Accade in Italia # 19. - le Segnalazioni di Fine Ottobre!

Ci stiamo lentamente avvicinando agli sgoccioli di questo ottobre, tra poche ore saremo in piena All Hallows' Eve e lo Zio Nick e gentile signora si cuccheranno una serata a base di Dvd horror, tornerò a bloggare a pieno a fine settimana ,ma come dimenticarsi della rubrica più amata da autori ed editori?
Ecco quindi la puntata mensile di Accade in Italia. Poche segnalazioni questo turno ma di peso.

1)" VIETATO LEGGERE ALL'INFERNO" DI ROBERTO GERILLI.

Mi scrive Pia Ferrara, conosciuta in occasione di StraniMondi  che mi segnala l'ultima uscita della Casa Editrice con cui collabora.

Da lunedì 10 ottobre Speechless Books torna sugli scaffali virtuali con un nuovo titolo: Vietato leggere all’inferno, di Roberto Gerilli. Un romanzo sulla lettura e i libri, su chi li legge e chi li pubblica, scaricabile gratuitamente dai principali store in formato PDF, ePub e mobi.

Amleto Orciani vive in un’Italia molto simile alla nostra, dove però la letteratura è illegale. I lettori sono tossicodipendenti, si fanno di Guerra e pace e la Guardia di Finanza punisce il traffico di e-book e tascabili con la galera o la riabilitazione forzata.

Amleto è uno di loro, un ostinato sniffa-inchiostro che ha iniziato da piccolo e non ha più smesso. Quando Eleonora lo contatta per proporgli un sacco di soldi e un’impresa folle che rivoluzionerà l’editoria, Amleto accetta il rischio e finisce coinvolto nelle attività clandestine del Circolo, alle quali, scoprirà sulla sua pelle, sono interessati in parecchi, primo fra tutti il misterioso Bibliotecario.

Accompagnato dalla prefazione di Giovanni Arduino, Vietato leggere all’inferno è un thriller pulp a sfondo distopico che si cala nella cultura trash contemporanea, riprendendo lo stile ironico e disincantato del moderno noir americano.
In un mondo in cui i libri sono vietati e la cultura fa male, le uniche alternative a una vita da fuorilegge sono la resa o la ribellione.


E tu, rinunceresti a leggere per sopravvivere?



Quarta
Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Ho trentacinque anni e mi faccio dall’età di dodici, quando la lettura era ancora legale. Ho iniziato per scherzo con L’isola del tesoro e non ho più smesso.
Leggere è la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l’ultima prima di andare a dormire. Sono talmente assuefatto da conoscere il significato di parole come paradossopennivendolo e opulenza. Insomma, uno sniffa-inchiostro senza speranza.
Vivo vicino ad Ancona, lavoro come inserviente in un discount di bricolage e arrotondo spacciando romanzi alla gente della zona. La mia vita non è un granché, ma mi ci trovo. Il problema è che vorrei avere più soldi, per questo accetto di aiutare Eleonora.
La ragazza è brava, ma così folle da voler cambiare il mondo dell’editoria da sola. Per seguirla mi tocca coinvolgere amici discutibili e incontrare gente che preferirebbe vedermi morto (il Bibliotecario ti dice niente?). Meno male che ho dalla mia Caterina, una camgirl con un secondo lavoro ancora meno presentabile del primo, però non sono sicuro mi possa salvare il culo, stavolta. Se ne esco vivo, giuro che smetto di leggere. Forse.

Vietato leggere all’inferno racconta la mia storia. Non insegna qualcosa che vale la pena conoscere, non ci sono buoni sentimenti o altre cazzate ma per sballarsi con gli amici è perfetto. Provalo, e fammi sapere se funziona.

Dettagli
Data di uscita: 10 ottobre
Titolo: Vietato leggere all’inferno
Autore: Roberto Gerilli
Editore: Speechless Books
Pagine: 412
Euro: free (digitale); 15,90 (cartaceo)
ISBN-13:978-1539151784
ISBN-10:1539151786
Genere: thriller, pulp, distopico
Sito ufficiale: www.vietatoleggere.it



Autore
Roberto Gerilli è un lettore anconetano di trentasei anni. Non esce mai da una libreria senza aver compra­to almeno un libro, riconosce gli editori dall’odore della loro stampa e vive in una casa in cui ci sono più librerie che armadi. È talmente dipendente dalla lettura che ha cominciato a scrivere. E ha scritto un libro sui libri.
Nel 2014 ha pubblicato il suo romanzo d’esordio, Città Senza Eroi, per UteLibri, mentre nel 2015 e nel 2016 sono usciti Questo non è un romanzo fantasy! e Apo­calypse Nerd, entrambi editi da Plesio.

