LA VITA INDIRETTA: ALEXIS DENISOF.

Più volte su queste pagine virtuali mi sono occupato delle vite e dei destini degli attori, qualche volta ho parlato di Star dimenticate dei classici in bianco e nero, altre volte di artisti più vicini a noi cronologicamente.
Storie interessanti, storie bizzarre, spesso tragiche... a volte terminate in morti assurde.
Come esiste la notte,però per fortuna esiste anche il sole.


Sappiamo tutti che le storie tragiche sono la minoranza, tuttavia fanno colore, destano il nostro interesse, ci attirano, ci fanno sentire sicuri ed importanti mentre siamo chiusi nella nostra quotidianità senza sogni.

Però per un attore a cui le cose vanno male ce ne sono molte altri che conducono vite felici perfino normali ed è giusto che di tanto in tanto se ne parli.
Ed è di una di queste vite che parleremo oggi.
Come esiste la notte, per fortuna esiste anche il sole.

A meno di non essere un fan dell'opera di Joss Whedon il nome Alexis Denisof potrebbe non dirci nulla.
Le cose cambiano se si nomina Wesley l'Osservatore.

Alexis Denisof nasce nello stato americano del Maryland nel 1966 e come molti americani è un perfetto prodotto da melting Pot col padre immigrato dalla Russia e la madre esponente di una famiglia della borghesia del New England.

Il giovane non rimane a lungo negli States, la sua passione è il Teatro e desidera sviluppare al meglio questa sua passione; Alexis si trasferisce a Londra dove recita nella Royal Shakespeare Company.
Ma la vita è fatta anche di incontri, incontri che possono determinare il successo o l'insuccesso di una persona.
In questo caso sarà lo stringere di un amicizia a cambiare la vita di Denisof.
L'Attore infatti in quegli anni londinesi conosce un collega già affermato di nome Anthony Stewart Head.
Tra i due si crea una grossa stima professionale e si promettono di sostenersi reciprocamente anche in futuro.
Anni dopo la promessa sarà mantenuta.

Wesley Wyndham-Price.
L'ultima persona che vorreste al vostro fianco in caso
di pericolo.
Anno 1998. Anthony Head lavora stabilmente nel cast della serie televisiva BUFFY, THE VAMPIRE SLAYER; il suo è uno dei ruoli più importanti quello dell'Osservatore Rupert Giles, il mentore della protagonista.
Joss Whedon si fida di Head e gli chiede di fargli il nome di qualche bravo attore per un piccolo ruolo, un nuovo personaggio che intende lanciare nello Show.
Head non ha dubbi e fornisce un unico nome: quello di Denisof.
Arriva così nella serie di BUFFY  l'impacciato e cialtronesco Wesley Wyndam-Price,  il nuovo osservatore della ammazzavampiri Buffy e Faith.

Come spesso succede in origine il lavoro dovrebbe durare poco, il personaggio nelle intenzioni di Whedon  e soci è destinato a morire entro poche puntate.
Succede qualcosa che fa cambiare idea a tutti quanti.
La recitazione di Denisof  convince pubblico e sceneggiatori, il rapporto con gli altri attori si rivela fondamentale, in particolare nelle scene in comune con Anthony Head si nota  una forte dose di alchimia, insomma i due si divertono a lavorare insieme.
In più il personaggio funziona.

Il resto è storia: il personaggio rimane non solo in BUFFY, ma anche nel suo spin-off  ANGEL.
Detta così la mia sembrerebbe solo l'elegia di un nerd, e magari forse lo è, ma durante la lavorazione dei due Show televisivi accadono altre cose.

A differenza di molti altri produttori Whedon ama ricreare quando è possibile un clima rilassato sul set e gli attori risentono positivamente di quel clima.
Poche rivalità, pochi scontri tra membri del cast e tra attori e produzioni.
(Con due grosse eccezioni: Charisma Carpenter che ad un certo punto arriverà ai ferri corti con la Produzione, salvo acconsentire a rientrare per un unico episodio per dare un finale compiuto al "suo" personaggio e Glenn Quinn licenziato per abuso di droghe)

Gli attori collaborano tra loro, nascono profonde amicizie: Denisof in particolare lega molto con David Boreanaz (Angel) e Andy Hallett (Lorne).
Quando nel 2009 Hallett morirà in seguito a problemi cardiaci i primi ad accorrere al suo capezzale saranno proprio Denisof e Boreanaz


Sul Set non nascono solo le amicizie.
Anche qualche amore.
Durante le riprese il figlio di immigrati russi si lega con la collega Alyson Hannigan.
E quando un uomo ed una donna stanno troppo tempo a contatto in ambiente lavorativo possono succedere solo due cose : o possono sposarsi o possono ammazzarsi.
I due decidono di sposarsi.

Alexis Denisof continua a lavorare, si alterna tra produzioni teatrali impegnate e l'attività di doppiaggio in Cartoon dedicati ai Supereroi.
Spesso lavora ancora con Whedon che quando può lo richiama a lavorare per lui, recentemente infatti lo abbiamo visto nel piccolo ruolo di The Other nel blockbuster THE AVENGERS.
E' ancora sposato con Alyson Hannygan, anzi la coppia è scandalosamente felice con annessa prole.
Magari non sarà ricordato come un grande attore ma è un uomo soddisfatto.
Avrei potuto parlare di molti altri interpreti, molti altri attori infinitamente più bravi o famosi di Alexis Denisof, però oggi ho scelto di posare il riflettore su di lui.
Perchè l'ho fatto?
Perchè di tanto in tanto è bello parlare di una storia "normale",senza particolari traumi o tragedie.
Come esiste la notte, per fortuna esiste anche il sole.

