2021 ! ISTRUZIONI PER L'USO.

 Un giorno quando gli storici del futuro studieranno quello che è successo durante l'appena concluso anno 2020 si troveranno davanti tanti eventi epocali.

E  controversi.

Ce n'è per tutti i gusti, dalla più devastante pandemia dell'era moderna dopo la famigerata Spagnola fino ad arrivare agli ultimi giorni di una delle peggiori (secondo me) presidenze USA, si mi sto riferendo a "parrucchino riportato" Trump, un uomo che è stato capace di riuscire in quello che in più di duecento anni non era riuscito compiere a nessun presidente americano. Cioè a dividere il suo popolo mettendo le persone le une contro le altre.

Una bella soddisfazione, grazie Luz!

 

Anche in Italia non ci siamo fatti mancare niente, tra politici\che che un giorno dicevano che bisognava aprire tutto ed il giorno dopo si dicevano scandalizzati\e dal fatto che si fosse aperto troppo.

Nel frattempo la blogosfera ( o quello che ne rimane) ha affrontato e lo sta facendo tutt'ora uno dei suoi periodici momenti di riflessione e di ridefinizione tra idee diverse e forse voci troppo lontane tra loro per potersi capire le une con le altre, non si sa ancora a cosa porterà tutto questo ma di sicuro una cosa mi sento di dirla: non è morta la blogosfera ma forse sta cambiando "una" concezione di blogosfera.

Per quanto riguarda il sottoscritto, come molti altri ho dovuto fare i conti col coronavirus all'interno della mia famiglia ma anche con un qualcosa di più antico e di altrettanto mortale: il cancro!

Negli ultimi mesi della scorsa annata, la seconda moglie di mio padre è purtroppo scomparsa a causa di quella maledetta malattia e se consideriamo che anche mia madre morì a soli 46 anni (io ne avevo 22 ) per lo stesso motivo ebbene io e la mia famiglia siamo stati costretti a dover rivivere uno dei nostri momenti più bui, un qualcosa che non augurerei al mio peggior nemico.

Non ne ho parlato sul blog, così come da tempo non parlo più delle mie vicende private, ma se lo faccio oggi è solo per un motivo.

La vita è una e preziosa, ogni giorno che passiamo su questa Terra è un regalo che dobbiamo saperci meritare.Se c'è qualcosa che dobbiamo ai nostri cari, a coloro che non ci sono più è proprio esser grati di qeusto meraviglioso dono che ci è stato fatto.

Dobbiamo, ognuno a suo modo, rendere speciale e pregno ogni momento che possiamo, renderlo degno di averlo vissuto assieme alle persone che amiamo.

E per una volta lasciamoci alle spalle polemiche, guerre, odi ed antipatie, proviamo semplicemente a divertirci ed essere le persone migliori possibili. Prove e difficoltà nella vita non mancheranno mai. E' come le affrontiamo che fa la differenza.

Ecco, dopo l'immancabile pistolotto (non era mia intenzione, giuro !) torniamo a Nocturnia.

Il Premio Italia.

 

Come sapete l'anno scorso il blog ha ottenuto il prestigioso Premio Italia come Miglior Rivista o Sito Web non Professionale .   Il miglior riconoscimento del settore, ancora non riesco a crederci. Mentre di ieri è la notizia dell'assegnazione da parte di Luz del Chaplin Award per la mia serie di post su Sangue a Hollywood: Storia di una insegna e dei suoi fantasmi, considerando la passione che Luz ci mette nello scegliere anno dopo anno le migliori uscite del settore non ho paura di dire che il Chaplin Award è molto ma molto meglio del mio Franken-Meme, quindi grazie Luz e complimenti a tutti gli altri premiati QUI trovate il post originale ). Due attribuzioni che mi spingono a continuare.

Bene, cosa aspettarci per quest'anno?

