MIDNIGHT CLUB # 1: LADY BABUSHKA!


"Questo è il Midnight Club!
Benvenuti!
mettetevi comodi e raccontateci la vostra storia.
Questo è il Midnight Club!
Benvenuti!
Sentitevi a casa vostra.
Questo è il Midnight Club!
Benvenuti!
I bambini lasciati incustoditi saranno venduti come schiavi"


Vi introduco brevemente la nuova rubrica di Nocturnia.
Storie macabre, fantastiche, dedicate a figure particolari della storia, eventi e personaggi "strani" a volte semplicemente fuori dalla norma ma incastonati in vicende troppo brevi da inserire nei normali Dossier Mysteri Notturni
Brevi post per brevi storie, a volte semplici flash.
I post segnati con questo banner appariranno con cadenza variabile ma sempre verso la mezzanotte, quasi come racconti di fantasmi; figurine di un album, ospiti non invitati delle vostre serate, desiderosi di raccontarvi la loro vicenda umana.
In questo caso, per rodare la rubrica compio un eccezione facendo uscire il primo post in orari "normali".
Andiamo a cominciare.

LADY BABUSHKA.


Il 22 Novembre 1963 è una di quelle date che hanno fatto la Storia, anzi il 22 Novembre 1963 è una di quelle date che hanno "stravolto" la Storia: un istante prima sembra che le cose possano procedere verso una sicura e ben determinata destinazione, l'istante successivo non c'è più niente di certo.
Nemmeno la vita delle persone.

Siamo a Dallas e un corteo sta attraversando il percorso tra Elm Street e il Dealey Plaza, il corteo è quello del presidente Kennedy.
Non c'è bisogno di ricordare quello che avviene dopo.
Ma la morte di Kennedy è l'unica cosa certa di quel giorno, per quanto riguarda tutto il resto l'America sembra entrare in una sorte di psicodramma collettivo fatto di Teorie, Voci, Complotti e Ossessioni che - in parte - dura fino ai nostri giorni.
Ma non è questo quello che ci interessa.
Oggi non discuteremo se sia stato veramente Lee Harvey Oswald ad ammazzare John Fitzgerald Kennedy.

No, perché all'interno dello psicodramma collettivo c'è una vicenda minore che però contribuisce ad aggiungere la sua dose di macabro fascino a tutta la narrazione.
Tra il pubblico accorso c'è una donna: una signora di mezz'età con il volto coperto dagli occhiali e da un lungo foulard simile a quelli utilizzati dalle donne slave, le babushke.


La donna visibile nelle prime file del pubblico compare in tutti i filmati raccolti in quel giorno il celebre video di Abraham Zapruder la inquadra in diversi momenti, lo stesso avviene con il girato dell'altro grande testimone di quel giorno Orville Nix e perfino in quelli meno conosciuti di Mark Bell e Marie Muchmore.
Tutti quanti testimoniano della presenza di questa donna che sembra fare di tutto per non essere inquadrata direttamente.
E che oltretutto sembra stia fotografando o riprendendo anche lei quello che sta avvenendo.
Fin qui niente di strano.

C'è però qualcosa che effettivamente colpisce l'immaginario collettivo: quando parte lo sparo che cambierà tutto la donna sembra essere tra le poche persone presenti che non si scompone, anzi lei reagisce tranquillamente quasi come se sapesse ciò che sta avvenendo. Mentre gli altri passanti  fuggono spaventati la signora si allontana verso Elm Street quasi come se la cosa non la riguardasse, camminando piano, senza battere ciglio.

Non sarà mai identificata.
Anche le foto da lei scattate non appariranno mai.
Nonostante le testimonianze oculari, nonostante i filmati come quello di Zapruder comprovino la presenza in loco di questa sconosciuta nessuno conoscerà mai il suo nome.
Perfino le successive indagini dell
FBI non approderanno a niente.
Tutte le persone presenti in Dealey Plaza in  quel maledetto 22 Novembre 1963 verranno identificate dagli agenti federali.
Tutte meno una.
Tutte meno la donna col foulard e col lungo cappotto.
Che da quel momento, per tutti sarà semplicemente, la Babushka Lady.

