Si Riparte!

Lo ammetto! Quest'anno mi ci è voluto un poco più di tempo per ricominciare, per ripartire col blog.
Non che la passione fosse diminuita, anzi tutt'altro! Venivo però da mesi pesanti a cui si era aggiunta la sempre costante preoccupazione per la mia precaria situazione lavorativa, aggiungiamoci anche le mie perplessità nei confronti di alcune polemiche sorte (tanto per cambiare) nell'ambiente italico.
Non lo scrivo però per lamentarmi, non è questo che m'interessa, ho smesso di farlo da molto tempo preferendo dedicarmi all'azione pratica e al tentativo (spero riuscito ) di costruire qualcosa di buono.
Tutto questo è solo per dire il perché io abbia preferito praticare una così lunga chiusura, degna di ferie ministeriali
Adesso però si riparte, piano piano, secondo i miei attuali ritmi di produzione, quindi aspettiamoci almeno per queste prime settimane qualche post in meno ed uscite al massimo ogni 4\5 giorni finché non riprenderò a carburare.



Spero che abbiate passato delle buone vacanze,se volete anzi possiamo usare i commenti di questo post per raccontarcele. Per quanto riguarda il sottoscritto ne ho approfittato per leggere  (meno di quanto avrei voluto, però sono riuscito a sfoltire tutti gli arretrati di Fumo di China e Nocturno che avevo lasciato accumulare da mesi ), vedere e ri-vedere molti vecchi film sia di genere horror e sf ( per future recensioni ) che film comici italiani  (cosa che mi servirà per quel mio progetto sul Cinema italiano degli anni di Guerra)
Viaggi pochi: giusto una capatina a Roma in occasione del matrimonio di uno dei miei adorati  fratelli e grazie ad una amica e alla sua barca qualche bagno tra le isole della laguna veneziana.
Ho trovato una Roma caotica, ma -come sempre- affascinante e molto più pulita di quanto sia stata raccontata negli ultimi mesi, il matrimonio è stato ovviamente commovente anche se il momento che ho preferito tra tutti è stato quando il giorno dopo ci siamo rivisti tutti in una trattoria a Frascati
Ebbene sì, siamo otto tra fratelli e sorelle e considerando anche i vari coniugi e i nipoti che stanno arrivando copiosi in questi ultimi anni, ormai noi Parisi siamo un piccolo esercito e si può tranquillamente dire che tra un porzione porchetta di Frascati ed una portata di pasta alla carbonara abbiamo tranquillamente "terremotato" il locale che ci ha ospitato.



In quanto alle mie escursioni in Laguna debbo dire che dopo alcuni incontri poco piacevoli con veneti razzisti (una minoranza per fortuna rispetto alla maggior parte delle persone che compongono questo splendido popolo...però ci sono anche loro), questi momenti in mezzo alla natura mi hanno fatto ricordare perché io ami tanto questa terra meravigliosa.

