SONO SEMPRE IN TEMPO PER FERMARMI. - DIECI ANNI DOPO.

 CONFESSIONI SEMISERIE E SEMI- NO' DI UN SOPRAVVISSUTO REDUCE DELLA BLOGOSFERA.

 


Il 17 di marzo del 2011 usciva il primo post di un nuovo blog, secondo gli esperti il 2011 era ancora un periodo abbastanza dorato per la blogosfera italiana. Quel nuovo piccolo piccolissimo blog si chiamava Nocturnia e veniva scritto da un tale, il sottoscritto, che già dal 2008 partecipava alla vita della rete in veste di commentatore. Ho raccontato numerose volte in passato di come in realtà fosse stata mia moglie Venusia ad avere l'idea del blog e a coinvolgere un grafico mio amico senza farmi sapere niente. Questo per farmi un regalo e anche per farmi apprezzare di più la rete. Io all'epoca mi consideravo orgogliosamente analogico. Non volevo farmi coinvolgere più di tanto dalla novità. Il nome Nocturnia me lo aveva subdolamente estorto chiedendomi di un mio vecchio progetto di una fanzine cartacea dei tempi in cui vivevo a Napoli, io mi ero ricordato di quella rivista che avrei voluto lanciare intitolata Nocturnia, progetto che stoppai quando scoprii che in edicola esisteva già e con gran merito la splendida Nocturno Cinema, rivista che consiglio a chiunque ami il grande schermo. Il titolo stesso del primo post la diceva lunga: SONO SEMPRE IN TEMPO PER FERMARMI. Infatti io per primo ero convinto che non sarei durato a lungo, giusto qualche articolo tanto per provare, pochi mesi e poi sarei tornato ad essere un semplice fruitore.

Era il 2011.....ed eccomi ancora quì. Alla faccia dei pochi mesi e dei pochissimi articoli....

 Ne parlo oggi e non il 17 perché non sono mai stato troppo bravo nel rispettare gli anniversari.

Nella mia ingenuità di allora scrivevo cose come:  "Me ne pentirò, lo so. Con tutti i casini che mi stanno piovendo addosso, pure un blog dovevo lanciare ?
La risposta la state leggendo in questo momento.
La realtà, è che, io di tecnologia, link, post, bite, epub non ne capisco niente; non allevo muli e non navigo per torrenti. Sono quanto di più lontano ci possa essere da un esperto tuttologo, che può contemporaneamente , disquisire (si dice così ?) della filmografia completa di Shimizu Takashi, della discografia dei Deep Purple o dei romanzi di Lucarelli, il tutto mentre bevo miscele di the sconosciute ai più.
Sono solo un semplice appassionato:leggo fumetti praticamente dalla culla, l'amore per la fantascienza e per l 'horror sono arrivati, quando la Rai,in epoche lontane, ha cominciato a trasmettere THE PRISONER; SPACE 1999 e roba come IL SEGNO DEL COMANDO.
In una parola, il fantastico in tutte le sue espressioni è sempre stata la mia vita, togliermi il piacere della lettura, della visione di un film o di una serie televisiva ad argomento fantascientifico od horror, significa togliermi la stessa aria che respiro. "

Me ne sono pentito?

Nemmeno una volta. 

Certo, i momenti pesanti, difficili, di grande stanchezza o tristi ci sono stati. Fasi in cui ho pensato di mollare e periodi in cui mi sono effettivamente fermato. Eppure qualcosa mi ha fatto sempre tornare alla tastiera. Non si tratta delle statistiche delle visite, non sono stati certo quei meccanismi di do ut des di cui si parla ultimamente molto (e a volte anche a sproposito) delle deviazioni della rete. Quelle che giustamente condanniamo tutti quanti. Forse si è trattato di quella maledetta passionaccia che tutti noi conosciamo bene. Quindi, no, pentito mai.