Nel corso dei decenni successivi fioccheranno le ipotesi più bizzarre, nascono infatti le più disparate ricostruzioni: giornalisti, storici, investigatori, fanatici delle Teorie del Complotto ognuno vorrà dire la sua.
In alcuni momenti si arriverà a sfiorare il ridicolo

L' ipotesi più paranoica?
La donna formalmente conosciuta come Babushka Lady era presente quel giorno in veste di membro  di una non ben definita Agenzia Segreta.
L'ipotesi più "Complottista"?
La donna formalmente conosciuta come Babushka Lady era presente quel giorno perché era una complice dell'assassino o degli assassini del presidente Kennedy.
L'ipotesi più fantasiosa?
La donna formalmente conosciuta come Babushka Lady era una Viaggiatrice del Tempo.
L'ipotesi più probabile ( e per inciso quella in cui crede anche lo Zio Nick ) ? 
La donna formalmente conosciuta come Babushka Lady era solo una persona spaventata che non desiderava in alcun modo essere coinvolta da qualcosa più grande di lei e di cui forse non aveva nemmeno compreso fino in fondo l'enormità.


L'unica cosa certa è che la donna scompare quasi inghiottita dalle nebbie della Storia.
Senza lasciare traccia di sé.

Alcuni anni dopo, nel 1970 si fa però avanti una certa Beverly Oliver; in più occasioni la Oliver dichiarerà di essere lei la Lady Babushka.
A chi le chiede che fine hanno fatto le sue foto la Oliver risponderà sempre di averle consegnate ad agenti dell' FBI dietro richiesta dei vertici dell' Agenzia.
Ma non porterà mai prove credibili a sostegno delle sue dichiarazioni e spesso finirà per contraddirsi.

A tutt'oggi l'identità della Babushka Lady rimane ignota.
E dopo 53 anni continua ad essere l'unica persona il cui nome non è stato svelato tra persone presenti al Dealey Plaza al momento dell'assassinio di John Fitzgerald Kennedy.
Anche così si creano le leggende.

UNA PICCOLA NECESSARIA NOTA: Chi scrive è un semplice narratore, non è uno "scettico a tutti i costi" ma nemmeno un "credente" e non fa certo parte le file dei Seguaci delle Teorie del Complotto.
Certo, anche io ritengo che non ci sia stata raccontata tutta la verità sugli eventi di Dallas e che ci sia ancora qualcosa da scoprire sull'assassinio del Presidente J.F. Kennedy, e - se me lo chiedete- credo che Lee Oswald fu davvero un capro espiatorio, però faccio ancora più fatica ad accettare la plausibilità di molte pseudo dottrine cospirazioniste.
Probabilmente la realtà è drammaticamente più semplice di quanto pensino sia i paladini della teoria del "cecchino solitario" sia delle ricostruzioni strampalate di certe trasmissioni televisive.
Forse davanti a vicende come quella dell'attentato a Kennedy dovremmo provare a fare tutti un passo indietro e cercare di valutare quei pochi elementi certi con obiettività.
Non è facile, me ne rendo conto.

ADDENDUM DEL 18/01/2016:  Di Lady Babushka ne ha parlato anche Donata "Lady Ghost" Ginevra. 
Il link lo trovate proprio QUI.

34 commenti:

Ivano Landi ha detto...

Io sono un complottista moderato, nel senso che come ha ampiamente dimostrato con i suoi libri anche una studiosa seria, accademica, come Frances Yates, la storia è sempre stata guidata da società segrete che si muovono nell'ombra, e tuttora sta avvenendo.
Aggiunta così anche la mia nota a margine, do un benvenuto alla nuova rubrica di Nocturnia :)

cristiana2011 ha detto...