Editore
Realtà editoriale no profit nata nel 2012, Speechless Books ha esordito con una rivista letteraria da venti milioni di lettori, Speechless Magazine. Successivamente, ha pubblicato il romanzo urban fantasy / young adult di Emanuela Valentini da più di duecentomila download,La bambina senza cuore, e un alcuni racconti di Eleonora C. Caruso (Col nostro sangue hanno dipinto il cielo), Andrea G. Colombo (La lapide di ardesia) e Chiara Palazzolo (Damasco e dintorni). Oltre ai progetti per il sociale Diari dal sottosuolo e What women don’t want – Il web contro la violenza sulle donne, Speechless coltiva belle storie e autori di talento, spesso ancora poco conosciuti. Gli e-book sono gratuiti e scaricabili dal sito ufficiale www.speechlessmagazine.com e dagli store online.

-- 



Credo molto nel lavoro della RiLL, proprio per questo segnalo sempre con piacere le loro inziative e le loro uscite.
Ecco le ultime novità:


Lunedì 31 ottobre,  dalle 18:00, presso la Sala “Giovanni Ingellis” di Lucca Games, avrà luogo la premiazione del XXII Trofeo RiLL per il Miglior Racconto Fantastico, bandito dall’associazione RiLL - Riflessi di Luce Lunare.

Il Trofeo RiLL è uno dei maggiori concorsi letterari italiani per racconti fantastici: possono partecipare storie fantasy, horror, di fantascienza e, in generale, qualunque storia sia (per trama e/o personaggi) “al di là del reale”. A ciascuna delle edizioni più recenti hanno partecipato circa 250 racconti (397 nel 2016, anno che segna un record assoluto di partecipazione), inviati soprattutto dall’Italia, ma anche da Belgio, Croazia, Germania, Regno Unito, Repubblica di San Marino, Svizzera e dall’Australia.

L’associazione RiLL è attiva dal 1992 e da sempre cerca di scoprire e valorizzare nuovi autori che scrivono letteratura fantastica e dell’immaginario. La cerimonia finale del Trofeo RiLL si svolge sin dalla prima edizione a Lucca Games, che dal 2006 ospita anche la premiazione del concorso SFIDA, sempre organizzato da RiLL.

Durante la cerimonia finale del XXII Trofeo RiLL sarà presentata l’antologia “TUTTO INIZIA DA O e altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni”, nuova uscita della collana “Mondi Incantati” (ed. Wild Boar), che da più di dieci anni pubblica i migliori racconti del Trofeo RiLL e di SFIDA, e che è realizzata col patrocinio di Lucca Comics & Games.
Come già nei più recenti “Mondi Incantati”, Tutto inizia da O altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni contiene la sezione RiLL World Tour, che propone agli appassionati italiani cinque racconti fantastici premiati in altrettanti concorsi letterari esteri con cui il Trofeo RiLL è gemellato: l’Aeon Award Contest (Irlanda); il James White Award (Regno Unito); il premio Visiones (Spagna); il Nova Short-Story Competition (Sud Africa); la Short-Story Competition dell’Australian Horror Writers Association (Australia).

“TUTTO INIZIA DA O e altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni” è un’antologia di quindici racconti, perfetti per farsi rapire dalle affascinanti visioni del Fantastico, guidati da autori italiani e stranieri.
Aprono il volume i cinque racconti premiati del XXII Trofeo RiLL, scelti dalla giuria del concorso, composta da scrittori, giornalisti, accademici e autori di giochi:

Vincitore del XXII Trofeo RiLL: Tutto inizia da O, di Maurizio Ferrero (Vercelli)
Un racconto che mischia la fantascienza classica con riferimenti al mondo dei giochi di ruolo e dei videogiochi. Efficace e coinvolgente, nella sua circolarità. Il cerchio si chiude con totale soddisfazione del lettore, visti il perfetto meccanismo narrativo generale e la compiutezza dei singoli episodi.

Secondo Classificato: Gartu, di Davide Jaccod (Aosta)
Un riuscito racconto fantasy, molto ben scritto e sviluppato. Si passa dalla satira della burocrazia e di un certo mondo del lavoro a quella sulla superstizione, con un tono insieme ironico e “tenero” verso i due protagonisti.