Non nascondo nemmeno di sentirmi come una sorta di sopravvissuto o di reduce. Sono cosciente ( elo dico con serenità e con un pizzico di divertita accettazione) di essermi trasformato in un dinosauro o di un altro membro di una razza destinata all'estinzione: quello dei blogger  ma anche quello di coloro che si ostinano a scrivere post lunghi. In questi anni ho visto la blogosfera (continuiamo a chiamarla così per comodità) trasformarsi e diventare molte cose. Non preoccupatevi però, non ho certo intenzione di ritornare su argomenti già detti e sviscerati più e più volte da altri. Quando ho cominciato io si era in piena guerra tra due fazioni diverse e due tipologie agli antipodi del fare bloggin': i cosidetti "gamberettiani" (qualcuno tra voi se li ricorda?) e gli altrettanto cosidetti "moderati", che poi alla prova dei fatti tanto moderati non erano. Ho assistito anche alla guerra tra progetti di scrittura condivisi, quello del Survival Blog ed i "plagiatori" del "Survival Diaries". 

Sembravano cose importanti ma oggi non se ne ricorda quasi più nessuno.

Andando a scorrere quei miei primi dilettanteschi post (non che adesso io sia poi così tanto migliorato) tra i commentatori scopro tanti nomi ormai scomparsi, di quei miei primi commentatori ne sono rimasti una manciata come TIM o Ariano Geta. Con altri tipo Edu, Giorgio Iguana; Donata Ginevra o Eddy ci si sentiamo ancora per mail o di persona. Con altri ci si è semplicemente persi di vista, parecchi hanno smesso di bloggare, un paio sono morti (è il ciclo della vita baby) anche se la fine peggiore l'ha fatta il migliore tra noi, il grande ma fragile Elvezio Sciallis che un brutto giorno ha semplicemente deciso che gli bastava così....

Nomi e blog scomparsi ( Modesty; Luna; About a Photo; E Dio disse Kung...e tanti altri). Parecchi altri però aggiuntisi sul cammino fino ad oggi. Alcuni per un tratto del cammino altri ancora ( Ivano Landi; Obsidian Mirror, quel MiticoMozzaccio di Moz O' Clock giusto per nominarne alcuni.

In questi 10  anni ho conosciuto tante persone in gamba, ho vinto un premio importante quale il Premio Italia quindi direi che va bene così. E se fino ad un paio di anni fa il blog era conosciuto principalmente per le interviste con scrittori internazionali di fantascienza ed horror adesso senza alcun dubbio le cose mie che stanno ottenendo più successo sono gli articoli del Mistero o i casi di cronaca Nera. Anche se in questa annata conto di proporre ancora diverse interviste.

Già, quest'annata....

Che sia davvero arrivato il momento di fermarsi? Che sia vera la cosa del "bisogna ritirasi quando si vince?" Che la Cosa Comunemente e Formalmente Chiamata Blogosfera sia realmente troppo cambiata per un blog come Nocturnia?

Ma nemmeno per sogno ! E anche se fosse ....? Il vero discrimine è il riuscirsi ancora a divertire e ad appassionarsi come il primo giorno.

Dieci anni della mia vita! Ci sono matrimoni che durano molto di meno. In questo 2021 chiuderò molti dossier e poi arrivati a dicembre valuterò con calma. Ma sempre con il massimo divertimento.

In questi ultimi 10 anni sono cambiate anche tantissime altre cose nella mia vita. I vari cambiamenti nel mondo del lavoro, tanti per dirne uno Magari ne parlerò un'altra volta quello che è certo è che sono ancora orgogliosamente vivo e felice.

E visti i tempi direi che ci si può anche accontentare.

56 commenti:

Ivano Landi ha detto...

2011? Allora si può dire che siamo coetanei nella blogosfera, anche se io in quell'anno ho creato il mio primo blog, Power Spot, e non l'attuale che ne ha preso il posto. Su invito di un'amica che ne aveva da poco aperto uno. Lei ha smesso da un pezzo di bloggare, io sono ancora qui, pur tra gli stessi inciampi, esitazioni, dubbi che hai descritto nel tuo post.
La differenza con te è che io, avendo cancellato il primo blog, non sono più in grado di recuperare il mio primo post ;-)

Claudia Turchiarulo ha detto...

Lo sai, vero, che i dinosauri continuano ad essere motivo di ricerca ancora oggi, a milioni di anni dalla loro estinzione?
E così sarà per te e per il Nocturnia.