Avevo letto di questa donna che, oramai , è probabile che non esista più.
Sono una complottista e l'ipotesi più ovvia mi pare che l'ordine di eliminare il Presidente, sia venuto da qualche lobby satatunitense che , a quanto pare, detengono il potere in Usa - vedi armi, petrolio , specialmente allora, e lobby ebraica-
Hai cominciato veramente bene, Nick! Grazie.
Cristiana

Bara Volante ha detto...

La conoscevo questa legenda, sto molto con la tua teoria, ma sicuramente la versione ufficiale del 22 novembre '63 non quadra con quello che è davvero successo... Ottima nuova rubrica, la leggerò con gusto ;-) Cheers!

Pirkaf ha detto...

Tempo fa dopo essermi letto 22/11/63 di Stephen King che trattava proprio dell'attentato a Dallas, cercando informazioni su vari siti, m'imbattei proprio sul mistero di questa donna.
Grande articolo e grande rubrica Nick. :-)

Obsidian M ha detto...

Bellissima rubrica! Proprio quello che speravo! Mitico!
Cambiando discorso, sul caso JFK se ne sono dette di cotte e di crude ma, mai come in quel caso, la teoria complottista è quella che forse più di ogni altra si avvicina alla realtà. Non mi stupirebbe quindi dover scoprire che la tizia col foulard fosse stata prelevata da qualche individuo della CIA e fatta sparire per via di quel suo video...
L'ipotesi della viaggiatrice nel tempo è la più folle ma anche la più interessante. Pensaci un attimo: se potessi viaggiare nel tempo a quali episodi storici vorresti essere testimone? Il primo della mia lista sarebbe proprio l'omicidio di Dallas.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ivano Landi
Mi piace molto l'espressione "complottista moderato" anche perché concordo sul fatto che in alcuni punti della ricostruzione sull'omicidio Kennedy la storia ufficiale abbia fornito ricostruzioni incomplete, basti vedere al rapporto della commissione Warren, diciamo che in questo caso bisogna rimanere aperti di mente.
Quello che invece va combattutto è il complottismo esasperato, tipo quelli che vedono complotti anche nelle scie chimiche tanto per fare un esempio che va tanto di moda oggi.

cristiana2011 ha detto...

@Pirkaf
Ecco dove ne avevo letto, nel libro di King.
Grazie!
Cristiana

Nick Parisi. ha detto...

@ cristiana2011
Come scrivevo sopra ad Ivano è altamente probabile che ci siano dei grossi buchi nella ricostruzione ufficiale sulla morte di Kennedy, la commissione Warren ha fornito risposte abbastanza ridicole ed inconsistenti in molti punti e questo viene oggi ammesso da molti storici anche moderati, riguardo all'apporto delle Lobby invece sono meno convinto, anche perché questo veramente significherebbe addentrarsi in una serie di discussioni da cui non ne usciremmo più. ;)
Un caro abbraccio.

Nick Parisi. ha detto...

@ Bara Volante
Beh, è ovvio che la ricostruzione ufficiale abbia qualche buco, io per primo dopo aver rivisto il filmato di Zapruder sono convinto che ci siano stai almeno due cecchini, quello che non credo è in complotto esteso come quello riportato nel film di Oliver stone.
Insomma, credo in errori e depistaggi nelle indagini, credo che sul momento, avendo bisogno di "un colpevole ad ogni costo" abbiano identificato in Oswald il perfetto capro espiatorio, credo anche che forse qualche alta personalità abbia avuto tutto l'interesse a togliere di mezzo Kennedy, ma faccio fatica a digerire ipotesi alla Oliver Stone.
Ecco l'ho detto. ^^

Nick Parisi. ha detto...

@ Pirkaf
Bel libro quello di Stephen King, ne ho parlato anche io a suo tempo: http://wwwwelcometonocturnia.blogspot.it/2013/02/221163-il-viaggio-del-tempo-secondo.html
Credo che 22\11\63 sia uno dei parti migliori del King ultima maniera.

