NENIE PER UN MONDO TRUMPIZZATO!

(REQUIEM FOR A TRUMP-ISED WORLD!)

Più o meno di questi tempi all'incirca un anno fa facevo uscire il mio post propositivo per l'anno 2017, che stava appena cominciando.
A rileggerlo oggi dopo più di 365 giorni passati, mi fa uno strano effetto, sopratutto perché mi sono reso conto che non sono riuscito a realizzare molte delle cose che avrei voluto compiere e che mi ero ripromesso di fare.
Inoltre, beh.....ci sono altre considerazioni che potrei riscrivere paro paro anche adesso come se niente fosse accaduto nel frattempo.



Intendiamoci, non sarà un post carico di lamentele o di rimpianti, scrivo queste cose per chiarire meglio quanto scriverò più sotto, rimane però la sensazione di un 2017 come di un'annata sospesa a metà per il sottoscritto.
L'anno scorso mi sono capitate diverse cose positive, rimanendo nell'ambito specifico del settore: la seconda finale consecutiva del Premio Italia, lo sbarco su PodCast dei miei Nocturnia -Files, alcune miei interviste inedite pubblicate sulla rivista cartacea Andromeda e tanto altro.
Mentre per quanto riguarda la cosiddetta "vita vera", il 2017 è stato anche l'anno del mio ritorno sul mercato del lavoro e- non importa il fatto che adesso io abbia ripreso a cercare una occupazione- questo ha rappresentato un primo importante passo verso la soluzione definitiva.


Però il rovescio della medaglia è stato che la maggior parte di queste occupazioni sono state a tempo determinato (e fin qui niente da dire, l'ho accettato e l'accetto senza problemi) oppure part-time con lunghi spezzati tra un'ora di lavoro e un'altra (e questo significava uscire la mattina, tornare la sera o la notte tardi e rendersi conto di aver lavorato -e di essere stati pagati-solo per tre o quattro ore.)
Tutto il resto era il nulla più assoluto.

Tra orari di lavoro dati e poi subito cambiati, trasformati; alterati anche più volte al giorno, tra continue richieste di adattamenti ulteriori laddove ci si stupiva anche se in mezzo a centinaia di si il sottoscritto si permetteva anche di dire qualche no di tanto in tanto ne ha risentito tutto quanto il resto: ne  risentiva la vita privata, ne risentiva la vita familiare, ne risentiva qualsiasi altro progetto di vita (come si fa a cercare un lavoro migliore se comunque sei bloccato per tutta la giornata?)
Però non mi lamento sono state esperienze di vita anche quelle, piuttosto formative anzichenò
ed alla fine sono contento di averle fatte e di aver conosciuto quelle aziende.
Tutto legale, aziende anche correttissime ve lo assicuro, che ringrazio per l'occasione datami, semplicemente ho bisogno di qualcosa di più definito, continuato e meno spezzato di quel tipo di lavoro.
Però ne ha risentito anche il blog chiuso per mesi.
Già, il blog.
Sono cosciente di aver perso un anno, di aver perso lettori e commentatori ma anche quello fa parte  del  gioco.

Una volta rientrato ho riscontrato un po ovunque tra i miei colleghi un clima di stanchezza generalizzata, di rinuncia quasi, perfino di smobilitazione.
La sensazione che si respira sembra essere quella di una sconfitta dei blog col loro bagaglio di informazioni rispetto ad un mondo 4.0 in cui le comunicazioni scorrono veloci sui social, col loro bagaglio di spizzichi, bocconi e fake news
E del resto come si fa ad essere propositivi in tempi dove la più grande democrazia al Mondo ti elegge uno come  Trump come presidente?
Ed io che pensavo che avessimo toccato il fondo già con George W. Bush detto anche  "TiInvadol'IraqCosìMiDistraggoUnPo". Bush. 
Che illuso che ero, vero?

Insomma tra Twitterate sempre più improbabili da parte dell'attuale inquilino della Casa Bianca, pettinature con riporti alla nido di rondine,scandali e lotte pulsanti  del Nucleare uno più grande dell'altro tra il magnate ed il suo compagnuccio dell'asilo Nord Coreano la sensazione di star sprofondando in un Universo sempre più simile a quello di Zardoz rimane.
Per il resto tra Catalognate dure e pure, Brexitamenti "a la Carte"; Referendum Lombardo-Veneti che potevano anche essere risparmiati (e scusate se la butto in politica ma non riesco più a sopportare le ipocrisie ondivaghe del partito legaiolo che quando gli fa comodo si erge a movimento sovranista salvo poi continuare all'interno dei territori ad avere comportamenti autonomisti quando non strettamente secessionisti. E decidetevi una buona volta,no?); Renzusconismi a corrente alternata non è che ci sarebbero molto da stare allegri.
E allora cosa si fa, chiudiamo bottega tutti quanti? Lasciamo perdere ?
Col cavolo! E perdonatemi il mancato francesismo.