Di sicuro la solita maledetta passionaccia di sempre, tanti misteri, qualche intervista (già posso annunciare che riproporrò qui parte di una chiacchierata che un paio di anni fa realizzai per Andromeda con il grande scrittore inglese Michael Moorcock) e tanto altro. Nocturnia è un blog di approfondimento,  perché anni fa feci la scelta, in una realtà per fortuna piena di scelte, di tentare la via di provare ad essere il più completo possibile nella trattazione degli argomenti. E' il mio modo di rispettare chi arriva qui e legge quanto scrivo. Non è certo l'unico modo, ce ne sono tanti ognuno per ogni blogger, tutti ugualmente validi, ma è "il mio modo", la "mia via" per rimanere fedele a mè stesso e a chi mi legge.

SEGMENTO # 1: BILLY PRESTON

Il musicista texano ( 1946-2006) fu uno dei fortunati a suonare con i Beatles, con i Fab Four prese parte anche allo storico concerto sul Tetto della Apple nel 1969, l'ultima esibizione dal vivo del gruppo.

Billy Preston

 

Un evento storico.

A chi però negli anni successivi gli chiedeva di rievocare quel momento spesso Preston si limitava rispondere ( in Italia lo fece con Red Ronnie) con un laconico: "Faceva molto freddo!" 

Perché scrivo questo? 

Perché a volte capita di trovarsi dentro un momento storico, di quelli che cambiano il corse degli eventi e semplicemente o non ce ne si accorge o si finisce per minimizzare. 

Vale anche per la cronaca dei giorni che stiamo vivendo.

Per il resto quello che avverrà lo scriveremo assieme.

Di nuovo buon anno a tutti.

52 commenti:

Arwen Lynch ha detto...

ti sono vicina :)

Claudia Turchiarulo ha detto...

L'idea di rivivere l'incubo della morte improvvisa di mio padre, mi terrorizza.
Figuriamoci la lunga agonia del cancro.
Quindi ti abbraccio forte.

Per quanto riguarda la blogosfera, sfondi una porta aperta, proprio oggi.
Infatti sono stata costretta a difendermi dagli ennesimi odiatori seriali che, detto francamente, hanno rotto le balle.
Per il resto, che la blogosfera si evolva mi sembra giusto e naturale. Il problema è, però, che troppo spesso vengono a mancare i sentimenti o, addirittura, il rispetto.

Buon anno Nick.

Obsidian M ha detto...

Non sapevo di questo tuo lutto. Davvero un periodo di emme. Non ci sono molte cose che si possano dire che non siano ovvietà. D'altra parte la vita stessa è costellata da una sequenza infinita di perdite e prima o poi (anche se non so come) impareremo a conviverci, anche se è maledettamente complicato. Un abbraccio più grande del solito.
Off-topic curioso: ma la statuetta del premio Italia ti è poi stata consegnata fisicamente?
Off-topic numero 2: ma Billy Preston cosa c'entra?

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
Ti ringrazio, sei molto cara. :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Claudia Turchiarulo
Per cominciare, condoglianze sia pure in ritardo per tuo padre, non te le avevo mai fatte ma penso che nessuno più di me ti possa capire, i genitori sono tra le figure più importanti che possiamo avere, sono i nostri esempi e le nostre rocce, quindi tutta la mia vicinanza.

Riguardo alla blogosfera, penso che un po tutti noi abbiamo compiuto degli errori, io, te, un po tutti nessuno escluso. Magari in buona fede, ma ora quello che conta è ricominciare da qualcosa di positivo. L'importante è avere sempre rispetto l'uno dell'altro, poi si può dissentire, avere idee diverse ma quello che non dovrà mai mancare è il rispetto sia nei confronti di chi ci legge e poi del lavoro l'uno dell'altro o dell'altra. :)
E poi, dimenticavo, la cosa più importante: divertirsi a fare quello che facciamo. Se si perde il divertimento, allora cosa ci resta? :)
Buon anno anche a te e a tutte le persone a cui vuoi bene.

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian M
Off- Topic 1: No la statuetta in teoria mi dovrebbe essere consegnata durante la prossima edizione. La consegna fisica causa covid non è stata possibile, ci sono state solo le premiazioni online.
Off-topic 2: Adesso spero che ti possa essere più chiaro. ;)
Un abbraccio.

Claudia Turchiarulo ha detto...