Scherzi a parte, è bello che tu abbia trascorso qui una fetta importante della tua vita, ed è altrettanto positivo che tu non abbia intenzione di mollare, a prescindere dagli alti e dai bassi che non mancheranno mai.

Spero di diventare una dinosaura anch'io.
Buon compleanno (in anticipo) al tuo blog. Anch'io consegno sempre i regali con netto anticipo, sai? Li compro e non resisto. Quindi fino al 17 sarei morta. 😉

Obsidian M ha detto...

Buon compleanno Nocturnia! Non finirò mai di ringraziare Venusia per averti costretto a mettere in acqua la tua nave! Sono stati anni incredibili che abbiamo vissuto un po' a braccetto alternando alti e bassi come in tutte le cose della vita. Tu sempre con quel qualcosa in più che ti distingueva e ti distingue.
E' pazzesco pensare a quanta gente, per un motivo o per l'altro si sia persa per strada ma ancora più pazzesco è pensare a quanti lettori storici continuano a visitare Nocturnia e a lasciare un commento così come fecero nel primissimo post (che io mancai di poco).

MAX ha detto...

Un napoletano che non è scaramantico!!
Sei una mosca bianca.
Io invece preferisco farteli mentalmente altrimenti per iscritto come oralmente in anticipo portano sfiga!
Ciao Nick..se farai un post il 17 ci torno .

Nick Parisi. ha detto...

@ Ivano Landi
Allora abbiamo un'altra cosa in comune, anche l'anno di nascita. Già io, te e Obs siamo chiamati i gemelli del web. ;) Dopo di quest'altra scoperta non ce lo leveremo più questo soprannome. ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Claudia Turchiarulo
Ahahahah. Andresti d'accordo con mia moglie! Se per caso le faccio un regalo in anticipo di qualche giorno rispetto alla data da festeggiare, non riesce a resistere e lo deve aprire prima. LOL Dovrei presentarvi, diventereste amiche.

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian Mirror
Già, sono stati anni incredibili. All'inizio avrei voluto citare tutti gli amici lettori persi per la strada, ma sarebbe stato un post troppo lungo. Almeno rimarranno i bei ricordi che hanno lasciato con noi.
Grazie a te per essere stato sempre presente.

Nick Parisi. ha detto...

@ MAX
ma se sono circondato da veneziani che sono ancora più superstiziosi dei napoletani! XD Ce ne erano tanti tra i miei ex colleghi della Pansac che sembravano più meridionali di me. ;)
Magari il 17 scrivo qualcosa in proposito.

Mariella ha detto...

Prima cosa: gli auguri te li faccio il 17 marzo e me lo segno così non mi dimentico, perché a farteli in anticipo non ci penso proprio;)
I complimenti te li faccio adesso, sai che su molte cose la pensiamo allo stesso modo (blog, cambiamenti, do ut des ecc...) sappi che anche io appartengo al Mesozoico e che quest'anno per me sono 11 di blogging in generale (ho aperto il primo blog nel 2010) e 10 sulla piattaforma blogger. Sii orgoglioso di quello che hai creato qui, non è da tutti, affatto.
Continua così e non cambiare di un millimetro altrimenti vengo fino in Veneto a pescarti.
Un abbraccio a te e Venusia e ringraziala da parte mia per l'idea speciale di regalo che mi ha permesso di conoscerti, stimarti e dopo tanti anni di volerti un po' di bene. Sperando che non si ingelosisca:-)

Ariano Geta ha detto...

Tantissime felicitazioni!
Dici "non me ne sono pentito" e aggiungo io "meno male", perché la tua presenza nella blogosfera la arricchisce. Ognuno di noi bloggers cerca di contribuire a modo suo, però non tutti i contenuti sono gli stessi. Nel tuo caso hai scelto argomenti di nicchia che però, si vede, ti appassionano tanto, e quindi contribuisci con argomenti non mainstream (dunque originalità e diversità rispetto al contesto generale) e con grande cura dei contenuti (una cura che difficilmente si riesce ad avere quando si fa qualcosa così, "tanto per").
Quindi, senza retorica, speriamo nel raddoppio: altri dieci di questi anniversari! E poi altri venti! E ancora di più (come diceva quel papa: "perché porre limiti alla Provvidenza?")
E naturalmente io continuerò a seguirti ;-)

Nick Parisi. ha detto...

