HINTERKAIFECK !- LO STRANO CASO DELLA FAMIGLIA GRUBER. -Seconda Parte

Attenzione: i contenuti e le immagini presenti in questo articolo potrebbero offendere la sensibilità dei lettori.


La prima parte è uscita QUI.


"Abbiamo fatto il lavoro del Diavolo"
Robert Oppernheimer

"Il Diavolo è un ottimista se crede di poter peggiorare gli uomini."
Karl Kraus



- IL TEOREMA DELLA FARFALLA.

L'animo umano è un qualcosa di estremamente insondabile, e questo riguarda anche i rapporti tra Karl Gruber ed i suoi vicini. molti suoi concittadini non lo amano per nulla,sicuramente in parecchi non lo stimano.
Eppure forse proprio per questo, nei giorni immediatamente successivi al 1°di aprile la sua assenza nel paese di Kaifeck viene notata.
Più che altro viene notata la mancanza della piccola Cäzilia da Scuola.
Ed è proprio dagli insegnanti della piccola che ha appena compiuto i suoi sette anni che arrivano le prime denunce all'autorità competente. Andreas Gruber sarà sicuramente una figura controversa all'interno della comunità di Kaifeck ma su una cosa sono tutti d'accordo, amici o dettrattori che siano. All'istruzione di Cäzilia, all' interno della famiglia Gruber, tutti ci tengono, perfino il burbero Andreas..
La bambina è mancata raramente alle lezioni, perfino nei giorni delle peggiori bufere di neve, lei era presente in aula.
Eppure, capitano tante altre cose.

Avete presente i movimenti causati dal battiti delle ali di una singola farfalla?
Ogni movimento determina delle vibrazioni, piccolissime conseguenze certo.  Ma proprio perché si tratta di un piccolo essere che compie piccoli gesti, esclusivamente per questo attrae la nostra attenzione solo sugli elementi secondari.

Il piccone 
Alla fine però la farfalla riesce a volare e a percorrere grandissime distanze.
Con noi che rimaniamo lì fermi a domandarci come faccia un così piccolo essere a farcela.
Lo stesso capita con i segnali che avvengono nei giorni successivi al aprile del 1922.
Ognuna di essere rappresenta un piccolo avvertimento, ma sarà solo quando la summa degli eventi risulterà completa in ogni suoi tassello che i bravi cittadini della zona decideranno di darsi da fare.
Perdendo forse del tempo prezioso.

SCHEGGE DAL BUIO #2: ISTANTANEE DA "L' ALBA DEI MORTI VIVENTI" (2004)

L'altra volta avevo affrontato una pellicola risalente agli anni '40 s del XX° Secolo, invece oggi per la mia nuova rubrica mi occuperò di un film relativamente recente: il Dawn of the Dead (L'Alba dei Morti Viventi ) di Zack Snyder del 2004. Ricordo che in questo caso non si tratta di una rubrica di recensioni, ma che, più che altro, si tratta di un tentativo, un modo per parlare di un argomento (che sia un film, un libro o di qualsiasi altra cosa) semplicemente tramite brevi schede, piccole informazioni legate tra loro tramite un fil rouge estremamente definito.
Informazioni sparse che porteranno quasi sempre a scoprire legami inaspettati tra le cose.
Cominciamo...

Si è tentato per anni di costruire un remake del classico di John Romero, ma Dawn of the Dead (da noi Zombi) proprio per la sua natura di cult scoraggiato ogni  tentativo di replicarlo.
Imitazioni si, sequel più o meno autorizzati anche, ma repliche mai.
Il momento giusto sembrò essere arrivato a fine 2003 quando il produttore ( ed ex collaboratore di Romero) Richard P. Rubinstein assieme alla Universal credettero di individuare il regista e lo sceneggiatore giusto, rispettivamente nelle persone di Zack Snyder e di James Gunn.

- Snyder proveniva dal mondo degli spot pubblicitari, esattamente come Romero prima di lui.

- Gunn, invece, come sappiamo, aveva lavorato a lungo con la Troma, ed anni dopo avrebbe diretto Guardians of the Galaxy.

Entrambi parevano avere le idee chiare.