Terzo Classificato: Prova di Recupero, di Luigi Rinaldi (Roma)
Ottimo esempio di fantascienza distopica, ambientata in un mondo alternativo, ma molto vicino al nostro. La narrazione, tutta centrata sul punto di vista del giovane studente protagonista, accresce il carico empatico ed emozionale della storia.

Quarto Classificato: La transazione del secolo, di Francesca Cappelli (Firenze)
Il racconto di un incontro di mondi in quel di Firenze, a Ponte Vecchio, con tratti grand-guignoleschi, paesaggi realistici e riferimenti al “mondo magico”. Un’originale storia di realismo magico.

Quinto Classificato: La Commedia dell’Arte, di Francesco Nucera (Pavia)
Un racconto con protagonisti Pulcinella e Arlecchino, in azione nella Milano dei nostri giorni. Un ottimo esempio di come si possa riuscire ad ambientare storie fantastiche in Italia attingendo alle nostre tradizioni.


Sempre nel corso della premiazione, Renato Genovese, direttore di Lucca Comics &Games (e giurato del Trofeo RiLL), consegnerà il premio speciale Lucca Comics & Games per SFIDA 2016, il concorso che RiLL riserva agli autori giunti una o più volte in finale al Trofeo RiLL.
La SFIDA che dà il nome al premio è quella che RiLL lancia agli autori: scrivere un racconto fantastico che rispetti uno (o più) vincoli scelti da RiLL, e che cambiano di anno in anno.
Per il 2016, RiLL ha scelto di unirsi ai festeggiamenti per le “nozze d’oro” del binomio fra la città di Lucca e il festival del Fumetto: il filo rosso che lega i cinque racconti vincitori di SFIDA 2016 è RE MIDA. In altri termini: in ciascuna storia, c’è qualcuno (o qualcosa) che trasforma in oro quello che tocca…

I cinque racconti vincitori di SFIDA 2016, selezionati da RiLL, sono pubblicati nell’antologia “TUTTO INIZIA DA O e altri racconti dal Trofeo RiLL e dintorni”.
Gli autori dei racconti vincitori sono: Massimiliano Malerba (Roma), Michele Piccolino (Frosinone), Rosalba Risaliti (Livorno), Alberto Tarroni (Varese), Alain Voudì (Genova).
Fra i cinque testi selezionati, il premio speciale Lucca Comics & Games 2016 va a “Tocco Magico”, di Alain Voudì, un racconto giallo-fantasy che mischia realtà e magia, ambientato nella città sarda di Alghero.


Per maggiori informazioni:
Lo stand di RiLL a Lucca Games (padiglioni viale Carducci) è il numero M48.

L’associazione RiLL Riflessi di Luce Lunare è attiva in ambito letterario e ludico dai primi anni ’90.
Attualmente, la principale attività associativa è il Trofeo RiLL per il miglior racconto fantastico, un premio letterario bandito dal 1994 e che ha riscosso un interesse crescente fra gli appassionati e gli scrittori esordienti (oltre 250 i racconti partecipanti a ciascuna delle edizioni più recenti).
Sul sito di RiLL sono on line tutte le informazioni sul Trofeo RiLL e le sue diverse edizioni, insieme a buona parte dei racconti premiati e ad un vasto archivio di articoli e interviste
Ma c'è anche un' altra antologia:


La Spada, il Cuore, lo Zaffiro” è la sesta uscita della collana Memorie dal
Futuro, edita da Wild Boar e curata dall’associazione RiLL Riflessi di Luce
Lunare.
Memorie dal Futuro è una collana di antologie personali, dedicate ai racconti
degli autori che più si sono distinti nei concorsi letterari organizzati da
RiLL (in particolare: nell’ambito del Trofeo RiLL per il miglior racconto
fantastico, uno dei maggiori premi italiani del settore, con circa 250 racconti
partecipanti all’anno).

“La Spada, il Cuore, lo Zaffiro” propone i racconti fantasy di Antonella
Mecenero: insegnante piemontese, autrice di romanzi gialli e storie fantasy. I
suoi racconti sono stati premiati in molti concorsi letterari.