Perché, vedete alla fine quello che conta, è la fottuta maledetta passionaccia e quello niente e nessuno potrà mai cancellarla, esiste un solo modo per non lasciarsi abbattere, per ribadire il nostro personale NO all'attuale stato delle cose. Per continuare a divertirsi con le proprie passioni e perché no, a compiere una sorta di resistenza civile personale dimostrando che la rete non è solo fake news o circoletti di gomblottisti (o circoletti tout court).
E non solo nella rete.

Quindi eccomi a riaprire,quest'anno non faccio programmi, non compio promesse, sarà una sorta di diario più o meno giornaliero, più o meno settimanale alla come va va.
Magari alcune cose non ci saranno più, vedremo....




Magari tutto funzionerà anche meglio, chi lo sa?

24 commenti:

Bara Volante ha detto...

Non lo avrei mai pensato, ma hanno trovato uno che forse sarà in grado di fare più danni del vecchio George Dabliù (gulp!). Cheers

Ariano Geta ha detto...

Buona riapertura Nick, bentornato!
E comunque, riguardo Trump e l'esempio che da al mondo secondo me ti sbagli: lui ha fornito il giusto modello comportamentale. Infatti ti dico: io ho il blog più grosso del tuo, gne gne gne ;-P
Scherzi a parte, lo scoramento è comprensibile (se solo penso che a breve si voterà dovendo scegliere tra Renzi, Salvini e Di Maio mi viene voglia di chiedere asilo politico all'Iran) però d'altronde ognuno deve vivere la sua epoca. I nostri nonni sono sopravvissuti al ventennio fascista, alla guerra e alla ricostruzione, noi prenderemo esempio dalla loro capacità di sopportazione ;-)

Nick Parisi. ha detto...

@ Bara Volante
Infatti, mai nella vita avrei immaginato qualcosa del genere, in molti qui da noi si consolano pensando a quanto gli italiani sono stati presi in giro per via di Berlusconi, a me personalmente la cosa non consola per niente.
Saluti e grazie di tutto.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
Saluti anche a te vecchio mio.
Penso con raccapriccio a queste elezioni, qui non si tratta più come per il passato di scegliere il migliore o il meno peggiore.In questo caso tutti hanno contribuito allo sfascio del nostro paese, ma come dici tu, se i nostri nonni sono sopravvissuti alla immane tragedia della seconda guerra mondiale noi sicuramente supereremo questi momenti che sono infinitamente meno gravi.

Coriolano ha detto...

Sul Trump e annessi & connessi la situazione è molto più complessa e incasinata di quel che sembra, o meglio ci viene raccontato, e se mi sarà possibile ci scriverò sopra qualcosa, anche se so già da ora che ciò mi renderà molto molto molto impopolare.

Per ora bentornato e ci risente alla prossima.

Nick Parisi. ha detto...

@ Coriolano
Leggerò con piacere quanto scriverai su Trump,poi sono convinto anche io che la situazione su Trump sia molto più complessa di quanto sembri, altrimenti Trump -se avesse potuto contare solo sul voto dei fanatici e degli illetterati-non avrebbe vinto.
Riguardo ad altre cose, tipo la Brexit la mia sensazione personale è che gli inglesi si siano resi conto di aver combinato una enorme cazzata ma che non lo vogliano ammettere per una sorta di loro malcelato orgoglio nazionalistico.
Grazie per il bentornato, e a prestissimo.

Diego ha detto...

Aspetta, aspetta, che tra poco torna pure il caro, vecchio Silvione nazionale. :-)
Posso dire il mondo dei blog, rispetto al marasma social mi sembra un'oasi di pace?
Laggiù si scannano su qualsiasi cosa, qui si legge, si commenta, si scoprono cose nuove. Ci si rilassa, insomma.
Io me lo godo così.
Bentornato!

Massimo Citi ha detto...

Un panorama completo di una situazione talmente tragica che è difficile non morire dal ridere. Sì, non è possibile che sparare a caso, se non altro perché non è facile riconoscere amici e nemici nella melma nella quale sguazziamo. Finché tieni duro tu ci sono anch'io, anche se il mondo dei blog somiglia molto a un circo dimenticato.

Alessia H.V. ha detto...

