ZAGORIANO PER PASSIONE: TALKING ABOUT MORENO BURATTINI.

Marzo sarà un mese importante per Nocturnia, ci sarà un certo anniversario, per questo si aprirà e si chiuderà con delle interviste, in più a breve ci sarà una grossa novità dedicata al mondo della Fantascienza.
Ma è ancora presto per poterne parlare.
Il momento verrà prima di quanto pensiate, per ora vi annuncio la prossima intervista.
Stavolta entriamo nel mondo del fumetto italiano.




A scorrere oggi le liste di molti degli attuali professionisti del settore fumetto in Italia, si noterà un grande denominatore comune: la maggior parte degli sceneggiatori, disegnatori, redattori e perfino molti tra i gli "editors" provengono dal mondo del fandom.
Un cammino virtuoso, che comincia solitamente negli anni Settanta\Ottanta con la creazione di fanzine - piccole riviste amatoriali, create da appassionati, in ciclostile o in fotocopia- con nomi fantasiosi come FUMO DI CHINA (diventata col tempo rivista vera e propria); COLLEZIONARE;GLAMAZONIA; LINEA CHIARA, ma potrei andare avanti a lungo- che rendevano più vivo l'ambiente della critica e del disegno.
Certo era un mondo che poteva disporre di un bacino di lettori più alto di quello attuale,che aveva più pubblicazioni, che poteva permettersi raffinate riviste contenitore in cui venivano ospitati fianco a fianco comics underground e fumetti d'autore italiani e francesi.

Ma da quel mondo, come dicevo si sono formati molti degli attuali "seniors" del Fumetto Italico.

Moreno Burattini, è una di quelle persone.
Toscano purosangue, anno 1962, segni particolari: la lettura (in particolare fantascienza e i Comics ) come passioni talmente forti che lo portano a laurearsi all'università di Firenze con una tesi di laurea sui fumetti.

La passione è talmente forte che nel 1985 con alcuni amici fonda la fanzine COLLEZIONARE, in cui nei circa sette anni di vita si fa notare quasi subito dagli esperti del settore, per l'attenzione dedicata all'aspetto grafico e storico del fumetto.
In quegli anni comincia a scrivere le storie del suo primo personaggio "Battista il Collezionista.".

Pian piano arrivano i primi lavori per case editrici professionistiche, prima con la defunta ACME Comics con sceneggiature e redazionali per LUPO ALBERTO e CATTIVIK, mentre contemporaneamente, prosegue l'attività di critico e recensore con la rivista DIME PRESS, fondata nel 1992, interamente dedicata ai temi Bonelliani.


Zagor - Copyright SBE.
Ed è proprio Sergio Bonelli, che lo chiama nel 1991 a collaborare all'interno della casa editrice.
Il compito di Moreno Burattini sarà proprio quello di scrivere sceneggiature per uno dei personaggi storici della Casa editrice: ZAGOR. Il personaggio all'epoca non viveva una fase facile del suo percorso editoriale, certo la Bonelli capitalizzava su di sè ancora il grosso successo di vendite della testata DYLAN DOG, ma per altri personaggi come ZAGOR e MISTER NO, le cose non erano esattamente rose e fiori.

Negli anni, il ragazzo pistoiese, diventa lo sceneggiatore più prolifico della serie, superando per numero di storie scritte lo stesso Segio Bonelli \Guido Nolitta, che del personaggio è stato anche creatore.
E pian piano le vendite risalgono.


Arrivano anche i primi riconoscimenti del settore: il premio ANAFI come miglior soggettista e il premio FUMO DI CHINA come miglior autore di storie umoristiche, entrambi nell'anno 1995. Più recentemente Moreno viene premiato a Lucca Comics nel 2003 sempre come miglior sceneggiatore e nel 2006 bissa col premio Cartoomics.

Sei anni fa Burattini, ormai a suo agio con le atmosfere "Zagoriane" diventa curatore della testata.
Il resto è storia, ZAGOR ha da poco superato la boa dei cinquant'anni di vita, ha alle sue spalle più di seicento numeri della collana a lui dedicata, evento più unico che raro per un fumetto italiano.
Ha vissuto momenti felici e momenti di vendite così e così, eppure è ancora qui,oggi a navigare per mari più tranquilli.
Un character classico, magari non innovativo, ma senpre fedele a sè stesso e ai suoi lettori.
E gran parte del merito va dato alle storie e alla cura editoriale di Moreno Burattini.


