DISEGNATORE PER AMORE: TALKING ABOUT MICHAEL ALLRED.


Una nuova intervista comparirà a breve su questo Blog. Dopo aver ospitato numerosi scrittori, stavolta cambiamo leggermente il campo d'osservazione, pubblicando una piccola chiacchierata con un disegnatore di fumetti.
Una intervista un pelo diversa dalle altre, magari più essenziale, meno ciarliera ma altrettanto ,se non di più, sentita delle precedenti. L'intervistato di questo "giro"
è uno che preferisce far parlare le sue illustrazioni, illustrazioni, peraltro conosciute in tutto il mondo. Oltretutto mi ha anche stupito rimandandomi indietro, dopo neanche due ore, l'intervista che gli avevo inviata- con qualche piccola compartecipazione di sua moglie ad un paio di risposte- questa potrebbe essere la mia l'ultima intervista almeno per qualche settimana; non che non ne voglia fare più, semplicemente che ne ho almeno cinque "fuori", di cui alcune inviate anche due mesi fa e finché non me ne ritornano indietro almeno la metà non ne preparerò altre.


Le interviste sono importanti per me,è un qualcosa che differenza Nocturnia, ma non devono nè dovranno mai diventare la parte preponderante a scapito delle altre, nè l'unico elemento ad apparire su questo Blog.
Ma di questo parlerò in un altra occasione.

Adesso lasciamo lo spazio, com'è giusto che sia a Michael Allred.

Michael Dalton Allred comincia disegnare nel 1989, per quelli che, in quel periodo vengono chiamati negli USA Editori Indipendenti, cioè case editrici medio-piccole sorte negli anni Ottanta e che cercarono di rompere con prodotti alternativi il monopolio dei due colossi Marvel e D.C.. Allred quasi subito si fa notare col suo personalissimo stile debitore della Pop Art e degli illustratori degli anni Cinquanta.
E immediatamente, crea anche il suo personaggio di maggior successo,quello per cui è ancora oggi associato: Madman.


PICCOLA NOTA TECNICA.
Il personaggio viene creato in una fumetto ormai,non facilmente rintracciabile : Creatures of the Id della Caliber Press, un editore ormai scomparso da anni. La Caliber rilancia in seguito con una miniserie intitolata GRAPHIK MUZIK nel 1990.
Del personaggio s'innamora Kevin Eastman, uno dei creatori delle Tartarughe Ninja, che quando lancia una sua casa Editrice dedicherà allo strano eroe THE ODDITY ODISSEY una miniserie di gran successo
.
In seguito Madman passerà prima nella mani della Dark Horse e poi della Image Comics, costruendosi un suo universo sempre più stupefacente fino ad arrivare anche ad un divertentissimo incontro con Superman, una delle lggende del fumetto USA.


TRA DISEGNO E REALTA'.
Madman o meglio Frank Einstein, cosí chiamato in omaggio a Frank Sinatra, e ad Albert Einstein è un giovane senza alcun ricordo del suo passato, in compenso si ritrova il corpo pieno di cicatrici. Dopo le prime avventure il ragazzo comincerá a portare un costume bianco e nelle sue avventure nell'immaginaria Snap City capiterà di tutto:da Alieni e Robot innamorati fino a beatnick mutanti, da scienziati pazzi o semplicemente fanatici a fantasmi e sirene che parlano solo in Spagnolo per concludere con Agenti Segreti sinoamericani esperti di arti Marziali.



Allred coadiuvato anche dai colori della moglie Laura immette nel fumetto tutta la sua poetica un po' folle fatta di richiami alla poetica Grundge,e dai film horror e di fantascienza di serie B, non a caso, i cineasti Kevin Smith e Robert Rodriguez, diventeranno ottimi amici della coppia, condividendone la filosofia artistica.
Nelle storie di Madman può capitare di tutto, perfino che il personaggio affronti un lungo monologo interiore su Dio e sulla sua esistenza proprio mentre affronta uno schifosissimo ed improponibile mostro.
O che uno dei comprimari trasformi sè stesso in un immenso cervello che si perde nello Spazio. Ma sarà l'amore ricambiato per la bella Joad occupare la maggior parte delle pagine del Comics,un amore quotidiano nella /sua normalità, eppure scoordinato in tutta la sua fumettositá.