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian Mirror
Certo, se potessi viaggiare nel tempo credo che la mia seconda destinazione preferita sarebbe proprio Dallas nel 1963 nei giorni dell'assassinio di Kennedy, mentre al primo posto ci metterei il Golgota , se non altro per scoprire se tutto quello che ci viene raccontato sulla vita e sulla morte di Gesù sia vero oppure no. Al terzo posto ci metterei l'Egitto dei faraoni mentre come mia quarta scelta sarei più modesto: la Roma degli anni '50s con la sua Via Veneto. Giusto per divertirmi un po. ^^
Credo che mi piacerebbe molto quel mondo, male che vada mi fidanzerei con una di quelle attricette maggiorate che bazzicavano l'ambiente a quel tempo. ^^

Patricia Moll ha detto...

Bella questa nuova rubrica! Chissà di quanti "misteri" ci parlerai e noi leggeremo volentieri!
Quanto al caso in oggetto, troppe sono le cose non chiare. Forse l'idea di un complotto interno non è poi neanche così sbagliata. Forse Oswald è stato tirato in ballo per convenienza pura e per nascondere affari che dovevano restare oscuri ai più.
Di certo però c'è solo che tutto quello che la CIA, l'FBI e compagnia varia sa se lo tiene per sè.

Ciao Nick! Bel ritorno col botto!!!! :)

Ariano Geta ha detto...

Non penso che questa signora abbia alcun legame col delitto, sicuramente però mi risulta difficile immaginare che Lee Oswald abbia fatto tutto da solo. Ma penso che risposte precise in merito non si sapranno mai.

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
Di cose poco chiare ce ne sono tantissime in questa vicenda, sicuramente ci saranno stati errori investigativi, depistaggi e probabilmente anche di peggio. Però devo dire che alcune teorie sull'assassinio sono esagerate, c'è gente che ci ha scritto libri farlocchi sopra e tanti dubbi personaggi come la signora che ha finto di essere la Babushka Lady per guadagnare qualcosa sopra.
Sono queste le esagerazioni che detesto.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
Dal filmato di Abraham Zapruder, che è quello più completo sull'omicidio ad un certo punto sembra di avvertire che gli spari provengano da un punto diverso rispetto a quello dove si trovava Oswald, ma anche queste sono ipotesi.

Patricia Moll ha detto...

E ti do pure ragione, Nick!
Purtroppo di gente in cerca di cinque minuti di notorietà il mondo è pieno.

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
Già e purtroppo spesso e volentieri si tratta di gente senza vergogna.

Il Mondo di Dru ha detto...

Io non commento l'episodio. E' accaduto. la verità completa è sparita. punto.
Però sono felice di questa nuova rubrica! Ultimamente ho una vera passione per i misteri e il tuo blog è sempre fonte di liete scoperte. Chissà se parlerai di qualche 'mistero' che conosco già <3

Anna Maria Fabbri ha detto...

Ciao Nik se il buon giorno si vede dal mattino tu hai cominciato il nuovo anna in modo molto intrigante, Buon inizio d'anno da XX52 viaggiatrice del tempo ^___^

Nick Parisi. ha detto...

@ Il Mondo di Dru
Di misteri da trattare ce ne sono molti all'orizzonte, quindi potrebbe essere che sicuramente finirò col trattare qualche mistero che tu conosci.
E' un piacere averti tra noi!

Nick Parisi. ha detto...

@ Anna Maria Fabbri
Sono felice che la nuova rubrica ti piaccia!
Buon inizio d'anno anche a te!

Donata Ginevra ha detto...

ci piace questa nuova rubrica!! pensare che la lady babushka è in programmazione anche da me. Mistero davvero affascinante!

Nick Parisi. ha detto...

@ Donata Ginevra
Bene! Quando pubblicherai il tuo post su Lady Babushka io lo linkerò molto volentieri. ^^
Se ti va puoi fare altrettanto.

Michele il menestrello pignolo ha detto...

Carina questa nuova rubrica, effettivamente ci sono argomenti per i quali portarla alla lunga non ha senso... chi ha detto "Mistero"? :D

Nick Parisi. ha detto...