Ho contattato Moreno Burattini all'epoca del mio servizio sui FILM TURCHI di Zagor, e ne ho approfittato per chiederli una piccola intervista.
Inutile dire che, tra pochi giorni la leggerete quì su Nocturnia.

17 commenti:

Gian DeSteja ha detto...

Bella notizia! Aspetto con trepidazione l'intervista! ;)

Eddy ha detto...

Cosa che l'è che succede a marso? ;)
Attendo intervista, caro!

Melinda ha detto...

Questa non me la voglio proprio perdere!
Che lavoro interessante c'è dietro un fumetto.
Tengo d'occhio il blogroll Nick :D

TIM ha detto...

Complimentoni per tutto!

Nick ha detto...

@ Gian.
Non dovrai aspettare molto, è una promessa.
@ Eddy.
Non me lo ricordo molto, bene, so solo che c'eri pure tu. XD XD XD
@ Melinda.
Di lavoro ce n'è molto dietro un fumetto, questo te lo posso garantire perchè nel mio piccolo ne ho fatto qualcuno anche io, ma su piccolissime fanzine.
@ TIM.
Grazie mille.

elgraeco ha detto...

E bravo! Dico davvero. ;)

Melinda ha detto...

Bene, non finisci di stupirmi :D

Nick ha detto...

@ Elgraeco.
Grazie, si fa quel che si può. ;)
@ Melinda.
Vecchissime storie, a rivederle oggi sembrano fatte da un' altra persona.

Lisa Corradini ha detto...

Beh,ora che ti sei lanciato con le interviste non è che mi diventi una testata giornalistica?!
Bel lavoro Nick

Lady Simmons ha detto...

Di Zagor ho un ricordo pazzesco, legato all'infanzia perchè mio nonno impazziva per lui e aveva una pila di fumetti.
E mio nonno non era uomo da fumetti.
Sono stati i primi fumetti che ho letto, e sono una pietra miliare della letteratura a fumetti italiana. Qualcosa di nazionale di cui essere orgogliosi. E per i lettori è davvero importante che i propri personaggi mantengano coerenza nel tempo.
Ottima intervista Nick!

Nick ha detto...

@ Lisa Corradini.
Impossibile! :)
Rimarrò sempre orgogliosamente un blogger indipendente. :D
Le interviste sono una cosa a cui tengo molto, perchè mi danno l'occasione di poter stringere belle amicizie con gli autori però, ci sarà sempre tanto altro nel blog. :D
@ Lady Simmons.
Zagor era un fumetto che leggevo spesoo da bambino, assieme al Topolino Mondadoriano e a Jacovitti, poi l'avevo lasciato da parte per alcuni anni. Nel 2000 l'ho ripreso e sono felicissimo di averlo fatto.

Michela ha detto...

E un altro colpaccio in arrivo eh? :)

Nick ha detto...

@ Michela.
E non ci fermiamo certo quì. Ma il merito è sempre degli intervistati.

EDU ha detto...

Attendo di leggere l'intervista a Burattini e le altre novità
Un saluto e buon lavoro
Edu

Nick ha detto...

@ EDU.
Una novità in particolare dovrebbe essere piacevolemente succosa. ;)

angie ha detto...

Centro ancora una volta, perfetto, poi sai che amo molto il fumetto Dylan Dog, a dire il vero qualche anno fa mi piaceva molto anche Zagor...
L'aspetto con impazienza....
Grazie
Angie

Nick ha detto...

@ Angie.
Gentilissima come sempre. Ne approfitto per scusarmi per la mia scarsa presenza sui vostri blog di questa settimana, ma tra gli adempiemnti burocratici per ottenere quello che mi spetta dal mio attuale lavoro e la ricerca di qualcos' altro
sono abbastanza pieno.
Vedrò di recuperare nel week-end.
E' una promessa.

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...