Il disegnatore grazie al suo tratto personale diventa uno degli artisti più riconoscibili e ricercati del panorama americano, spesso candidato ai maggiori Premi del settore come gli Harvey Award,mantiene una visibilità altissima, al punto che la stessa Marvelall' inizio del nuovo secolo gli affida i disegni della X-Force una della maggiori serie della galassia Mutante, ma nonostante la critica favorevole molti dei vecchi lettori non accetteranno mai i cambiamenti imposti da Allred e dallo sceneggiatore Peter Milligan e neanche un cambio della Testata in X-Statix salverà la serie dalla chiusura.

Questo in definitiva sarà l'unico insuccesso nella carriera dell'artista, Michael Allred che, tra parentesi è anche un ottimo musicista, non solo viene chiamato dalla D.C per disegnare iZOMBIE (ne ho parlato QUI ) ma fonda anche una sua casa editrice la AAA POP con cui continua a pubblicare i "suoi" fumetti.


Cosa ne dite: avete voglia di leggere anche questa nuova intervista?
Il Copyright delle immagini è della AAA POP COMICS.



21 commenti:

MrJamesFord ha detto...

Grandissimo Mike Allred!
Ho sempre adorato il suo Madman!

Fra Moretta ha detto...

Certo che si adoro Mike Allred:-)

Nick ha detto...

@ MrJamesFord.
Benvenuto su Nocturnia! :)
Siamo in due. ;)
@ Fra Moretta.
Benissimo. Pochi giorni d'attesa vecchio mio. ;)

Ferruccio gianola ha detto...

Confesso che non lo conosco... ma ancora più vergognosamente devo dire che dei fumetti sono sempre stato più interessato alle storie che ai disegni. solo da quando bloggo sto facendo "ballare l'occhio2 come dicono dalle mie parti

Nick ha detto...

@ Ferru.
Non c'è assolutamente da vergognarsi di non conoscere le cose, anzi...
L'importante è fare come fai tu: mantenere sempre la mente aperta. :D

MrJamesFord ha detto...

A dire il vero bazzico da un pò, ma il vecchio Mike meritava la rottura del silenzio! :)

Nick ha detto...

@ MrJamesFord.
Doppiamente felice di questa rottura del silenzio, allora! ;)
Il buon vecchio Mike assieme a Matt Wagner; Mike Mignola e altri due o tre è tra i miei disegnatori preferiti.

Melinda ha detto...

Bene bene, la situazione si fa interessante...sono prontissima anche a quest'altra intervista, diversa dalle altre...variare un po' non ci dispiace.
Attendo ;)

P.s. E speriamo che le altre interviste tornino presto a casa :D

Nick ha detto...

@ Melinda.
Sarà un intervista un poco diversa dalle altre anche perché Allred non è uno scrittore abituato a lavorare con le parole quindi sarà un poco più essenziale nelle risposte ma ultrasimpaticissimo.

Spero anche io che le altre interviste ritornino indietro anche perché sono fatte tutte con pezzi da novanta.

occhio sulle espressioni ha detto...

Tratto inconfondibile, vero, viene anche imitato in certe occasioni.
Attendiamo! :)

Nick ha detto...

@Occhio.
Tratto inconfondibile e che ha fatto scuola.

Ariano Geta ha detto...

Non lo conosco (sono poco aggiornato, lo ammetto) ma mi hai incuriosito.

Nick ha detto...

@ Ariano Geta.
In questo caso è l'appassionato di Fumetti che è in me che salta fuori. ;)

Angelo ha detto...

Questo non è un post, è un teaser! :-)

Nick ha detto...

In che senso? :)

Anonimo ha detto...

Amore sei fantastico,!!!!

Nick ha detto...

Grazie Moglie !!!!
Ricambio. :D

angie ha detto...

Ma ne dubiti....spero di sì...
Un grande saluto Nick
Angie

Nick ha detto...

@ Angie.
Un grandissimo saluto. ;)

michela ha detto...

Che bello Nick, un altro colpaccio :)
Capisco che non vuoi che diventino la cosa principale, le interviste, ma sono di sicuro qualcosa che hai in più di tanti altri :)

Nick ha detto...

@ Michela.
Vero, in questo caso credo che l'intervista sia venuta forse un pochettino più tecnica rispetto a quelle precedenti.
Comunque è quasi pronta, il tempo di fare le ultime correzioni e sistemare le ultime immagini e o stasera o al massimo domani mattina la faccio uscire.

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...