Difatti, ho apprezzato molto il nostro confronto sul tema dei post troppo lunghi.
Abbiamo due visioni totalmente discordanti della cosa, ma non per questo dobbiamo odiarci, litigare o chissà cosa.
Se i tuoi post di aporofondimento non sono adatti a me, li lascio ai tuoi lettori più esperti.
Ma in altri, come questo, sarò sempre presente, perché comunque alla base c'è della stima.
Va da sé che, comunque, il rispetto non dovrebbe mancare mai.

Nick Parisi. ha detto...

@ Claudia Turchiarulo
Apprezzo molto queste tue parole, le sottoscrivo in pieno. Ovviamente ricambio la stima, ma non certo per un principio di do ut des. :)
Ahahahahh (lasciami scherzare un poco per cominciare bene questo 2021) :)
In questo periodo sono stato un po assente perché tra le altre cose dopo che mi avevano clonato dei post ho voluto stare un poco per conto mio. Ma piano piano riprendo.

Pirkaf ha detto...

Bentornato Nick, leggerti è sempre una medicina per l'anima, per quel che mi riguarda.
Mi dispiace per il tuo lutto, ci sono passato anch'io, e soprattutto durante le festività, le perdite si fanno sentire di più, soprattutto in un momento di solitudine mondiale come quello che stiamo vivendo.

Claudia Turchiarulo ha detto...

Fosse questo il do ut des della blogosfera, lo accetterei volentieri. Ahahahha ��

Franco Battaglia ha detto...

Condoglianze intanto.. il 2020 mi ha visto perdere mamma, oltre a tutte le altre difficoltà, ma è la vita, anche quando se ne va.. la blogosfera invece è sfaccettata di tante anime, spesso distanti anni luce dai nostri concetti, bisogna essere bravi a conviverci, ma non è necessario. Tanti sopravvivrebbero serenamente da soli, per quanto sono pieni di se.
Buon Anno carissimo!

Nick Parisi. ha detto...

@ Pirkaf
Guarda in realtà il lutto è successo a settembre solo che per via dei lockdown a Natale io non sono riuscito a scendere a Napoli per rivedere mio padre, i miei fratelli e sorelle e i miei nipoti (ogni volta che scendo ne trovo uno in più) :)
Spero di potermi rifare presto non appena sarà possibile.
Condoglianze per la tua di perdita a prescindere da quando sia successa, i dolori dell'anima sono sempre brutti. Se vuoi parlarne ogni volta che ti andrà conta pure su di me.

Nick Parisi. ha detto...

@ Claudia Turchiarulo
Concordo. Ahahhahahahh ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Franco Battaglia
Condoglianze anche a te amico mio. Non lo sapevo e me ne scuso,perdere la mamma o il babbo è sempre una brutta esperienza, un enorme dolore. Io nonostante abbia perso la mia nel 1991 ancora non passo un giorno senza pensare a lei.
Riguardo alla blogosfera, che dire? L'importante è riuscire ancora a divertirci dentro facendo e scrivendo quello che ci piace.
Buon anno a te.

MAX ha detto...

❤️
Ti sono vicino con il cuore.

Luz ha detto...

Grazie a te per aver scritto un bellissimo post (del resto da queste parti la qualità e lo studio non mancano, mi piacciono i blog che offrono dei post ragionati, dove traspare un certo impegno dietro).
Mi dispiace per la vostra perdita, e anzi ricollegandola al dolore già vissuto per tua madre, che deve essere stato terribile, immagino quanto sia difficile riaprire queste ferite.
Buon anno, Nick. Che sia migliore in tutti i sensi.

Nick Parisi. ha detto...

@ MAX
Grazie, un abbraccio amico mio!

Nick Parisi. ha detto...

@ Luz
Grazie a te, hai premiato un dossier molto importante, che ho amato scrivere perchè ricco di ramificazioni e di fatti collegati gli uni con gli altri. Presto tornerò alla serie di "Sangue ad Hollywood", che i casi di quel tipo (purtroppo) non mancano mai.
Un abbraccio e buon anno anche a te.

Riky Giannini ha detto...

Abbraccio, caro Nick, e sono contento (non ovviamente per il lutto, per quello un altro abbraccio e condoglianze).

Ariano Geta ha detto...