Detto come si dice qui: te l’appoggio mbare! Ovvero concordo su tutto. Sto entrando nel mondo del lavoro adesso e sto scoprendo quanto cacchio è importante avere una passione e amare qualcosa, ti fa sentire vivo a prescindere da quello che ti circonda.
Sulla politica non commento, non si può esprimere nessun parere che riesca a ritrarre perfettamente la situazione in cui siamo, sia in Italia che all’estero.

Nick Parisi. ha detto...

@ Diego
Ehhhhhhhhhh, so che i sondaggi danno vincente il Silvione, purtroppo.... ;)
Da parte mia non so se riuscirei a sopportare un altro quinquennio assieme ai vai Brunetta; Calderoli; Santanché; Gelmini;Gasparri e La Russa....ricordo ancora come hanno lasciato l'Italia nel 2011....che se siamo arrivati ai Governi Tecnici e ai vari Monti & Fornero è stato anche a causa delle cazzate dei suddetti signori che hanno pensato solo ai cavolacci loro e a quelli del Berlusca mentre la crisi internazionale arrivava da noi.
Ricordo ancora l'infelice battuta di B. sui "ristoranti sempre pieni" mentre lo spread arrivava a 511 punti.
Bahhhhhh! :(
Con questo non sto nemmeno dalla parte di Renzi,mi è bastato il Job's Act....:(
Insomma mai come quest'anno non saprei chi votare.....

Nick Parisi. ha detto...

@ Massimo Citi
Il mio programma sarebbe quello di tenere duro col blog perlomeno tutto quest'anno, poi si vedrà.
Magari cambierò qualche formula, ad esempio il Franken-Meme che nel 2017 (non mi nascondo dietro ad un dito) ha avuto meno seguito rispetto agli anni precedenti, ma anche questo fa parte del gioco, magari quest'anno o non lo ripropongo per niente o cambio formula.
Insomma amico mio, ci siamo e ci rimaniamo nella rete con forza.

Nick Parisi. ha detto...

@ Alessia H.V.
Tieni duro, mi raccomando, gli inizi sul mercato del lavoro sono sempre molto pesante, ma vedrai che la sfangherai alla grande. :)
In quanto alla politica, di solito non ne parlo sul blog, solo che ogni tanto bisogna farlo anche perché vivendo in questa realtà vorrei proprio che fosse migliore di quello che è diventata.
Sia per quelli della mia età sia per i giovani come te.
Grazie per il sostegno. ;)

Marco Lazzara ha detto...

Beh, l'alternativa a Trump era la Clinton, che - diciamocelo - non era granché come alternativa. La colpa è dei due partiti principali che non sono stati in grado di portare dei candidati credibili. Quindi è ovvio che poi vinca l'incredibile. E che poi succeda l'irreparabile.

Per quanto riguarda il discorso che fai sul blog, io direi che le motivazioni sono diverse, ma credo che alcuni abbiano cominciato a stancarsene per la stessa ragione per cui io ho detto basta.
Il blogging e il commento ai post è diventato una forma di ricatto psicologico.
Il che manda a far benedire tutto lo spirito di condivisione che dovrebbe avere la rete.

Pirkaf ha detto...

Bentornato!
Magari non ti commento sempre, ma ti assicuro che mi mancavi. :-)

MikiMoz ha detto...

Immagina che fondo toccheremo se eleggeranno davvero Ophra Comecazzosichiama! XD
La vedo come Lazzara, sulla Clinton.

Per il lavoro, che dirti, sempre dritto e a testa alta, che tutto si sistema da sé :)
Col blog devi fare come meglio senti PER TE.
Il Franken Meme mio sta arrivando, eh^^

Moz-

Clementina Daniela Sanguanini ha detto...

Buon anno, carissimo Nick e buona riapertura! :-))
La penso come Miki Moz, un po’ su tutto, incluse le previsioni su Ophra :-D .
Non permettere a niente e nessuno di angosciarti, resta centrato su te stesso, vai avanti per la tua strada e, anche nel lavoro, vedrai che le cose si aggiusteranno da sole.
D’accordo, a guardarci intorno non si può far a meno di vedere disastri, ma la storia ci insegna che di periodi tanto contrastati ce ne sono sempre stati. E non bisogna mai dare per scontato nulla… la situazione potrebbe anche ribaltarsi: mai disperare!
Sul piano personale, poi, aggiungo che a volte la vita ci mette di fronte a situazioni curiose per offrirci l’opportunità di comprendere cosa vogliamo veramente. Di fatto, siamo tutti pronti a dire cosa non ci piace e cosa non vorremmo, ma se si tratta di mettere a fuoco cosa desideriamo sul serio ci si offusca la vista. Perciò ribadisco il concetto: rimani centrato su te stesso, ascolta la tua parte più profonda e segui i suoi consigli!