@ Mariella
11 anni di blogging, sei il mio mito! Grazie per i complimenti, spero di meritarmeli anche per il futuro. Ovviamente ricambio per il tuo splendido blog. Venusia ti ringrazia e ti manda i suoi saluti.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
Tu sei uno di quelli che sei rimasto sempre un amico fedele, sei sempre stato presente anche nei momenti peggiori e non posso che ringraziarti.
E' vero, non metitamo limiti alla Provvidenza, finchè ci si diverte non mi fermerò e continuerò a bloggare, sia pure con argomenti di nicchia. Che spesso sono anche quelli migliori.

Temistocle Gravina ha detto...

Auguri, fra'! È bello essere tra i sopravvissuti, seppur passato attraverso tanti esperimenti dopo il Garage. Ricordo ancora quando cercavo di convincerti ad aprire un blog perché avevo capito che dietro quella faccia da buono c'era una gran persona, capace e preparata, con molto da dire. E non sapevo che Venusia era già in agguato! Io penso che tu debba andare ancora e sempre avanti: anche se decidessi di convertirti alla culinaria, io ci sarò sempre tra i commentatori! Perché quel che conta è la persona che sei, non tanto quello che dici!

Nick Parisi. ha detto...

@ Temistocle Gravina
E' vero, eri uno di quelli che ai tempi del Garage, il tuo vecchio blog ,cercavi di convincermi ad aprirne uno mio...e se penso che io all'inizio rispondevo negativamente perchè non volevo impegni ...beh mi viene da ridere. Meno male che sia tu che Venusia avete insistito. Grazie per esserci stato e per esserci ancora oggi a distanza di anni.

Fumetti di Carta (Orlando Furioso) ha detto...

Caro Nick, io non sono tanto da auguri, quindi considerali fatti.
E' vero che la tua presenza in rete la arricchisce: siete in pochi ad avere una tale "serietà" (NON seriosità!) nel blogging, ad aggiungere veramente qualcosa alle vite di chi vi legge. Fare un blogging che non ti cambia un po' la vita non avrebbe senso, eppure la rete è piena di blog grondanti il nulla o la retorica più noiosa, qualsiasi siano gli argomenti che "affrontano". E va bene così, c'è spazio per tutt*.
Beh, Nocturnia - splendido nome! - è diverso, propone contenuti, nonostante oggi siano riusciti a svilire pure questa bella parola. Eppoi hai la passione, che si vede e si sente ed è più che un valore aggiunto. Il tutto divertendo/ti, e questa è l'unica cosa che ti invidio (sempre benevolmente! quando parlo di invidia, intendo sempre benevola, quando non diversamente specificato).
Quindi bene che ci sei e grande Venusia per averti portato sulla cattiva strada :)
Un grande abbraccio e, da cuore, complimenti!
Orlando

Cassidy ha detto...

Naaa lascia perdere, ormai stai a rota come direbbero a Roma, puoi andare avanti anche i prossimi dieci anni ;-) tanti auguri per l'ottimo traguardo! Cheers

Madame Verdurin ha detto...

Complimenti per il tuo traguardo, wow! Felice che tu non abbia voglia di smettere a scrivere perché io non ho voglia di smettere di leggerti :) Anche Cinemuffin, sebbene molto molto più giovane, è un blog marzolino :)

Kuku ha detto...

Complimenti a te e pure alla moglie regala blog. Questa non l'avevo ancora sentita!

Pietro Sabatelli ha detto...

Dico solo complimenti per questo grande traguardo ;)

Innassia Z ha detto...

Com'è che si dice? Dietro un grande uomo c'è una donna...Ringraziamo tua moglie per averti spinto ad aprire il blog, e ringraziamo te per averci fatto compagnia con i tuoi post ricercati, con argomenti originali e scritti molto bene. Tanti auguri.

Nick Parisi. ha detto...