Caro Nick condoglianze. Capisco la tua discrezione sui fatti personali. Anch'io nel corso dell'anno appena trascorso ho visto morire un parente neppure anziano (niente covid, anche nel suo caso non c'entrava nulla) e ho al tempo stesso vissuto delle giornata molto belle e speciali (proprio insieme ad altri parenti del suo stesso ramo famigliare, ironia della sorte). Quindi, sì, in effetti la vita scorre come sempre anche nel bel mezzo di un anno così assurdo come quello al quale abbiamo appena dato il commiato.
Non c'è bisogno che ti dica che io sarò qui ad attendere ogni tuo nuovo post. Non ti faccio domande specifiche su ciò di cui parlerai perché ormai conosco i tuoi argomenti. Per ogni eventuale collaborazione o iniziative che coinvolgano più bloggers, sai come contattarmi ;-)

Mariella ha detto...

Mi spiace per quello che è accaduto nella tua famiglia e ti faccio le mie più sentite condoglianze di vero cuore.
Per quel che riguarda il premio che hai appena ricevuto, è meritatissimo, ti conosco e ti apprezzo da sempre. So di cosa parlo.
Per quel che riguarda le dinamiche della blogsfera, credo che ognuno di noi sappia riconoscere la verità dalla menzogna. Le bugie e la falsità hanno poca vita, così come la rabbia che ho notato anche io, qua è là. Ma sono una persona molto attenta e brava a non farmi circuire dalle parole. Per cui su alcuni argomenti sono in grado di andare a fondo e comprendere appieno le dinamiche. Da alcune situazioni e alcune persone ho imparato a stare alla larga. Il che è bellissimo, almeno per me. Vivo bene e in pace con tutti. Credo che questa sia la lezione migliore che io abbia imparato in questi anni.
Per il futuro, chi vivrà vedrà.
Ti abbraccio forte Nick, abbi sempre cura di te e continua a bloggare come ti piace e come piace a noi che ti seguiamo.

Pakos D. Early ha detto...

Mi dispiace tantissimo per i due lutti accaduti a distanza di anni nella tua famiglia. Ti sono vicino e voglio nel contempo congratularmi anche per le soddisfazioni conseguite con il tuo blog. Forza e coraggio, avanti così!

Fumetti di Carta (Orlando Furioso) ha detto...

Ti abbraccio fortissimo Nick.

sinforosa c ha detto...

Anzitutto condoglianze vivissime per il lutto che hai vissuto e complimenti “grandi così” per i premi e i riconoscimenti ricevuti, te li meriti tutti. Per quanto riguarda Billy Preston lo sai che ho Lp di L’et it be con il libro di immagini annesso al disco, immagini e canzoni mitiche. Buon anno nuovo a te e a tutti coloro che porti nel cuore e cerchiamo di vivere, nella vita reale e qui, nel rispetto di tutti, smorzando le polemiche e le lamentazioni e facendo prevalere il bello che c’è in ogni persona. Ciao Nick.
sinforosa

MikiMoz ha detto...

Cavolo, condoglianze.
Mi dispiace molto, anche perché immagino cosa vi abbia fatto rivivere... :(
Quanto al resto, contentissimo per te per i premi ricevuti, ma dopotutto ti ho sempre considerato tra i migliori.
Vero, ognuno di noi ha una natura (anche la mia è di approfondimento/divulgazione) ma coi propri modi.
La blogosfera cambia, sì. Forse si sono scardinate questioni antiche: io sto per dirle addio, concentrando tutte le mie forze sul mio progetto :)
Un caro abbraccio.

Moz-

Temistocle Gravina ha detto...

Ciao, Nick. Penso di capire perfettamente, visto che la mia famiglia è stata falcidiata da quella brutta bestia: i genitori, 3 nonni, 3 zie, 3 cugini (la più piccola 40 anni...). È dura soprattutto perché non ha senso: non è una malattia che ti potresti aspettare, come quando sei vecchio e sai che in qualche modo ti tocca andartene. E capisco perciò anche il tuo non averne voluto parlare. Quanto al blog: è bello avere la certezza che qualche bella novità si trova sempre, qui su Nocturnia!

Il Moro ha detto...

Condoglianze Nick, e auguri per il futuro!

Nick Parisi. ha detto...