19 commenti:

angie ha detto...

Hai ragione Nick, a volte è bello, poter parlare di qualcosa di normale, e comunque questo attore lo trovo molto interessante.
Grazie
Angie

Lady Simmons ha detto...

Adoro adoro adoro questo attore, uno dei mie preferiti. La sua recitazione è magistrale in Buffy/Angel ed il suo personaggio Wesley subisce profondi cambiamenti durante Angel, trasformandolo da impacciato e combinaguai secondo di Rupert Giles a cacciatore di demoni senza paura.

E la sua storia d'amore con Alison (la Willow di Buffy/Angel) è tenerissima!

Aggiungo solo che ha recitato anche in Dollhouse, sempre di Joss Whedon.

Stupendo post bravo Nick!

Nick Parisi. ha detto...

@ Angie.
E' bello parlare di cose normali per ricordarci che esistono soprattutto quelle.
Grazie a te.
@ Lady Simmons.
E' vero non ho citato la sua partecipazione a Dollhouse. ;)

Romina Tamerici ha detto...

Come si dice "le belle notizie non fanno notizia" ed è una cosa tristissima, secondo me!
Hai fatto bene a scrivere questo post e la conclusione è bellissima!
Anche se io non sapevo nemmeno dell'esistenza di Alexis Denisof sono contenta di averlo "conosciuto" grazie a questo post.

Nick Parisi. ha detto...

@ Romina.
Grazie, almeno servo anche io a qualcosa..:)

Salomon Xeno ha detto...

Beh, dai, sono le notizie molto brutte che fanno notizia. Per trovarne una bella che interessi qualcuno, dev'essere parimenti bella.

Tra parentesi, sei stato citato in giudizio (dal sottoscritto).

Nick Parisi. ha detto...

@ Salomon.
Imaginavo.:)
Adesso passo da te.

Lady Simmons ha detto...

Per esempio, come mai non esistono quotidiani SOLO di buone notizie? Io li leggerei volentieri!!

A me piacciono le belle storie.

Camilla P ha detto...

A me piacciono molto le storie felici. Magari sono meno sensazionali: eppure invidio profondamente chi può dire di avere una vita felicemente normale - non noiosa, non abitudinaria, sia chiaro; ma normale, e felice.

Conoscevo questo attore, anche se poco, ed è bello sapere che qualcuno sembra avere questa tranquilla felicità :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Lady Simmons.
Li leggerei volentieri anche io.
Per questo ho voluto parlare di Denisof.
E' piacevole vedere che esistono persone così normali in quell'ambiente anomalo che è il mondo cinetelevisivo statunitense.

Nick Parisi. ha detto...

@ Camilla P.
Insomma, mi ero reso conto di aver parlato quasi esclusivamente di destini tragici, invece per fortuna esiste anche la felicità.

Eddy ha detto...

Secondo me ne hai parlato solo perché la Hannigan è gran bel pezzo di figliola e perché sei fan di american pie... :)
Comunque gran bell'articolo ;)

Fainting Spell ha detto...

RE: No, no... I'm ok! :D Yesterday I was trying to put a lamp (because it was wrong) when it fell and crash in a million pieces... I don't know how it didn't fall in my head (I only have a little cut in my finger) xD

(I'm going to tray to write the "syfy-thing" between today and tomorrow!)

Nick Parisi. ha detto...

@ Eddy.
In realtá la Hannighan non è esattamente il mio tipo.
Io preferisco piú donne alla Debbie Rochon o alla Suzi Lorraine. :)

Nick Parisi. ha detto...

@fainting spell
I'm happy to know you're fine! Thank you for the sy-fy thing

Artemisia1984 ha detto...

Hai ragione, la normalità non fa rumore , ma è giusto raccontare anche le storie senza tragedie , dato che per fortuna esistono.

Come hai scritto tu, effettivamente...il nome non mi diceva niente ! :)
Ma poi hai scritto la parola magica ahahah e ho subito capito!

Fra Moretta ha detto...

Wesley era uno dei miei personaggi preferiti e in Angel subisce un processo di maturazione ben gestito (anche se è triste la fine che fa nel suguito a fumetti...).E hai ragione ogni tanto un pò di sole e di normalità ci vuole;-)

Nick Parisi. ha detto...

@ Misia.
Felice che tu abbia apprezzato.
Il nome Denisof effettivamente non è facile da ricordare...per fortuna che esiste la parola magica.
:D
Quella è internazionale. :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Fra.
Uno dei meriti di Whedon è la sua capacitá di far evolvere bene tutti i personaggi, mentre per quanto riguarda i fumetti di Buffy and Angel, ti diró...ad un certo punto ho smesso di comprarli, anche la tanto elogiata ottava stagione,sia pur scritta da Whedon stesso si è rivelata un deludente pasticcio senza nè capo nè coda.

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...