@ Fumetti di Carta (Orlando Furioso)
Gli auguri li considero ricevuti. ;)
Mi hai riempito di complimenti al punto tale che mi hai commosso. Il merito è stato tutto di Venusia, è stato merito suo se io ho cominciato, anzi oggi magari quando mi vede passare ore al computer si pentirà un poco di quella sua iniziativa....ahahahah scherzo.
Grazie ancora amico mio, un grande saluto a te e a tuo marito.

Nick Parisi. ha detto...

@ Cassidy
Altri dieci anni forse no, però qualche altro annetto di attività non mi dispiacerebbe. Che dire? Sicuramente è un bel traguardo, sopratutto perché pensavo davvero di resistere solo qualche mese, tanto per salvare la faccia...e invece...eccomi ancora quà. Cheers.

Nick Parisi. ha detto...

@ Madame Verdurin
I blog marzolini, sono un poco come le spose di maggio, quelli più affascinanti.
Tanti auguri allora anche al bel Cinemuffin.

Nick Parisi. ha detto...

@ Kuku
Se per questo durante il primo anno di matrimonio mi ha regalato anche una stella. ;) Nel senso che si è messa in contatto con uno di quei cataloghi che censiscono i corpi celesti e ha fatto assegnare il mio nome ad una stella. ovviamente si tratta di terminologie non riconosciute ovunque salvo da pochi gruppi, quindi è una cosa meramente simbolica. Però rimane lo stesso un bel regalo. :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Inassia Z.
Dopo farò leggere a mia moglie tutti i vostri complimenti, la farete felice.
Grazie a te e a tutti quanti gli altri che hanno finora commentato.

Nick Parisi. ha detto...

@ Pietro Sabatelli
Grazie di cuore, amico mio!

Riky Giannini ha detto...

Finalmente ho scoperto da dove viene il nome Nocturnia! Sì, lo so che non c'era nulla di misterioso o di criptico, diversamente da certe storie che hai raccontato magistralmente...
Io lo sai, non sono un gran fan di quelle che poi sono le tue passioni.
Ma le strade della blogosfera ci hanno portato sullo stesso cammino e ne sono felice.
Perché conta la persona, prima di tutto, e posso dire di aver conosciuto una persona brillante, sagace, simpatica, una presenza che magari non fa rumore, ma si fa sentire, nei momenti giusti.
Ti auguro tutte le soddisfazioni possibili, con il tuo blog.
Coltiva la tua passione e divertiti sempre. E' la cosa che conta.
Complimenti, davvero, per i tuoi dieci anni di blogging, mitico Nick.

Nick Parisi. ha detto...

@ Riky Giannini
Per essere sinceri fino in fondo il nome completo di quella fanzine sarebbe dovuto essere: Nocturnia- Memorie da un passato oscuro", però col senno di poi è andata meglio così, sarebbe stato un qualcosa di troppo dark e gotico per i gusti della maggior parte dei lettori. Alcune dei nomi che uso come Tag tipo Fan Zone o Midnight Club sarebbero dovuti servire come titoli delle rubriche della fanzine.
Sono felice anche io che le nostre strade si siano incrociate perché ho conosciuto una persona vera ed un grande amico.
Grazie da parte mia e da parte di Venusia.

Franco Battaglia ha detto...

Mi ha fatto pensare il tuo post.. "ritirarsi quando si vince". E se uno non vince? Se uno non solo non conosce Takashi Shimizu, ma non lo nomina nessuno, non legge fumetti, non vede anime, non si appassiona se non alla propria scrittura, al proprio modo di vedere la vita attorno tentando di, principalmente, descriversela? Che dovrebbe farci col proprio blog? Io lo tengo, e anche caro. Ti auguro di fare altrettanto, con la passione che ti contraddistingue, ma per gli Auguri ripasso il 17.. ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Franco Battaglia
Beh, quel "ritirarsi quando si vince" era inteso nel senso del ritirarsi finché ci si diverte ancora e si trovano stimoli, esattamente come fai tu.
E chi è Takashi Shimizu? ma che gente frequenti? ^^
Il tuo blog è bellissimo e se non lo tieni vengo lì fino a Pescara è ti obbligo a leggere l'opera omnia di Emilio Fede. XD

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Per fortuna non ti sei fermato!!! E non farti venire questa strana idea in testa ancora mi raccomando :-)))

Nick Parisi. ha detto...

