Quello che non ci uccide...

...fa comunque un male boia.



Mi sono preso un paio di giorni di lontananza dalla rete per stanchezza, l'ultimo evento legato al mio posto di lavoro, mi ha fatto scaricare improvvisamente tutta la tensione, la rabbia e le sconfitte accumulate in questi ultimi tre anni.
Tre anni d'incubo, per essere completamente sinceri.
tre anni in cui un Azienda con commesse in tutto il mondo, si è ritrovata senza liquidità..e con i lavoratori in Cassa Integrazione.


Comunque adesso la cosa è arrivata a livelli talmente alti che nessuno di noi ci può fare niente, quindi...
E del resto non credo che la gente passi su Nocturnia (se pure ci passa...Lol) per sentire le mie rogne personali.
Purtroppo in questo periodo tutti hanno problemi, magari anche peggiori dei miei.



Riprendo senza programmi,senza promesse, in questi giorni risponderò alle mail private che mi sono arrivate da parte di alcuni di voi.

Riprendo a scrivere e a postare, anche a girare per i blog (allo stesso modo, fuori, nel cosiddetto mondo reale cercherò di ricomporre i cocci), un altra cosa che sto notando e che si aggiunge alla mia stanchezza e che noto sempre più che la natura della rete sta cambiando: nascono sempre più spesso discussioni sterili, questioni di lana caprina mentre il mondo fuori ci sta franando addosso.
Sempre più spesso assisto al nascere di polemiche e\o discussioni inutili e pretestuose.

Possiamo fare di meglio. Meritiamo di meglio, non credete?
Ne sono ancora convinto, dentro e fuori della Rete. 
voi invece ?

29 commenti:

Artemisia1984 ha detto...

''Quello che non ci uccide...'' fortifica, si dice... Credo che ci stiamo fortificando talmente tanto da diventare rigidi e duri , difficili da penetrare ...ma facili da scalfire. Possiamo fare di meglio, all'interno e all'esterno della rete sicuramente, ma siamo così stanchi..e impietriti che a volte ci lasciamo andare a discussioni inutili che non riescono a toccarci in quel profondo in cui ci barrichiamo per difesa. Stupidi appigli, perché forse è altro che vorremmo dire e fare e non ci riusciamo. Un abbraccio grande Nick

Eddy ha detto...

Ma ti è arrivata la mia mail?
Fammi sapere.

ps: sei rimasto un pilino generico sulle "discussioni sterili", a cosa ti riferisci? Alle ultime sparate sui blogger?

Ariano Geta ha detto...

Se devo essere brutalmente sincero, io sono un po' rassegnato. Ricordo che qualche anno fa un importante esponente politico americano andò in Cina, e io ci scherzai sopra dicendo che questo era il futuro: non sarà l'Occidente ad attrarre la Cina nel mondo della democrazia, ma l'Occidente ad adottare il metodo cinese. Era una battuta, lo rimane, però noto che ormai si parla del futuro del mondo economico e politico indicando i BRICS, che almeno per due quinti (Cina e Russia) non sono propriamente modelli di equità sociale, ma anche per i 3/5 restanti suscitano diverse perplessità, sia pure per ragioni diverse.
Insomma, forse lo meriteremmo pure un mondo migliore, ma non vedo le premesse perché si riesca ad averlo...

Nick Parisi. ha detto...

@ Artemisia.
La stanchezza è un nemico subdolo in quanto tale è il peggiore.
Ne so qualcosa io, specialment ein questi giorni.
Ricambio l'abbraccio.

Nick Parisi. ha detto...

@ Eddy.
Ho visto adesso la tua mail, sono stati giorni un poco incasinati. Scusami. :(
Riguardo alle discussioni sterili mi riferisco ai vari gamberettismi, a coloro che vorrebbero giudicare un libro del 1950 solo secondo i manuali e i canoni moderni, ai vari entusiasmi sul nuovo formato di Urania dimenticando invece il fatto che la cosa più importante dovrebbe essere il contenuto (possibilmente senza tagli) della rivista in questione, a certi commentia post su film da parte di persone che ammettono di non aver visto il film in questione, ma criticano lo stesso la recensione in questione perchè non corrisponde ad altre recensioni in rete (Sic).
Potrei continuare ma credo di averti dato un idea generale riguardo a quello a cui mi riferisco... ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano.
I nuovi padroni del mondo saranno i cinesi , e forse anche gli indiani.
La tua battuta era tragicamnete sincera e profetica, del resto non ci vuole molto a capire che i paesi industrializzati (America e Europa in testa) hanno perso tutti i treni possibili ed immaginabili, non parliamo poi dell'Italia rimasta a dir poco congelata in quest'ultimo ventennio.
Tieni presente che a me i BRICS (Cina; India; Brasile e gli altri) mi sono simpatici come popoli, tradizioni, storia e molte altre cose...sono i loro sistemi politici spesso dittatoriali e la mancanza di equità sociale prima di tutto a scapito della loro stessa popolazione, ma che in molti vorrebbero adattare anche da noi distruggendo lo stato sociale e i diritti acquisiti sul lavoro che mi preoccupano...