Nel frattempo il mondo è andato avanti, c'è stata la Brexit con il suo carico di conseguenze ancora non del tutto chiare, c'è stato un terremoto nel centro Italia con il suo carico di morti, distruzioni, polemiche sulle costruzioni, ricerca di colpevoli che non verranno mai trovati e l'ennesima serie di promesse che non verranno mantenute... almeno fino alla prossima catastrofe quando questo balletto tutto italiano non farà altro che ricominciare.
Se per quanto riguarda il secondo avvenimento credo di aver già detto tutto quello che c'era da dire e piango i morti e le persone che hanno perso la casa, per quanto riguarda la Brexit, la sensazione che mi rimane è che tutta questa faccenda sia stata gestita in maniera quantomeno cinica e dilettantesca dai politici inglesi, Cameron in primis, ma anche Jonhson e  Farage, quest'ultimo già il giorno dopo il voto è stato sbugiardato dalla rete britannica ITV per le bugie raccontate in campagna elettorale. Non a caso tutti dimessisi immediatamente  dopo la consultazione, segno evidente che nessuno di loro possedesse un Piano B o quantomeno un programma a lungo termine. Ma -continuando con le mie senzazioni- mi ha lasciato ancora più perplesso il vedere come una larga fetta della popolazione inglese (si è parlato di almeno un milione di persone) che dopo aver votato per la separazione della Gran Bretagna dall' UE si sono dichiarati immediatamente pentiti portando spiegazioni del tipo: l'aver cambiato idea, il non aver avuto ben presente le conseguenze, il non aver capito il tema del referendum, il non aver pensato che il proprio voto avrebbe contato (Sic!) e così via.....
Insomma pensatela come volete sull'argomento ma l'amaro in bocca rimane, così come rimangono i dubbi in proposito all'educazione e all'informazione di quello che una volta si chiamava l'uomo della strada.
Questo discorso comunque rimane ancora aperto, anzi si può dire che sia appena cominciato e già all'orizzonte s'intravedono le prime conseguenze, non ultimo l'affinarsi della unghie da parte della Scozia e del suo governo dalle ispirazioni separatiste nei confronti di Londra.
Sembrerebbe un post rinunciatario questo che ho appena scritto, invece -credetemi- non è così.
A 47 anni compiuti mi rendo conto di aver conservato la mia capacità di indignarmi, da non rassegnarmi anzi ad avere ancora voglia di impegnarmi per provare quantomeno a cambiare le cose.
Un attimino più disilluso nei confronti della natura umana, questo si, ma di sicuro ancora pronto  a lottare per le cose per cui credo.
Certo, c'è ancora da capire se questa sia una cosa buona oppure no.
Ma come sempre questo lo capirò giorno dopo giorno.

Catherine Asaro

Veniamo a noi.
Nocturnia va avanti, si riprende con lentezza ma pronti a continuare per almeno un altro anno, in questi giorni tornerò anche a visitare i vostri blog.
Si riprende con gioia, posso già segnalare una bella intervista con la scrittrice americana- due volte Premio Nebula- Catherine Asaro  ed un Midnight Club dedicato ad un mistero veneto, tra le prime cose del nuovo corso autunnale
Mi siete mancati gente!

30 commenti:

Glauco Silvestri ha detto...

Bentornato!

Ivano Landi ha detto...

Bentornato!!! Stavo cominciando a preoccuparmi... vuoi vedere che nella laguna di Venezia c'è un mini triangolo delle Bermuda, mi dicevo ;-)
Anche io mi sono mosso poco quest'anno, preso dalla storia infinita della revisione del mio romanzo e dai miei tentativi (al limite dell'impossibile) di mettere ordine nei miei vari database, ma non lamentiamoci. Anche il blog è ripartito bene, con un discreto numero di like, condivisioni e commenti.

Bara Volante ha detto...

I tempi sono brutti e sulla natura umana si può fare sempre poco affidamento. Passando a cose più liete, sono felice di poterti rileggere, bentornato dalla vacanze, sono felice di riaverti on line bello carico ;-) Cheers!

Elisa Elena Carollo ha detto...

Buona ripartenza!
I razzisti veneti sono i peggiori di tutti, perché ci devo condividere la regione. Cerco di tenermene il più lontana possibile.

Ariano Geta ha detto...

Welcome back bro!
Eh, tra brexit e terremoto (compresa la pessima vignetta di Charlie Hebdo di cui difendo il diritto di farla, non certo i contenuti né le giustificazioni che hanno fornito) ce ne sono di argomenti di attualità.
Comunque l'attualità più bella è sempre quella famigliare, un bel raduno di tutti i fratelli per un matrimonio è la cosa veramente importante ;-)

Lucius Etruscus ha detto...

Ben tornato, e mi sembra che il menu dei prossimi giorni sia bello saporito ;-)

massimiliano riccardi ha detto...