@ Daniele Verzetti il Rockpoeta®
E chi si ferma. Non ci penso nemmeno. XD

Maria Teresa Steri ha detto...

Che bello che tu abbia raccolto la sfida in quei giorni di tanti anni fa tanto da farne il punto di riferimento che è oggi Nocturnia. E dunque ti auguro ti continuare alla grande, a dispetto delle circostanze esterni. Augurissimi!

Nick Parisi. ha detto...

@ Maria Teresa Steri
Bellissimo augurio, cercherò di non deluderti mai, nemmeno in futuro.
Un abbraccio.

Elena ha detto...

Ti faccio le mie più sincere congratulazioni per la costanza, la consapevolezza e la tenacia. Sono nella blog sfera una ragazzina al tuo cospetto ma so quanta dedizione costi tenere vivo e vegeto un blog. Bello il nome che hai scelto, di sicuro effetto. Grazie per il pensiero rivolto a chi non c'è più. Buona vita e buon blogging Nick. C'è ancora tanta strada

Nick Parisi. ha detto...

@ Elena
Ti ringrazio. E' un vero piacere conoscerti, buonissima vita anche a te.
Un abbraccio.

Pirkaf ha detto...

Anche se ormai sempre più spesso in silenzio, poiché ho poco o nulla da aggiungere ai tuoi bellissimi articoli, ti leggo o cerco tue nuove quasi quotidianamente.
Egoisticamente mi auguro che tu continui a pubblicare il più possibile, ma se non dovessi un giorno più farlo, ti ringrazierei comunque della compagnia e degli input che i tuoi scritti mi sanno donare.

Davide CervelloBacato ha detto...

Mamma mia e come vola il tempo. Per me saranno 9 tra poche settimane, ho iniziato nel 2012, ma a differenza tua ho abbastanza smesso di curarmi di CervelloBacato.
Quel che non ho smesso è di creare contenuti però, e penso che questa passione che ci accomuna sia la cosa più bella e importante da coltivare. Assieme, ovviamente, a queste conoscenze digitali che anche per me, ancora oggi (alcune più alcune meno) rimangono.

Buon compleanno,
CervelloBacato

Nick Parisi. ha detto...

@ Pirkaf
Tu sei e sarai sempre il benvenuto (e come te tutti gli altri) sia come lettore che come commentatore, come dico sempre questo blog non è solo casa mia ma casa Nostra. Non sarei durato dieci anni senza il vostro entusiasmo e la vostra compagnia. Il merito è vostro siete stati tutti quanti voi (e Venusia) la mia forza. Sono stati anni bellissimi, ma il meglio deve ancora venire, è una promessa.

Nick Parisi. ha detto...

@ Davide CervelloBacato
Ciao Davide! Che bello sentirti! Anche tu sei un highlander della rete ed hai proprio ragione: è la passione che ci accomuna. Oltre alle conoscenze che la rete ci ha permesso di fare. Anzi, mi auguro che quando il covid abbia smesso di mordere, potremo incontrarci tra noi blogger.

Luz ha detto...

A leggerti, colgo tutta una narrazione che è davvero molto bella, Nick.
Scrivere in questi nostri spazi fa parte di un vissuto, è sempre più evidente man mano che i blog raggiungono età importanti, come questo tuo.
Ripercorrere certi passi e rivedersi in eventi lontani nel tempo, pensare a chi abbiamo incontrato anche solo virtualmente e poi oggi non più, ecco, questa è "vita".
Non pentirti mai, perché fai parte di quelli storici, uno dei pilastri qui.
Augurissimi, Nick, viva la passione.

Nick Parisi. ha detto...

@ Luz
Momenti di pentimento non ce ne sono mai stati per fortuna, qualche situazione di stanchezza ed anche qualche incavolatura lo ammetto c'è stata. Però credo sia fisiologico, fa parte della vita. E Nocturnia in effetti ha rappresentato una buona fase della mia vita, una parte bellissima.
Grazie per i bellissimi complimenti.
W sempre la passione.