Accade in Italia #45- Le Ultime Segnalazioni di Ottobre

Ultima uscita di Accade in Italia, per questo ottobre. Dal prossimo mese cercherò di tornare alla vecchia programmazione mensile della rubrica, e questo vuol dire una o massimo due uscite di segnalazioni al mese. Stavolta ho "sgarrato", causa la presenza della manifestazione StraniMondi, ma dal prossimo mese si torna in carreggiata.
Con questa puntata AIT, torna anche alla sua abituale forma, con la separazione delle segnalazioni per argomento.
Tornano parzialmente anche le nostre illustratrici, oggi ritroverete Alessia H.V e Ximi- Marisa Forzani, nel prossimo giro sarà la volta delle altre due collaboratrici abituali, per arrivare poi una volta a regime con la presenza contemporanea di tutte e quattro.

The Fan by Alessia H.V (2018)
copyright e diritti: Alessia H.V

Prima di tutto, una cattiva notizia: come annunciato sul loro sito chiude la storica rivista Scuola di Fumetto di cui avevamo parlato a suo tempo QUI. Non terminano però le iniziative di Laura Scarpa & compagni (QUI).  Saluto Laura e rinnovo tutti i miei migliori auspici a lei e a tutti i suoi collaboratori perchè le loro iniziative incontrino ogni meritato successo.
Andiamo ora a cominciare con le segnalazioni, l'augurio è che, tra tutte queste uscite, possiate trovare qualcosa di vostro gradimento.

HINTERKAIFECK! - LO STRANO CASO DELLA FAMIGLIA GRUBER -Prima Parte

"Per quanto bella sia stata la commedia in tutto il resto, l’ultimo atto è sempre sanguinoso. Alla fine, con una vanga si getta della terra sulla testa. Ed ecco fatto, per sempre."
Blaise Pascal

"Sin dal giorno della mia nascita, la mia morte ha iniziato il suo cammino. Sta camminando verso di me, senza fretta."
Jean Cocteau.


Non è mai facile ricominciare.
Aprire un nuovo capitolo nel corso della nostra vita significa il doversi assumere un rischio, fare delle scelte.
E, si sa, non possiamo mai dire a cosa ci condurranno quelle scelte.
Ma d'altro canto, bisogna scegliere, spesso siamo obbligati a scegliere.
E' una questione di sopravvivenza, oppure la semplice speranza per una vita migliore.
Speranza per una vita migliore.
Ricordatevi di questa frase.
Perché fu proprio la speranza, il desiderio di ricominciare che portarono la 44 enne Maria Baumgartner a bussare alla porta sbagliata alle prime luci dell'alba del 31 marzo 1922.
Ma questa Storia era cominciata molto tempo prima.
Una storia fatta di dettagli, di solitudini e di scelte, per l'appunto.
Ma è anche una Storia costruita sulle paure e sulle maldicenze umane, una Storia Malata dove il sulfureo s'incrocia con l'umano e dove i personaggi sono semplici ingranaggi all'interno di un orologio sbattuto con violenza su un minato terreno.
Facciamo un passo indietro.

LE MANI DI ORLAC -Un Guest Post di Lucius Etruscus.

Visti da Lontano è l'etichetta che compare ogni qualvolta su  Nocturnia compare un intervento esterno - sotto forma di Guest Post -che ne impreziosisca i contenuti. Tanto si può trattare di un articolo scritto da un professionista del settore come Cristiana Astori, tanto post scritti per l'occasione da colleghi blogger.
Sotto questa veste oggi ri-diamo il benvenuto al bravissimo Lucius Etruscus.


Lucius Etruscus
Arriva in edicola “Le mani di Orlac”

Il romanzo fanta-horror
che è Maestro di color che smembrano
viene finalmente ristampato dal “Giallo Mondadori”


Trelkovsky entra nella sua nuova casa in affitto e si appresta a fare alcuni lavori, che iniziano dallo spostare un vecchio armadio: un gesto familiare, quotidiano, che però porta ad una scoperta fuori dal comune se non proprio inquietante. Nella parete c’è un buco e nel buco c’è un dente. È l’inizio di una riflessione sulle parti del corpo: che cos’è un corpo? La semplice somma di ciò che lo compone? E il nostro “io” in quale parte è?