Ben tornato Nick. Bentornato.

Obsidian M ha detto...

Bentornato! Io a Roma ci sto andando proprio adesso, ma non per diletto. Mi sarebbe piaciuto scrivere un commento più articolato ma è difficile scrivere sullo smartphone mentre si sta seduti su una valigia in stazione...

Patricia Moll ha detto...

Oh, Nick... era ora! :))
Dai..carbura in fretta e riparti che noi siamo tutti curiosi e in attesa dei tuoi post.
Ciao e bentornato!

ps 8 fratelli???? Non riesco nemmeno ad immaginare una famiglia così numerosa. Noi qui siamo di razza di figli unici....

Nick Parisi. ha detto...

@ Glauco Silvestri
Grazie! A prestissimo! :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Ivano Landi
No, per fortuna nessun "Triangolo delle Bermuda" qui in Laguna di Venezia. ;)
Però quest'anno è stata dura riprendere....
Sono felice per i risultati del tuo blog, la settimana prossima piano piano riprendo anche le visite, sia al tuo che ai blog di tutti gli altri amici.

Nick Parisi. ha detto...

@ Bara Volante
La natura umana è qualcosa che -temo- non capirò mai fino in fondo, sia nel bene che nel male. Venendo a cose più allegre, come dicevo sopra, presto si riprende a bloggare con maggiore lena e dalla settimana prossima riparto anche con le visite ai vostri blog.

Nick Parisi. ha detto...

@ Elisa Elena Carollo
I razzisti sono sempre una brutta razza, in quindici anni in Veneto per fortuna ne ho incontrati meno di quanti avrei pensato prima di trasferirmi e so che rispetto alla maggioranza dei veneti (popolo meraviglioso che amo e rispetto) sono una minoranza. So anche che razzisti ci sono in tutte le regioni ed in tutte le nazioni, anche nella mia Campania .Ho scritto quello che ho scritto perché -purtroppo- durante questa lunga estate mi è capitato di aver a discutere con alcuni personaggi, anche giovani, che sembravano usciti fuori direttamente dal Ku Klux Klan, gente che usava la parola "negro" con evidente razzismo, oppure che ricacciava fuori il classico "che i terroni andassero a casa loro". Eppure pensavo che dopo decenni di convivenza tra settentrionali e meridionali questo fosse, se non altro, un problema superato, che fosse rimasta una sorta di reciproca ma bonaria presa in giro a livello di battute, non una cosa da tirar fuori con cattiveria.
Ribadisco, so che anche qui in Veneto gente così è una minoranza e so che la maggior parte dei veneti sono persone fantastiche....mi dispiace semplicemente per questi "personaggi" vedere quanto siano rimasti indietro.
Si fanno del male da soli e basta.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
Grazie fratello!
Riguardo alla vignetta di "Charlie Hebdo", credo ci sia poco da dire, da un lato il diritto di satira va difeso; dall'altro però bisogna ammettere che quando si tratta di morti e di tragedie si dovrebbe avere il buon gusto di fermarsi.
Quel buon gusto a "Charlie Hebdo" non l'hanno avuto e la cosa peggiore è che non hanno nemmeno capito di aver sbagliato.

Nick Parisi. ha detto...

@ Lucius Etruscus
Grazie, mi auguro che i prossimi post ti piacciano.

Nick Parisi. ha detto...

@ massimiliano riccardi
Grazie anche a te! E' un piacere ritrovarvi tutti! :D

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian M.
Ti capisco, conosco benissimo le sensazioni e la scomodità delle stazioni. ;)
In quanto a Roma, pensa che l'ultima volta che ci ero andato era il 2011 e l'occasione era una manifestazione davanti al Ministero dello Sviluppo Economico per impedire la messa in mobilità dei lavoratori all'interno della mia vecchia azienda.
Se avessi saputo come sarebbero andate a finire le cose poi...penso che quella visita me la sarei evitata molto volentieri. ;)
Ma bando alle ciance, ci sentiamo presto socio! ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
Eh ti assicuro che anche a Napoli famiglie come la mia sono diventate più uniche che rare, oramai anche da noi vige le "razza del figlio unico".

vanessa varini ha detto...

