ATTO DI FORZA (1990).


Fa uno strano effetto rivedere oggi questo ATTO DI FORZA (Total Recall) del 1990.
Fa uno strano effetto vedere un film dell'era pre CGI, con tutti i sani effetti speciali vecchio tipo,con il suo appartenere ad un epoca in cui quegli stessi effetti erano parte integrante di un film di fantascienza, ma in maniera funzionale alla trama senza assorbirla.
Così come da un senso particolare il rivedere il "buon" Arnold Schwarzenegger nella sua fase pre nomina a Governatore della California, in cui Arnie si dimostrava un vero e proprio prezzemolino dei film di genere, riuscendo spesso anche a divertire e a dimostrare di saper recitare.

Ultima sensazione di straniamento, almeno per me,consiste nel rivedere Sharon Stone, vestitissima per altro, in uno dei suoi ultimi ruoli prima del successo planetario di Basic Instinct.
Ma, del resto, la parola straniamento è probabilmente la più indicata per descrivere la trama di TOTAL RECALL, "liberamente tratto" da Ricordiamo per Voi (We Can Remember It For You Wholesale) un racconto di Philip K. Dick.

Chiunque conosca o abbia mai anche solo letto un singolo racconto dickiano è a conoscenza dell'ossessione che lo scrittore di Chicago provava nei confronti di questo concetto: la paura di non poter più definire quale fosse "la" o" le realtà" per poterle differenziare dall'illusione. 


Tutto comincia da un sogno di Douglas Quaid (Quail nel racconto originale) e dai suoi ricordi di Marte, mondo su cui Quaid \Schwarzenneger sa di non essere mai stato.
O almeno così lui ricorda.

Ma cosa sono i ricordi? Cosa è la verità? Quanto sono vere le nostre esperienze?
Il desiderio dell'uomo lo porta a provare una rivoluzionaria tecnica creata dalla Recall: un' avventura virtuale con finti pericoli e finte amanti.
Qualcosa va storto, o forse no.
Quaid scopre che quella che ritiene la sua vita è stata una finzione, ricordi impiantategli da un certo certo Hauser che in realtà sarebbe il suo "vero" sè stesso.
Lo scopo?
Aiutare la resistenza su Marte, una resistenza fatta da umani e mutanti contro la dittatura del despota Cohaagen.


Ma siamo sicuri che questa sia la realtà?
Il bello di ATTO DI FORZA è proprio questo: noi ci crediamo perchè ci vogliamo fidare. Noi assieme a Quaid, ancora una volta scegliamo la realtà nella quale preferiamo vivere.
Paul Verhoeven confeziona uno dei suoi film più riusciti, aiutato dalla sceneggiatura del veterano Dan O' Bannon e dagli effetti speciali del gruppo di Rob Bottin.Il film avrebbe conquistato anche una statuetta speciale nella notte degli Oscar.

Questi sono i freddi dati per questo film pre-CGI; pre- carriera politica di Arnie e pre-nascita di un sex simbol.
Solo che  mentre guardavamo ATTO DI FORZA in VHS seduti comodamente nelle nostre poltrone o al Cinema non ci rendevamo conto che anche il nostro mondo stava cambiando: l' anno precedente era caduto il Muro di Berlino mentre quello dopo la stessa Unione Sovietica sarebbe scomparsa, una forma di realtà sarebbe caduta con loro e sarebbe nato un nuovo mondo che ancora oggi fatichiamo a costruire.
A pensarci bene, questa cosa sarebbe piaciuta molto a Philip K. Dick.

24 commenti:

Aislinn ha detto...

Io adoro questo film. Anche perché c'è uno dei miei attori preferiti - no, non Schwarzy, ma Michael Ironside (Scanners, Visitors).
Il trailer del remake con Colin Farrell mi ha messo tanta, tanta tristezza...

Fra Moretta ha detto...

Uno dei miei cult del periodo nonchè uno dei primi film che ho visto grazie a mio padre.Bellissimo articolo Nick.

Nick Parisi. ha detto...

@ Aislinn
Michael Ironside è un grande! Uno dei miei attori preferiti, in grado sia di fare ruoli da buono che da malvagio.
Io ODIO i remake! mi mettono tutti tristezza.
@ FRA.
Bellissimo film, uno dei migliori di quel periodo.

Ferruccio Gianola ha detto...

Bel film Nick e cast meraviglioso:-)

Salomon Xeno ha detto...

Io adoro il trittico SF di Verhoeven. Qui poi Schwarzy interpreta uno dei ruoli più divertenti della sua carriera, senza fare troppo lo spaccone! E poi, che ritmo!
Purtroppo ho visto anche il trailer del remake, sul quale provo del sano scetticismo (non foss'altro, per le modifiche alla trama).
Fra l'altro, avevo letto che Verhoeven intendeva girare un Minority Report come sequel di Atto di Forza, dove i tre precog sarebbero stati mutanti "importati" da Marte. Non so se sia un falso, ma sarebbe stato divertente!

Ariano Geta ha detto...

Uno dei pochi film in cui il finale ambiguo non mi ha lasciato perplesso. Al contrario, l'ho trovato azzeccatissimo.
E poi bisogna riconoscere che Paul Verhoven sarà pure un regista "commerciale", però è maledettamente bravo a maneggiare un film.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ferru.
Gran film davvero!
@Salomon.
Anche io l' ho apprezzato per gli stessi motivi, conoscendo Swarzye, deve essere stato veramente difficile per lui fare un personaggio non spaccone.
Non conoscevo il particolare su Minority Report, sarebbe stata una cosa simpatica se l' avessero fatto sul serio in questa maniera.
Sul remake che ti posso dire?Sai che io ritengo inutili almeno il 99% dei remake e temo che nemmeno quello di ATTO DI FORZA farà eccezione! :(

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano.
Una delle poche cose che odio più di un remake sono proprio i finali aperti, mi sembrano solo un modo per prendere biecamente per il culo gli spettatori. ATTO DI FORZA forse è una delle poche eccezioni valide, lì il finale aperto ci sta pienamente, in maniera azzeccata.