«Mi tolgono un braccio, va bene. Dico: io e il mio braccio. Mi tolgono anche l’altro, dico: io e le mie braccia. Mi amputano le gambe, dico: io e le mie membra. [...] Mi tagliano la testa: cosa dico? Io e il mio corpo o io e la mia testa?»

Con questo geniale passaggio – nella traduzione di Giovanni Gandini (Bompiani 2004) – il romanziere Roland Topor ci guida nel delirio del suo romanzo L’inquilino del terzo piano (Le locataire chimérique), da cui Roman Polanski ha tratto il celebre film omonimo del 1976.

Accade in Italia # 44 -Speciale Amici di Blogghe!

Prima di cominciare, è doveroso che il sottoscritto si complimenti con il blog collettivo Cronache di un Sole Lontano che nella serata del 6 in quel di StraniMondi hanno conquistato meritatamente il Premio Italia come miglior Rivista o Sito Web non professionale (tutti i vincitori li trovate QUI)
Confesso umanamente che un poco mi dispiace per la terza finale persa di seguito da Nocturnia (penso sia umano,  no?) però ci tengo di cuore a rinnovare le mie congratulazioni ai vincitori.

Oggi propongo una serie di segnalazioni riguardanti le iniziative di alcuni miei "vicini di blog", in particolare un trittico di segnalazioni che io ho già scherzosamente chiamato "Il Lucio, l'Ariano e l'Ivano"....si, lo so! Sembra il titolo di un film di Sergio Leone!
Anzi c'è già un giovane ma telentusoso compositore che si è fatto avanti per scriverne la colonna sonora.



Voi che ne dite?
Secondo me il "ragazzo" si farà!

Veniamo ora alle segnalazioni.

1)  "AIKAWA  HIGH SCHOOL", VOL. I DI INAGHESHI  (ALIAS ARIANO GETA)


Ariano Geta è una delle persone migliori che abbia mai conosciuto in rete ed è anche una delle più talentuose.
Oggi Ariano ha esaudito un suo vecchio sogno.
Quello di pubblicare un manga in tutto e per tutto simile a quelli giapponesi.

La scuola superiore triennale Aikawa è frequentata da centinaia di studenti, ognuno con una storia da raccontare. Ma noi ascolteremo solo quelle più interessanti. Per esempio quella di Murase Takeshi, che ebbe in dono l'onnipotenza...
(Questo fumetto - realizzato con un programma di grafica tridimensionale - è il primo numero di una serie, ma la storia raccontata è autoconclusiva).



  • Formato: Formato Kindle
  • Pagine: 70
  • Euro: 2,99
  • Editore: Edizioni gTerma (20 settembre 2018)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • Link Acquisto: QUI.

 Lo pseudonimo scelto per la pubblicazione di questo manga è Inagheshi che in giapponese significa "papavero" ma l'autore è sempre il nostro Ariano, che ormai ha più pesudonimi di Pessoa.
Il blog di Ariano lo trovate QUI, mentre il post di presentazione lo trovate QUI.

2) "LE INDAGINI DI ED E LORRAINE WARREN", DI LUCIUS ETRUSCUS.

L'altro nostro amico Lucius Etruscus di blog invece ne gestisce parecchi, eccone alcuni che sicuramente conoscerete:

-IL ZINEFILO

-NON QUEL MARLOWE

-FUMETTI ETRUSCHI.

E non sono nemmeno tutti....

Ora l'onnipresente Lucio propone un testo decisamente importante:

L’arrivo nelle sale italiane di “The Nun” (2018) corona cinque anni di successo inarrestabile di un fenomeno su cui la casa cinematografica Warren Bros ha puntato moltissimo: quello che i fan chiamano Conju-verse o la rivista “Rue Morgue” Warrenology, cioè quell’universo narrativo (ora anche multimediale) nato dal successo del film “The Conjuring” (2013). Da allora i coniugi demonologi Ed e Lorraine Warren hanno conquistato un pubblico vastissimo, con i loro casi paranormali a tinte forti portati su schermo.
In realtà i due demonologi sono noti alle cronache dal 1972 e molto famosi dal 1976, quando parteciparono a quell’evento mediatico esplosivo chiamato Amityville. Negli anni Ottanta hanno scritto diversi libri sulle loro indagini ed alcuni film televisivi già li hanno mostrati in azione, ben prima che arrivassero su grande schermo: questo saggio è un piccolo manuale per conoscere meglio l’operato degli Warren, con traduzioni esclusive di brani dei loro libri (inediti in Italia) così da confrontarli con le versioni filmiche che ne sono state tratte.
Da “Amityville Horror” a “The Conjuring”, da “Ostaggio per il demonio” ad “Annabelle”, da “The Haunting in Connecticut” a “The Nun”: avrete il coraggio di affrontare le spaventose indagini di Ed e Lorraine Warren?