Donata Ginevra ha detto...

Sono contenta che sei riapparso zietto, ti ho scritto una mail, fammi sapere se ti è giunta sana e salva, google sta cominciando a dare sui nervetti anche a me con ste mail consegnate (così si dice) ma non lette dai destinatari...ecco, il punto sulle polemiche sterili mi vede dalla tua parte, l'ho notato anche io, ma...vedo che da qualche tempo a questa parte è come se l'elettrocardiogramma della Blogosfera stia segnando una preoccupante calma...come se ci fosse quella calma prima della tempesta che tanto affascina ma spaventa. Mi sento, dentro di me intendo, un po' strana, come se stesse per succedere qualcosa da un momento all'altro. Non se se anche tu hai la mia stessa sensazione ma...non mi lascia tranquilla la cosa, no davvero! :( un abbraccio, a presto!

Nick Parisi. ha detto...

@ Donata.
Ciao anche a te nipotuzza.
Per la tua mail stesso discorso di quella di Eddy.
Scusami, in questi giorni ti rispondo. Scusami. :(
Ho notato anche io un clima strano quasi come di preparazione a qualche altro megaflame.
Spero di sbagliarmi...

Ferruccio Gianola ha detto...

Bisogna essere positivi e motivati e certi che le cose vanno sempre per il meglio a lungo andare, perché le cerchiamo. Quindi gambe in spalla e pedalare anche se ognuno di noi ha il proprio modo di reagire e comportarsi:-)

Nick Parisi. ha detto...

@ Ferru.
L'auspicio è quello. ;)
Grazie.

Maxciti ha detto...

Ciao Nic, molto contento di ritrovarti qui. Spero che ci rimarrai per un po', anche perché se uno non va a vedere cos'ha postato quel farlocco di Nic, perché diavolo perde tempo sul web?
Quanto alle discussioni sterili so di cosa parli, ma certi elementi non fanno parte del mio giro e dei loro pareri me ne s... con la rincorsa. Anche quando hanno ragione - può succedere perfino questo, nel nostro pazzo mondo - hanno un modo talmente irritante di prendere posizione che vien voglia di contraddirli per il puro piacere di farlo. Quindi niente da fare, evito e buonanotte.
D'altro canto il web è diventato lo sfogatoio di una quantità impressionante di individui ignoranti, impreparati e piendiloro e può capitare, come capita a me ascoltando casualmente i discorsi di tanta gente in coda dal verduriere, di desiderare che una catastrofe spazzi via per sempre gli idioti felici di esserlo. Ma in fondo, anche se sono ateo, sono buono e ignoro. «Non ti curar di loro...» diceva uno che di letteratura se ne intendeva.

TIM ha detto...

penso di capire quello che provi, la stanchezza di leggere sempre le stesse cose quando i problemi si moltiplicano ad ogni giorno che passa. Avrai notato che sono "in sonno" da un bel po' di tempo anch'io, e questo è dovuto sì al tempo che mi manca, ma anche all'inutilità di decine di post dei quali posso fare sicuramente a meno. E lo stesso tipo di discorso, mutatis mutandis, che feci (ricordi?) qualche settimana fa sul mio blog e che mi portò un bel po' di "vaffa". Quello che mi da più fastidio è che si trova in giro gente che quando fai un'osservazione è subito pronta ad applaudirti, a dirti che hai ragione che non se ne può più, e poi lo stesso giorno continua a pontificare dal proprio blog (per carità, ognuno è libero di scrivere ciò che vuole!) o nei commenti ad altri con gli stessi toni e con gli stessi argomenti di sempre.

Nick Parisi. ha detto...

"D'altro canto il web è diventato lo sfogatoio di una quantità impressionante di individui ignoranti, impreparati e piendiloro"

Quanto è vero!
L'unica è ignorarli, del resto tanto per fare un esempio cosa si può rispondere a qualcuno che sul web, a proposito del caso Pansac, e della crisi più in generale ha il coraggio di scrivere che " chi ci rimette sempre e solo l'imprenditore mentre gli operai
non ci rimettono mai niente?"
O lo mandi al diavolo direttamente o ti chiedi dov'era lui quando distribuivano i neuroni?
No, alle volte l'unica scelta è la noncuranza.

Nick Parisi. ha detto...

@ TIM.
Ho notato che posti molto di meno rispetto al passato, in parte lo capisco, in parte potrebbe capitare anche a me.
Diciamo che ci sono certe battaglie che vanno combattute, tipo quella contro i plagiatori, o quella contro dichiarazioni in stile "Luciaannunziata", ma altre cose, francamente....lasciano il tempo che trovano.

