quale tra le segnalazioni di oggi è stata stavolta la vostra preferita?

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...