Long John Silver ha detto...

Complimenti vivissimi per il grande traguardo raggiunto. Sei uno dei blogger che seguo più volentieri, continua sempre così! Un poco alla volta si raggiungo i grandi obbiettivi.

Nick Parisi. ha detto...

@ Long John Silver
Grazie amico mio, mi dai ancora più forza per la scrittura dell'ultima parte del dossier sulle Dare Stones, che arriverà nella seconda metà della settimana prossima.
Grazie ancora.

Babol ha detto...

Auguri per i tuoi dieci anni allora e continua a non fermarti mai!!

Cristina M. Cavaliere ha detto...

Complimenti di cuore per il tuo bellissimo blog, Nick, e per altri dieci anni col vento in poppa come si dice. Avevo scritto il mio primo timido post nel dicembre 2012 e non avrei mai pensato come te che tanta acqua sarebbe passata sotto i ponti. I momenti di stanca e scoraggiamento penso che capitino a tutti quanti. Penso anche che i cambiamenti nella blogosfera siano fisiologici, ma ormai i nostri blog si può dire che vivono quasi di vita propria! ;) A me personalmente fa un certo effetto leggere di blogger che sono venuti a mancare, e che pure lasciano un bel ricordo in rete. Spero di riuscire a fare altrettanto quando non ci sarò più.

Nick Parisi. ha detto...

@ Babol
Grazie, grazie di cuore!

Nick Parisi. ha detto...

@ Cristina M. Cavaliere
Allora se hai cominciato ne 2012, tra qualche mese sarà anche il tuo di anniversario! Io credo che già adesso tu stia lasciando un bel segno, i tuoi post storici sono tra i miegliori del settore, te li invidio sempre-bonariamente- molto.
Un grande saluto.

SamSimon ha detto...

Bel post! Da parte mia, essendo arrivato tardissimo a questa festa, posso rallegrarmi di avere quasi 10 anni di post da andare a scoprire... Grazie! :--)

Nick Parisi. ha detto...

@ SamSimon
Piacere reciproco, grazie a te. :)

Ema ha detto...

Ecco, ancora un giorno e anche tu entri in doppia cifra.
Però io, nonostante abbia un blog dal 2006 (ufficialmente dal 2008 perché ho cancellato i primi 2 anni), ho vissuto poco questo ambiente, ne seguivo solo 2 o 3. Quindi mi sono perso la battaglia tra gamberettiani e moderati ☹️ Chissà di cosa si trattava...
È brutto quando qualcuno sparisce, anche solo perché si è stancato. Non mi è capitato coi blog ma con tanti forum e siti.
È un bene che tu non te ne sia pentito e spero che andrai avanti anche dopo dicembre. Se si è stanchi non bisogna mollare, magari solo rallentare.

Cristina M. Cavaliere ha detto...

Grazie Nick, sei davvero molto gentile! Gli argomenti che vorrei trattare sono tanti, e le idee si affollano... purtroppo il tempo che posso dedicarvi è sempre poco. :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Ema
Ragionando col senno di poi, non ti sei poi perso un granché per quanto riguarda le diatribe tra gamberettiani e gli altri. Come molte guerre sui principi (e lo dico perché io invece c'ero in mezzo) all'inizio sembrano cose importanti poi dopo anni dagli avvenimenti ti viene da chiederti:"Ma davvero è successo questo?" ;)
In quanto a me, in questi giorni ho dovuto un poco rallentare per motivi personali, ma per il momento non intendo smettere.

Nick Parisi. ha detto...

@ Cristina M. Cavaliere
Lo so, ti capisco. Succede lo stesso anche a me. Idee tante, tempo poco....che tristess.... :) L'importante è non arrendersi mai e fare quello che si può. ;)

Grazia Gironella ha detto...

Dieci anni di blog sono un gran bel traguardo, soprattutto quando la voce è viva e vitale. La stanchezza è inevitabile, in certi periodi, ma intanto fai quello che ti piace fare. Non è poco. :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Grazia Gironella
Infatti, non ci rinuncerei mai. :)

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...