@ Michele il menestrello pignolo
"Mistero" è proprio l'esempio da non seguire quando si tratta di fantastico, loro su questa vicenda ci sarebbero andati avanti una stagione intera. :P

Glò ha detto...

Evviva la rubrica ^_^
Ho visto vari documentari sulla morte di Kennedy in cui si accennava alla storia che hai raccontato... diciamo che tutta la vicenda è abbastanza oscura :P Ci sono tante possibili forze e poteri in gioco, così come motivazioni per tacere e nascondere. Dunque è difficile dire qualsiasi cosa a riguardo. Ricordo una puntata di Enigma, dedicata alla morte di Marilyn Monroe e condotta da Augias, piuttosto scioccante, visto che si tiravano in ballo relazioni con i due fratelli Kennedy, spionaggio, mafia e CIA. E chissà... :P

Nick Parisi. ha detto...

@ Glò
Si, della morte di Kennedy si è detto di tutto e di più, anche gli aspetti secondari come questo della Babushka Lady.
In quanto al rapporto tra Marilyn Monroe e i Kennedy, anche di questo si è detto di tutto.
Penso che la verità in merito ai motivi della morte di Kennedy non la sapremo mai!

Belushi ha detto...

Al solito, grande pezzo. Anche io sono rimasto "vittima" della quasi morbosa ossessione verso questo episodio, cercando di leggere e vedere tutto il possibile sull'argomento. Certo l'enorme esposizione mediatica lo ha trasformato in una sorta di circo, che te lo dico a fare, una volta mi ricordo benissimo che durante una conversazione un tipo se ne uscì con un immortale "ahò, ce stava pure Clint Eastwood da Kennedy, faceva la guardia prima de fà l'attore", AHAHAHA, impagabile...aveva visto er film de Petersen, scambiandolo per una sorta di "storia vera", ahaha...un grande saluto, Nick!!!

Nick Parisi. ha detto...

@ Belushi
Hai detto bene: l'enorme esposizione mediatica ha trasformato il caso Kennedy in una sorta di circo rendendo ancora più complicato il trovare una soluzione (già difficile di sua, comunque)
Fantastico, il tuo ricordo....diciamo che certa gente se le beve proprio tutte, vero?

Marco Lazzara ha detto...

Ma letteralmente babushka (e ricordo la canzone di Kate Bush) non vuol dire "nonnina"?
Comunque storia molto interessante, io propendo per l'ipotesi dello scettico.

Nick Parisi. ha detto...

@ Marco Lazzara
Certo babuskha vuol dire anche nonnina, la definizione però per trasposizione è stata estesa anche a quel tipo di lunghi foulard portati dalle donne slave , specie da quelle anziane.

Poiana ha detto...

Ciao Nick, scusa il ritardo :)
Sinceramente non avevo mai sentito parlare di questa donna, ma devo dirti la verità: io non sono complottista né lo sono mai stata, ma di tutte le teorie che hai proposto (stando solo a ciò che leggo qui), quella che mi convince di meno in assoluto, a parte quella della viaggiatrice nel tempo, è proprio quella della persona ignara che non si rende conto di cosa stia succedendo. Anche l'abbigliamento mi sembra una coincidenza troppo strana, visto che, guarda caso, la rende poco riconoscibile. Poi non mi spingo oltre, non faccio ipotesi perché tanto non lo sapremo mai :)
Bella rubrica comunque. Un bacione

Poiana

Nick Parisi. ha detto...

@ Poiana
Nessun ritardo, non ti preoccupare :)
Riguardo alle teorie, diciamo che quella della viaggiatrice del Tempo è davvero poco credibile, mentre quella della persona che non si è resa conto di quanto stava accadendo effettivamente contiene diversi buchi.
Io comunque credo che la verità non verrà mai fuori.

Poiana ha detto...

Concordo con te. Probabilmente non lo sapremo mai.
Un bacio Nick

Poiana

P.S. ma lì nevica?

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...