@ Riky Giannini
Si, ho capito a cosa ti riferivi. ;)
Ricambio con piacere l'abbraccio.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
Ti faccio le mie condoglianze per la tua perdita, è vero la vita ci riserva sempre sorprese bisogna sapersi rialzare quando capita qualcosa di brutto e saper anche prendere il bello quando arriva.
Se ci saranno delle iniziative collettive ti coinvolgerò senza indugio, starei pensando a dei post sul folklore regionale da far fare ai bloggger locali (ad esempio: La Notte della Taranta fatta spiegare da blogger pugliesi, il filò da quelli veneti e così via, ma è solo una bozza di idea sul momento);)

Nick Parisi. ha detto...

@ Mariella
Si, lo so che parli col cuore, da sempre -ad esempio- mi hai dimostrato molto apprezzamento per il Franken-Meme e non solo.
La blogosfera....eh che ci vuoi fare? Ha le sue dinamiche (alcune ormai andate a peggiorare) che non sempre riesco a comprendere o a giustificare. E' anche vero che internet ed i social soprattutto hanno lasciato campo libero ad ogni genere di persone, a volte brave a volte meno. L'importante è-come dici anche tu- riuscire ad essere in pace sia con sé stessi che con gli altri.
Un caro saluto.

Nick Parisi. ha detto...

@ Pakos D. Early
Ti ringrazio, apprezzo davvero tanto.
Un abbraccio!

Nick Parisi. ha detto...

@ Fumetti di Carta (Orlando Furioso)
Grazie di vero cuore. ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ sinforosa c
Leggevo da qualche parte che Preston è stato l'unico musicista esterno al gruppo ad essere stato inserito nei credits dei dischi dei Fab Four, non so se sia la verità ma vedendo le varie foto delle numerose registrazioni che hanno fatto assieme o le stesse immagini del concerto del 1969 si vede quanto i 4 di Liverpool stimassero Preston e di quanto andassero d'accordo.
Riguardo alle polemiche quà da me non hanno mai avuto casa, non ho mai permesso che si prendesse in giro nemmeno il tizio che faceva il bulletto con me ai tempi dell'asilo, figuriamoci altri blogger. ;)
Nocturnia è sempre stato un luogo dove le persone si potessero incontrare e dove indipendentemente dalle opinioni personali ci si potesse confrontare in tranquillità e ci tengo che rimanga così.
Un caro saluto, buon anno e buona giornata anche a te.

Nick Parisi. ha detto...

@ MikiMoz
Sai che sono molto curioso riguardo al tuo progetto? ^^
Se ho compreso bene ti concentrerai ancora di più sul tuo blog e sarò sempre tra i tuoi lettori (e poi finché continuerai a parlare di Diabolik su Moz o'Clock avrai sempre il mio cuore e la mia anima di commentatore) :D
Ahahahahh

Nick Parisi. ha detto...

@ Il Moro
Grazie e ricambio di cuore!

Nick Parisi. ha detto...

@ Temistocle Gravina
Il cancro è una delle malattie peggiori che ci possano essere, il giorno che finalmente si riuscirà a trovare una cura arriverà sempre troppo tardi.
Riguardo al blog spero di non deluderti mai, di sicuro nel fine settimana mi metto al lavoro. ;)
Un abbraccio.

Patricia Moll ha detto...

Condoglianze NIck e un abbraccio di cuore.
Bacio!

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
Grazie e ricambio di cuore.

cristiana marzocchi ha detto...

Complimenti per i premi prestigiosi che , del resto, ti meriti. Mi hai commossa con il racconto dei dispiaceri che ti hanno afflitto e ti invio un abbraccio, per quel che può servire...
Strani tempi questi , da scrivere per i posteri, sperando che a loro non debbano mai viverli.
Cri

Nick Parisi. ha detto...

@ cristiana marzocchi
Grazie, a me dispiace sopratutto per mio fratello, il figlio della seconda compagna di mio padre che ha dovuto affrontare quello che io avevo vissuto nel 1991 e per mio padre che ne ha passate di tutti i colori.
Hai ragione, sono dei tempi strani, mi auguro che ne possiamo uscire tutti quanti al più presto possibile.

Madame Verdurin ha detto...