Bentornato! Ma siete tantissimi in famiglia, io sono figlia unica e anche la mia famiglia non è numerosa, per le feste tra zii e cugini siamo meno di 10! Sono curiosa di leggere i tuoi nuovi post!😊 A presto!👋
http://gattaracinefila.blogspot.it/

Nick Parisi. ha detto...

@ vanessa varini
Infatti noi per risolvere abbiamo da tempo smesso di inserire zii e cugini all'ìnterno delle nostre riunioni di famiglia limitandoci a noi fratelli e sorelle, altrimenti non ne verremmo più fuori. ;)

Fabrizio Borgio ha detto...

Ben tornato Nick, sempre un piacere ritrovarsi

Nick Parisi. ha detto...

@ Fabrizio Borgio
Piacere reciproco, credimi amico.
Piacere reciproco.

Glò ha detto...

Bentornato! ^_^ Stavo per contattare la redazione di "Chi l'ha visto?" e sai che non mento XD

Il periodo complesso mi ha convinta di alcune cose: che la maggior parte delle persone ragiona di pancia e non accetta il pensiero diverso dal proprio, che molti hanno opinioni che si basano su poco o sul nulla, che la cultura non è per tutti, che l'analfabetismo funzionale è assolutamente tra noi.
Non ne posso più di leggere opinioni da due soldi su temi seri che richiedono un certo impegno, non ne posso più dell'indignazione fatta per partecipare.
Ho avuto la cattivissima idea di seguire siti e pag Fb internazionali sulle recenti questioni e ho appurato che tutto il mondo è paesone.

Non vedo l'ora di leggere il tuo prossimo post! ^_^

Nick Parisi. ha detto...

@ Glò
Credo che tu abbia ragione, tutto il mondo è paese e che ovunque la maggior parte delle persone soffra di analfabetismo funzionale.
A proposito di siti internazionali, leggendone molti ho appurato che in determinate parti sono anche messi molto peggio di noi.

Coriolano ha detto...

Ben risentito Nick. ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Coriolano
Piacere reciproco. ;)

Massimo Citi ha detto...

Personalmente in ritardo — come sempre e per tutto — sono felice di ritrovarti qui tra noi. Se non altro leggendo te non rischio di leggere facili commenti e osservazioni superficiali. Un bene sempre più raro.

Nick Parisi. ha detto...

@ Massimo Citi
Non sei per niente in ritardo, anzi è sempre un piacere ritrovarti. Ricambio i complimenti.

Miss Artemisia ha detto...

Bentornato Nick! Anche io mi sto riavvicinando al mondo dei blog, cominciando dai miei...
Purtroppo quel crack di gmail di qualche anno fa che mi ha portato via tutti i follower, il nick, le foto e gli indirizzi storici dei blog mi ha davvero demoralizzato e mi sono un po' allontanata da questo mondo.

Auguroni per il matrimonio di tuo fratello :)

Io parte delle mie vacanze le ho trascorse in Germania da mia sorella per la nascita della mia seconda nipotina, il resto al mare nostrum calabrese, costa ionica, un paio di giornate tra i monti della Sila e qualche w.e. a Tirrenia, il mio ragazzo ora lavora li.

Spero di tornare a digitare presto sui miei blog, il tempo non mi manca vista la mia pessima situazione lavorativa.

A presto...

Nick Parisi. ha detto...

@ Miss Artemisia
Me lo ricordo quel periodo, tu sei stata una delle persone ad aver più guai da quel crack di gmail, attendo con piacere il tuo ritorno definitivo, nel frattempo mi fa piacere ritrovarti oggi.

A prestissimo....

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...