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 361 KB
  • Lunghezza stampa: 74
  • Prezzo:0,99 Euro
  • Editore: Lucius Etruscus (15 settembre 2018)
  • Lingua: Italiano
  • Link Acquisto: QUIQUIQUI e QUI.

3) THE PLEASURE OF PAIN II, UN'INIZIATIVA SUL BLOG DI IVANO LANDI



Come ricorderete nel mese di maggio sul blog Obsidian Mirror partiva la splendida iniziativa The Pleasure of Pain, un lungo speciale a più mani portato avanti da alcune tra le migliori menti della blogosfera e dedicato al rapporto tra piacere e dolore, a quel'iniziativa -ovviamente-partecipai anche io.
Oggi un altro blogger, il terzo compadre della nostra ipotetica trilogia leoniana e cioè l'ineffabile Ivano Landi ha deciso di continuare lo speciale sotto nuove prospettive e punti di vista.
Ecco quindi annunciato l'imminente The Pleasure of Pain II con la partecipazione anche stavolta di molte brillanti menti dell'ambiente.
Stavolta però,causa mancanza di tempo, il sottoscritto non ci sarà e la cosa mi dispiace molto, anche per questo -per farmi perdonare la mia assenza- con queste righe pubblicizzo la bella iniziativa.
Quindi vi aspetto tutti il 12 di ottobre per la partenza di The Pleasure of Pain II

Ne hanno parlato anche:

- IL ZINEFILO.

-ARIANO GETA

-OBSIDIAN MIRROR (Nella bella rubrica Traditi dalla Fretta)

4) "RIVIERA NAPALM", DI LUCA MAZZA E JACK SENSOLINI.

Mi scrive anche Luca Mazza per parlarmi della sua "creatura", un romanzo scritto a quattro mani con Jack Sensolini



Riviera Napalm, di Mazza-Sensolini
Collana: Hardmony
Edizioni: Lethal Books

Sinossi: "Dopo il Crollo, l’estate dura sei mesi e in Emilia Romagna vigono i decreti anti-mutagene. Gli inquisitori di Bonificato I, papa morto tre volte e risorto due, premono sulla Linea Gotica, difesa da falangi di culturisti ultrà. Albanesi bionici pirateggiano l’Adriatico, brodo di scorie e orrori radioattivi che gli intrepidi Vigili del Fuoco irrorano di Napalm. I cellulari non prendono quasi mai, le cedrate costano un rene e il luppolo è uno dei monopoli a marchio Koop. Dalle Due Torri al Cocoricò, dall’autodromo di Santa Monica alle Valli di Comacchio, tra Bagnini-sceriffi, robo-cassiere e predoni della VR46, l’ultimo dei Bolognesi e il mutante più sborone di Riccione battono gli asfalti e le sabbie della Riviera al ritmo snuff-glamour dell’unico network, Radio Attiva.
Il Cinno e il Gasato picchiano duro e non accettano compromessi: nemmeno di fronte all’Apocalisse

Luca Mazza( Bologna 1980) è dottore in Scienze Motorie e consulente dell’integrazione alimentare.

Autore selezionato nell’antologia Zappa&Spada, Acheron Books e nell’antologia Thanatolia, Watson Edizioni 2018.
Curatore e autore nell’Antologia N di meNare, Lethal Books 2018, e co-autore del post-apocalittico Riviera Napalm.
Cofondatore, articolista e curatore delle rubriche di www.ignoranzaeroica.it e della pagina Ignoranza Eroica su FB.