“La Spada, il Cuore, lo Zaffiro” è un’antologia di dieci storie, che spiccano
per la qualità della scrittura e per il tono lieve, ma non superficiale, con
cui sono narrate.
Inoltre, ed è un cambiamento per la stessa collana cui appartiene, “La Spada,
il Cuore, lo Zaffiro” propone quattro racconti che appartengono a uno stesso
corpus, perché tutti ambientati nello stesso mondo fantasy: il Leynlared, un
regno formato da cinque regioni, che Antonella Mecenero ha creato mischiando
elementi medievali e rinascimentali. I quattro racconti dal Leynlared, che
occupano la seconda metà del volume, tratteggiano un affresco di questo mondo,
comunicandone la ricchezza e il fascino.

Nei racconti de “La Spada, il Cuore, lo Zaffiro” ci sono i migliori
ingredienti del genere fantasy: draghi, magie, tesori, battaglie, fantasmi,
complotti… Tutto il necessario per soddisfare il senso del meraviglioso di ogni
lettore. Ma sono storie buone anche per rivisitare il fantasy, visto che hanno
spesso e volentieri protagonisti inattesi, lontani dagli archetipi del genere.
Questo è particolarmente evidente per i racconti dal Leynlared ambientati
negli anni del regno del principe Amrod: tre storie in cui il tema della
diversità (nell’orientamento sessuale) è centrale per caratterizzare il
personaggio, le sue azioni e la storia stessa del regno. E il merito di
Antonella Mecenero è quello di trattare questo elemento con intelligenza,
riuscendo a rispettare i topos del genere, a evitare le banalità del
politicamente corretto, e a descrivere un mondo complesso, dove anche i
pregiudizi hanno una causa, se non addirittura qualche buona ragione (lo
decideranno i lettori) di esistere.

Proprio perché i protagonisti di questi racconti sono spesso inattesi,
“diversi”, è grande la cura della loro caratterizzazione psicologica, come
spiega la stessa autrice: “Il fantastico, come tutta la narrativa, parla
principalmente di noi, in quanto esseri umani. Temo che, anche se abitassimo
davvero in un mondo popolato di draghi e fantasmi, i mostri peggiori
rimarrebbero quelli che vivono dentro il nostro animo. Questo è il nucleo della
mia narrativa. In ognuno di questi racconti i personaggi devono fare i conti
principalmente con sé stessi, per capire chi sono, cosa desiderano o accettare
le conseguenze di cosa sono diventati.”

“La Spada, il Cuore, lo Zaffiro” propone i racconti fantasy di un’autrice che
merita l’attenzione di tutti gli appassionati di Fantastico e delle buone
letture: Antonella Mecenero.
Il libro è disponibile da ottobre 2016.

Antonella Menecero
Racconti fantasy
Wild Boar Edizioni
140 pagine, euro 10
Illustrazione di copertina: Valeria De Caterini

3) "CONDOMINIO 9"  DI J.A. GIDEON.


Editore: Phasar
Anno edizione: 2016
Pagine: 330 p. , Brossura
  • EAN: 9788863583854

EURO: 12,75.

Un condominio dove la gente non sogna e non ha memoria. Un mondo dominato da un'unica voce che parla ininterrottamente agli inquilini. Una storia che potrebbe cambiare tutto, ma che per farlo dovrà raggiungere il piano più alto e imbrattarsi di sangue. Condominio 9 è l'incubo dietro l'angolo. Un mondo non molto lontano dalla nostra realtà che potrebbe presentarsi in ogni momento nelle nostre vite, o che forse è già arrivato senza che ce ne accorgessimo. Attraverso una lente grottesca e sporca di sangue, ci viene mostrato il peggio degli esseri umani e, al tempo stesso, il loro disperato bisogno di sognare per sopravvivere. Un piano dopo l'altro, il cerchio si chiude delineando l'unico vero protagonista di questo romanzo: quel compagno oscuro che tutti abbiamo e che chiamiamo Ego.

Ed anche per questa puntata è tutto.
A presto!
E ovviamente, fatemi sapere quali tra queste letture vi interessa di più!

3 commenti:

Obsidian M ha detto...

Non so perché ma quel condominio mi ricorda un altro condominio... Ispirazione? Citazione? Omaggio?

Fumetti di Carta (Orlando Furioso) ha detto...

...a me invece quel Vietato Leggere ricorda un romanzo discretamente famoso scritto da Ray Bradbury da cui è stato tratto anche un film di Truffaut... :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian Mirror / @Fumetti di Carta ( Orlando Furioso l
Vero , i riferimenti si notano sarei curioso di sapere quanto siano stati ispirati i due autori dalle rispettive opere. Magari sono due gran fan delle medesime.

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...