Gian DeSteja ha detto...

Gran film, a tratti indimenticabile (ad esempio la ragazza con triplo seno). ;)

P.S: Credo ci sia un piccolo errore qui: "Ma, del resto, la parola straniamento è probabilmente la più indicata per descrivere la trama di BASIC INSTINCT, "liberamente tratto" da Ricordiamo per Voi (We Can Remember It For You Wholesale) un racconto di Philip K. Dick." Anche a me la Stone manda fuori di testa, ma mi sa che il film in questione è Total Recall, per l'appunto. ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Gian.
Cioè fammi capire....uno dei film più importanti di un era E tu ricordi solo la ragazza col triplo seno? XD XD XD
Mi sa che non eri il solo.:P
Errore corretto.
La Stone aveva il suo perchè nel 1990.

TIM ha detto...

come trasposizione di un filma da Dick, io preferisco sicuramente Minority Report, ma anche questo fa la sua porca figura. L'unica cosa che mi ha dato un po' da pensare è una certa leggerezza (nel senso di vena umoristica) nella trama. Per il resto è da promuovere. Così come la tua recensione!
P.S. ho notato che sei stato molto breve, stavolta. Non è che ce l'hai con P. Dick? sai quanto ci tengo...

angie ha detto...

Santo cielo, non me lo ricordo, ma deve'essere davvero interessante.., comunque sia la realtà... e come me tu lo sai bene....è molto difficile da definire...in un attimo tutto passa, e le cose cambiano...continuamente....
Vorrei che tu leggessi quello che ti ho scritto sotto il tuo commento...relativo al raccontino sull'Antartide.
Ciao Angie

Gabriel ha detto...

Beautiful post. Philip K. Dick has always been my favorite sci-fi writer and you truly capture his essence on the matters of reality perception. The movie is not one of my favorites (because of its noisy action scenes), but i understand it's significance and you did a great job writing about it.

Nick Parisi. ha detto...

@ TIM.
Su Dick prima o poi leggerai un mio parere sul FUTURO E' TORNATO, a me non è che Philip K. Dick non piaccia, anzi. Direi che ci sono alcune cose che apprezzo molto, ci sono però alcune cose che non mi piacciono, tipo la mitizzazione post-mortem, la continua ristampa di testi anche laddove non ce ne sarebbe bisogno, poi su diversi aspetti riconosco che non è uno scrittore che è sempre nelle mie corde.
Però ti assicuro che la mia recensione è più breve del solito solo a causa del caldo e della stanchezza. ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Angie.
Ti ho appena risposto. Per me sarebbe un piacere aiutarti con quel racconto. Dovremmo farlo a settembre, ti andrebbe bene?

Nick Parisi. ha detto...

@ Gabriel.
Thanks for the compliments! Dick was a master in the analysis of various forms of reality.
TOTAL RECALL I liked, maybe because I saw him in an important period of my life, maybe that's why I idolized, but believe me I liked it a lot more than many other films "inspired" by the works of Dick. Perhaps thanks to the excellent cast in this film.

TIM ha detto...

la mia osservazione era solo tanto per scherzare, proprio a causa del caldo e della stanchezza! Anche a me da' fastidio che la Fanucci continui a ripubblicare in continuazione sempre le stesse opere solo perché ancora c'è mercato; e questo è svilire l'opera di Dick, che morì povero e abbandonato da tutti!

Nick Parisi. ha detto...

@ TIM.
Mi fa piacere sentirlo anche se non avevo dubbi in proposito.
Sulle continue ristampe Fanucci siamo d'accordo in pieno.

Lady Simmons ha detto...

Quanto ti voglio bene per questo post.
Questo pub (Nocturnia) resta sempre il mio preferito!
Adoro Total Recall, quando l'ho visto la prima volta mi ha letteralmente entusiasmato.
Fantascienza pura, realtà ambigue, effetti speciali (allora erano portentosi!!!).
SOno curiosa di guardare il remake, anche se sono un oo' scettica.
I remake ultimamente fanno abbastanza noia.

Nick Parisi. ha detto...

@ Lady Simmons.
Quel film mi ha divertito per settimane, meritava una citazione.
Sui remake ribadisco la mia idea, spesso sono solo un modo per fare soldi facili e per nascondere una grossa mancanza di idee.

Romina Tamerici ha detto...

"La paura di non poter più definire quale fosse "la" o" le realtà" per poterle differenziare dall'illusione." Una frase un po' alla Matrix, no? Matrix è uno dei miei film di fantascienza preferiti (è anche uno dei pochi che ho visto).

Per il resto non ho visto il film di cui parli, ma un giorno chissà!

Nick Parisi. ha detto...

@ Romina.
Non sei molto lontana dalla realtà, la trilogia di MATRIX pesca molto dall'immaginario dickiano, in maniera non aperta magari in modo sotterraneo, ma diciamo pure che Philip K. Dick è uno scrittore che ha posto molte delle basi che sono state poi usate da altri come i fratelli Warchowski.

Fainting Spell ha detto...

Remake! >.<

Nick Parisi. ha detto...

@ Fainting Spell.
:( :( :(

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...