Jack Sensolini (Cattolica, 1988) si è laureato in filosofia a Urbino con una tesi sull’evoluzionismo in psicologia. Vive a Riccione e lavora come designer freelance..
Ha esordito con il grimdark italico il Ballo degli Infami
È co-curatore dell’antologia N di meNare e co-autore del post-apocalittico Riviera Napalm.
Co-fondatore di Ignoranza Eroica, del torneo Schiaffantasy e dell’etichetta Lethal Books.


Link per l'acquisto: QUI

Formato: cartaceo.


  • Copertina flessibile: 238 pagine
  • Prezzo: Euro 12,90
  • Editore: Independently published (14 settembre 2018)
  • Collana: HARDmony
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 1720218307
  • ISBN-13: 978-1720218302
E con questo anche per il presente giro abbiamo concluso.
A metà mese l'ultimo gruppo di segnalazioni ottobrine.
E adesso prima di lasciarci: quale segnalazione avete gradito maggiormente?
Ma ...sentite anche voi che c'è musica nell'aria?
Scion-scion! 

Accade in Italia - Speciale "StraniMondi"!


Oggi comincia StraniMondi, come già detto non riuscirò ad essere presente, però dato che la manifestazione merita tutta la pubblicità possibile,vi posto alcune info riguardanti:

- Il Programma

- Gli Ospiti Presenti in questa edizione (la quarta)

-Le Esposizioni


Quindi se siete dalle parti di Milano ed avete voglia di passare due giornate straordinarie....attenzione però, secondo quanto comunicato sul sito della manifestazione:

Attenzione: La prevendita delle iscrizioni è terminata, ma non disperate! Chi non si è ancora iscritto potrà farlo direttamente alla manifestazione, al banco della reception. Grazie!

Nei prossimi giorni posterò un lungo articolo di segnalazioni, una gran parte dedicata agli "Amici di Blogghe!"
Stay Tuned!

INTERVISTA CON MAURIZIO MANZIERI!

Tra qualche giorno comincerà StraniMondi 2018, io purtroppo non potrò esserci però voglio festeggiare comunque questa bella manifestazione, quindi vi propongo questa intervista con uno dei più talentuosi illustratori attualmente in circolazione: il nostro Maurizio Manzieri.
Autore di molte cover per le maggiori riviste internazionali: Interzone; F&SF e la Asimov's SF nonché di molti romanzi di fantascienza italiani e straniere, Maurizio si è prestato ben volentieri alle mie domande, per questo lo ringrazio.Mentre a tutti voi auguro  buona lettura.


Nick:  Ciao Maurizio e benvenuto! Ci racconti qualcosa di te, dei tuoi inizi come illustratore? Le tue biografie (sia quelle ufficiali che quelle non ufficiali) raccontano che tutto è cominciato con un portfolio che hai inviato alla rivista britannica "Interzone". È vero questo particolare?

Maurizio Manzieri:  Penso di aver sempre vissuto nell'atmosfera di ciò che viene definito 'sense-of-wonder", la  capacità di apprezzare i variegati misteri del Cosmo, di saper metabolizzare non solo gli imprevisti della quotidianità, ma anche le più piccole sfumature di bellezza della vita. Probabilmente sono  stato illustratore da sempre, nel senso che ho sempre avuto in me il dono di questa potenza visiva, quella fiamma interiore, quel desiderio di esprimerla attraverso una qualche disciplina artistica. A cinque anni copiavo le copertine di Topolino, da ragazzo ho vinto dei concorsi di pittura, dopo i 20 ho iniziato a collaborare con storiche fanzine italiane come Intercom e The Dark Side, con la maturità mi sono sentito pronto e ho spedito i primi lavori a Interzone immediatamente accettati.
Interzone fu così entusiasta che anticipò l'uscita della mia prima tavola in occasione della WorldCon di Glasgow nel 1995, dove la rivista vinse il suo primo Premio Hugo. Fu a seguito di questa storica soddisfazione che fondai il mio Studio e iniziai a lavorare professionalmente nel settore, alternando frequenti collaborazioni internazionali a parentesi italiane (Mondadori,
Fanucci, Dario Flaccovio Editore, Elara, Delos Books, Longanesi, Editrice Nord, La Repubblica XL, Pavesio e altri clienti). Suppongo anche di essere l'unico artista fantastico ad aver venduto una tavola fantastica a Summa, la Rivista italiana dei Ragionieri Commercialisti!


Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...