Narratore ha detto...

Cerco di essere ottimista per natura, ma ultimamente sta diventando davvero difficile.
Ovunque regna l'assurdo e l'inconcepibile, al punto che diventa dura anche solo provare a sperare. ma ci provo e credo sia già una buona cosa.
In bocca al lupo, carissimo! ;)

Romina Tamerici ha detto...

In un mondo come il nostro ci vuole un bel coraggio per guardare al domani con ottimismo! Ed è meglio sognare di nascosto per non essere visti come dei folli. Tu però non arrenderti mai e continua per la tua strada: essere nel giusto prima o poi dovrà pur valere qualcosa!

michela ha detto...

Contenta di rivederti in giro.

Nick Parisi. ha detto...

@ Narratore.
Crepi il luo.:)
Comunque hai ragione l' importante è continuare a sperare e a impegnarsi sempre per rimanere ottimisti.

Nick Parisi. ha detto...

@ Narratore.
Crepi il lupo...invece del luo...maledetti tasti ....:P

Nick Parisi. ha detto...

@ Romina.
Speriamo...finora non è stato cosí, mi auguro che possa essere diverso in futuro.

Nick Parisi. ha detto...

@ Michela.
Stessa cosa anche nei tuoi confronti.
Vedo di risponderti presto.:)

Donata Ginevra ha detto...

megaflame ecco la parola che cercavo. Sì, è come se stesse per accadere qualcosa di brutto...ne parlerò presto in un post. L'ultima volta che mi sono sentita così poi non c'è stato nulla di positivo, anzi. Stato di ansia che mi sta facendo impazzire...oggi ho preso la scossa tante di quelle volte che non hai idea :(

Nick Parisi. ha detto...

@ Donata.
Mi auguro di no,che non sia cosí.
Nel caso tu dovessi scrivere quel certo articolo ti dó il permesso di usare il termine megaflame.

Valentina Bertani ha detto...

Io sto ancora studiando. Lettere moderne, per diventare insegnante o giornalista, però, nell'Italia così com'è in questo momento, mi rendo conto di non poter nemmeno illudermi di arrivare, un giorno, con la mia laurea, a fare una di queste due professioni.
Probabilmente non ci arriverò nemmeno con l'esperienza di blogger che sto maturando, a fare la giornalista, viste le opinioni che girano sui blogger.
Però tengo duro, con gli studi e con i blog, sperando in un futuro migliore.
Lo so, forse sono ingenua, forse sono infantile e sognatrice, ma senza la speranza cosa resta?
Perciò, tieni duro, Nick! Soccombe chi si arrende.

Nick Parisi. ha detto...

@ Valentina.
Le opinioni sui blogger che girano in questi giorni sono a dir poco scandalose.
No, non sei né ingenua né sognatrice semplicemente come tutta la tua generazione avresti diritto a dun futuro migliore di quello che le generazioni precedenti ci hanno preparato.
Conserva sempre la speranza. Senza di quello non siamo niente.

Davide Mana ha detto...

Nick, lo sai come la penso su ciò che non ci uccide.
I discorsi sono sterili molto spesso perché lo stato generale è di prostrazione, per cui che si parli di cinema, che si parli di politica, che si parli di corse dei levrieri, la maggioranza è troppo depressa per rispondere, ma qualcuno che verrà a dirti che coi tempi che corrono dovresti fare di meglio lo troverai sempre.
Facciamo ciascuno la nostra corsa, cercando di mantenerci il più possibile fedeli a noi stessi.
Dopotutto, l'unica certezza che abbiamo è che ci sarà sempre la nostra faccia, nello specchio ogni mattina, a guardarci.
Forza!

Nick Parisi. ha detto...

@ Davide Mana.
E' l' unica risposta possibile che possiamo darci.
Grazie.

EDU ha detto...

Spero vivamente che ci sia la luce per tutti alla fine del tunnel. Solo che questo tunnel è bello lungo e sembra non finire mai. E non camminiamo e camminiamo e sudiamo e bestemmiamo e corriamo e ci affatichiamo e la luce è sempre lì lontana...
forse bisognerebbe trovare la prima scorciatoia e scappare dal tunnel.
Ti abbraccio.

Nick Parisi. ha detto...

@ EDU.
Temo che sia tardi per scappare dal tunnel: gli ultimi provvedimenti del governo in carica, tra cui l'ennesimo aumento dell'IVA non fanno ben sperare.
Mi auguro solo che la situazione che stiamo vivendo faccia riflettere molti..specialmente i responsabili di queste situazioni che hanno perso tempo prezioso tra improbabili bicamerali, leggi ad personam, aumenti delle LORO indennità coi soldi NOSTRI mentre il paese andava a rotoli.
A presto fratello.

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...