Complimenti per i riconoscimenti che hai, meritatamente, ricevuto, e per il messaggio forte e positivo che dai nel tuo post. In mezzo a tante polemiche e tanti insulti che purtroppo si trovano dappertutto un blog come il tuo è proprio un'oasi nel deserto :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Mi unisco agli altri nel profondo dispiacere per quanto accaduto a tuo padre ed s tutti voi. Per il resto sei pieno di progetti che non vedo l'ora di vedere realizzati nel tuo blog.

Nick Parisi. ha detto...

@ Madame Verdurin
Ci provo sempre ad essere positivo, una volta sentì una persona che stimavo molto dire che (provo a citare testualmente): "Un pessimista non è utile né a sé stesso e nemmeno agli altri" , non sempre sono riuscito a tener fede a questo motto però non ho mai smesso di tentare.
Un abbraccio e a presto.

Nick Parisi. ha detto...

@ Daniele Verzetti il Rockpoeta®
In questi giorni mi rimetto al lavoro, fino a mercoledì ho un paio di impegni che mi terranno lontano dal web, però superato quel momento tenterò di proporvi qualcosa di (spero) interessante.

Mick ha detto...

Mi spiace per i tuoi fatti personali. Sarà banale e te lo avranno (purtroppo) già detto ma anche io nella mia famiglia ho avuto a che fare con quel male a più riprese e con vari componenti. Chi parla di lotta non ha veramente capito quanto ci possa essere di sbagliato in quella definizione.

Comunque, per come è iniziato questo 2021 sembrerebbe interessante e drammatico come l'anno appena trascorso. Vedremo.

Complimenti per il premio!!

Nick Parisi. ha detto...

@ Mick
Non sei banale, perché purtroppo il cancro è una brutta bestia, penso che non ci sia famiglia che non abbia avuto le sue pessime esperienze, ed ognuno di noi avrebbe (purtroppo) le sue brutte storie da raccontare, non mi stancherò mai di ripeterlo: il giorno che si riuscirà a trovare una cura non arriverà mai troppo presto. Condoglianze anche alla tua di famiglia.
Ed è si, come avrebbe detto il grande Eduardo: "Questo 2021 si è presentato come Dio comanda ".

Long John Silver ha detto...

Mi spiace molto per la tua situazione famigliare.

Complimenti per le tue bellissime parole le condivido pienamente. Dobbiamo cercare di fare il meglio che possiamo per rendere le nostre giornate memorabili, non farsi abbattere dal periodo che stiamo vivendo e non rinunciare ai nostri progetti (anche se ogni tanto ammetto che arriva il momento Kull di Atlantide/Conan il Barbaro, che ti fa venire voglia di prendere il tuo fidato spadone e dichiarare che la civiltà è momentanea e che il vero spirito dell'uomo è la barbarie. Per fortuna quasi sempre basta un po' di letture per farmi sbollire).

Sono contento che tu abbia vinto il Chaplin Award. Premio strameritato.

Nick Parisi. ha detto...

@ Long John Silver
Condivido anche io le tue parole, mi sono sentito spesso come Kull\Conan con la voglia di spaccare il mondo, non sto a raccontarle tutte ma questi ultimi anni sono stati pesantucci. Per fortuna che ci sono le letture ed anche qualche telefilm che mi aiuta a superare lo stato barbarico

Ema ha detto...

Mi spiace molto per la perdita, soprattutto per due padre. Non una ma due volte ha dovuto subire 'sto dolore.
Complimenti per il premio di Luz, dato che non è la nomina per solita catena! Manco il Frank-Meme, eh, precisiamo!
Ovviamente non vedo l'ora per i post dedicati al mistero!

Nick Parisi. ha detto...

@ Ema
Grazie. Vedrai che di post sul mistero ne arriveranno tantissimi.

Grazia Gironella ha detto...

Mi dispiace che abbiate dovuto rivivere momenti così difficili. Essere le persone migliori possibili: mi sembra un intento importante. Se ci proviamo, tante cose potranno cambiare.

Nick Parisi. ha detto...

@ Grazie Gironella
Sono d'accordo, l'importante è non arrendersi mai e continuare a combattere.

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...