Nick Parisi. ha detto...

@ Marco Lazzara
Sulla Clinton sono perfettamente d'accordo con te, non era certo la candidatura migliore per convincere l'elettorato popolare, i ceti medi l'hanno vista come una rappresentante delle elite. Mi chiedo cosa sarebbe accaduto se al suo posto ci fosse stato Bernie Sanders.
Del resto credo che anche in Italia se dovesse vincere il Centro Destra, B e soci dovranno dire grazie a tutti gli errori del PD in questi anni, dal Job's Act alla gestione opaca delle Banche e all'evidente conflitto d'interessi della Boschi in proposito.
A prestissimo amico, ci sentiamo presto. ;))))))

Nick Parisi. ha detto...

@ Pirkaf
Ne sono certo.
Grazie e a prestissimo!

Nick Parisi. ha detto...

@ MikiMOz
Ah beh Oprah sarebbe veramente l'ultimo gradino, non per lei personalmente ma sarebbe come se in Italia venisse eletta come presidente del consiglio o della repubblica la Maria de Filippi, e poi cosa facciamo per eleggere i deputati,le selezioni musicali come ad "Amici"? :P

Riguardo al blog, certo che farò quello che mi farà stare bene, le mie considerazioni si basavano sulla situazione generale del web, che non è molto esaltante.
Poi è ovvio che la preoccupazione per il lavoro a volte rende i miei post un poco cupetti,ma si tratta di momenti che passano....;)
Un abbraccio e a presto.

Nick Parisi. ha detto...

@ Clementina Daniela Sanguanini
Grazie per le splendide parole, vengono dal cuore e le ricevo con piacere.
Sicuramente non mi lascio abbattere, a volte è uno scoramento momentaneo,però ti assicuro per quanto riguarda il blog questo non mi lascerà condizionare.
Un abbraccio e a prestissimo.

Obsidian M ha detto...

Gli Stati Uniti sono la più grande democrazia del mondo? Non l'avrei mai detto. Non è così oggi così come non lo è stata mai. Nemmeno se risaliamo ai tempi dei padri fondatori.
Ma in fondo la democrazia esiste, mi chiedo? E' mai esistita? Non riusciamo ad essere democratici nemmeno quando ci guardiamo allo specchio soli soletti nel nostro angusto cessetto la mattina dopo le abluzioni....
Tutti i fenomeni a cui stiamo assistendo (la minestra politica, lo sfascio culturale, i sensazionalismi) sono lo specchio di ciò che siamo diventati. La cosa terribile è che possiamo diventare anche peggio di così...
PS: Hai presente "Il condominio" di Ballard?

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian M
La democrazia come valore sicuramente esiste. Un certo Winston Churchill una volta ebbe a dichiarare: " la democrazia è il peggiore dei governi possibili, purtroppo finora, non siamo riusciti a trovarne uno migliore!" ;)
Si, ho presente Ballard, anche se ammetto di averci pensato solo dopo che me l'avevi ricordato tu.

cristiana2011 ha detto...

Finalmente Nick!
Il tuo ritorno annuncia senz'altro qualcosa di nuovo e d'interessante.
Purtroppo siamo nelle mani di irresponsabili e tutti tendono a destra dimenticando, o facendo finta, a cosa portarono quei regimi.
Quando sento Salvini dire " QUANDO SARO' AL GOVERNO" mi sembra impossibile che siamo arrivati a questo punto , grazie anche ad una sinistra inetta e litigiosa.
Cri

Nick Parisi. ha detto...

@ cristiana2011
Riguardo alle elezioni temo proprio che se perderà il centro sinistra dovrà incolpare sé stesso, il problema vero è che da anni ormai i dirigenti di quel partito ed anche la maggioranza dei loro rappresentanti politici vivono nelle loro personali torri d'avorio senza né ascoltare e nemmeno capire i bisogni dei cittadini.
In quanto alla Lega,quantomeno ai miei occhi, è il partito più colpevole di tutti dell'attuale situazione di sfascio della concordia tra gli italiani. Per decenni ha soffiato sulle braci dell'intolleranza e ha spinto il Nord del paese contro il Sud aumentando il razzismo di una parte d'italia contro l'altra, non bastano le recenti giravolte politiche di Salvini a farmi dimenticare questo passato.
Vedremo come andranno a finire queste elezioni, io però non è che sia tanto ottimista....

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...