MIDNIGHT CLUB #3:IL CAVALIERE NERO!

"Questo è il Midnight Club!
Benvenuti!
mettetevi comodi e raccontateci la vostra storia.
Questo è il Midnight Club!
Benvenuti!
Sentitevi a casa vostra.
Questo è il Midnight Club!
Benvenuti!
I bambini lasciati incustoditi saranno venduti come schiavi"




Non invitata, assolutamente inaspettata giunge una nuova puntata del Midnight Club e cioè uno di quei brevi post per brevi storie, in alcuni casi dei semplici flash.
 Storie macabre, fantastiche, dedicate a figure particolari della storia, eventi e personaggi "strani," a volte semplicemente fuori dalla norma ma incastonati in vicende troppo brevi da inserire nei normali Dossier Mysteri Notturni 
Questo post come tutti quelli futuri contrassegnati con questo banner  andrebbe letto sul finire del giorno, quasi verso la mezzanotte, un po come quei racconti sui fantasmi che i nostri nonni raccontavano  attorno ad un fuoco; figurine di un album,  tessere di un antico domino, ospiti non invitati delle vostre serate, desiderosi di raccontarvi la loro vicenda umana.

Ed anche le loro vicende inumane.
Chiudete bene la porta, assicuratevi di aver serrato correttamente le finestre e soprattutto lasciate accesa la luce.
Andiamo a cominciare.

- IL " BLACK KNIGHT".

Tutto comincia con Nikola Tesla.
Forse.
Ci avete mai fatto caso che molti misteri o presunti tali finiscono sempre col tirare in ballo la controversa ma intrigante figura del fisico ed inventore serbo?
Quasi come se fosse un modo per nobilitare un segreto più plebeo.
Bene tra le molte cose attribuite a torto o a ragione a Tesla ce n'è una che ci riguarda da vicino.
Si tratta di una dichiarazione.
Secondo il controverso ma intrigante fisico ed inventore serbo, dallo Spazio arriverebbero dei segnali radio e Tesla li avrebbe rilevati ripetutamente durante tutto il corso dell'anno 1899.
Certo come la maggior parte delle cose riguardanti Tesla è difficilmente verificabile, però in molti ci credono.
E per buona parte degli anni  20s e '30s  altri radioamatori specialmente nel Nord Europa dichiarano di aver ricevuto segnali esterni al nostro pianeta.
Il clima di paranoia raggiunge il suo apice quando nel 1954 un ufologo (nonché presunto maggiore dell' aviazione statunitense) rispondente al nome di Daniel Keyhoe sostiene di avere le prove della scoperta, da parte della US Air Force, di due satelliti di origine ignota.
Anche in questo caso qualcuno ci crede.
Sopratutto alcuni giornali.
E stiamo parlando sia di riviste serie come Aviation Week che quotidiani come il San Francisco Examiner o il St.Louis Dispatch.


Solo che nel 1954 nessuna nazione sulla Terra ha a sua disposizione la tecnologia per poter mandare un satellite nello Spazio.
Sicuramente non la possiedono gli Stati Uniti, sicuramente non la possiede l'eterno nemico, l'Unione Sovietica.
Logicamente in molti cominciano a sospettare un origine "extraterrestre". 
Da quel momento le voci di avvistamento si moltiplicano.

Un esempio?
E' il  1957 e l' URSS riesce a compiere un passo storico: lo Sputnik I supera la barriera dell'atmosfera diventando il primo oggetto umano ad orbitare nel Cosmo
Ebbene, più di qualcuno crede di individuare dalle immagini un altro oggetto che veleggia nell'orbita polare del nostro pianeta.
Per tutti, ormai da tempo, l'oggetto misterioso che si crede di vedere è chiamato il Black Knight Satellite
Il Cavaliere Oscuro.

Nel corso dei decenni le segnalazioni si ripetono, si arriva a sospettare che diversi tra astronauti e cosmonauti vengano costretti dai rispettivi governi a tacere su misteriosi avvistamenti, Il caso più eclatante riguarda lo statunitense Gordon Cooper che nel 1963 sostiene di aver intravisto una infuocata sagoma di colore verdastro avvicinarsi alla sua capsula.
 In seguito verrà fuori che Cooper è stato vittima di allucinazioni dovute ad una fuoriuscita di biossido di carbonio.

Dieci anni dopo qualcuno prova ad effettuare dei calcoli.
Quel qualcuno è uno sconosciuto scrittore scozzese che risponde al nome di Duncan Lunan.
Lunan,  basandosi su quelle vecchie trasmissioni rilevate da quegli altrettanto vecchi radioamatori europei degli anni 20S, arriva a sostenere qualcosa di nuovo.
Secondo lo scrittore le onde radio si dirigerebbero verso una Izaar una stella doppia conosciuta anche come Epsilon Bootis.
E l'oggetto che li trasmetterebbe sarebbe in circolazione da qualcosa come 12600 anni.
Tempo dopo Duncan Lunan ammetterà di aver compiuto degli errori nei suoi calcoli e ritirerà la sua teoria. 


Ma come tutte le Teorie complottiste anche la storia del Black Knight non ha più bisogno di niente, né di notizie, né di dichiarazioni e nemmeno di allarmi.
Ormai  si alimenta da sé e a nulla servono le successive smentite o le rettifiche a posteriori.
Però qualcosa in effetti avviene....

E' il 1998, sono passati quasi cent'anni dalla prima presunta dichiarazione di Tesla.
Gli ex nemici USA Russia ormai collaborano tra loro in missioni congiunte per l'assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale ed è durante una di queste missioni, la STS-88, che lo Shuttle Endeavour, invia numerose foto alla NASA.
In sei di queste, ben classificate, ben catalogate compare un oggetto misterioso.
Le foto finiscono tranquillamente nei siti e negli archivi della NASA parla chiaramente di "Space Debris" cioè di Detrito Spaziale.
Però, per i complottisti, per gli ufologi la risposta vera può essere solo una.
Il Black Knight è stato finalmente fotografato.

Anzi in parecchi credono di scorgere anche segnali di combustione uscire dall'oggetto.
Altri, preferiscono ricordare come lo Spazio esterno alla nostra atmosfera sia pieno di tonnellate e tonnellate di spazzatura prodotta da tutte le missioni spaziali.
E le sei foto non fanno altro che ritrarre uno di questi esempi di spazzatura spaziale.

La "querelle" tra le due fazioni, tra le due scuole di pensiero finirà per assumere i toni della farsa quando avviene il penultimo atto della vicenda.

Siamo arrivati praticamente ai giorni nostri.
Nel 2011, su molti siti del settore, viene divulgata la notizia che la NASA ha rimosso le immagini incriminate; molti ufologi si scagliano immediatamente contro l'ente americano, diversi tra loro parlano di tentativi di depistaggio o di insabbiamento.
Quasi subito però si scopre che le cose stanno in maniera leggermente diversa.
Non solo le foto non sono mai state rimosse ma sono ancora oggi tranquillamente visibili sul sito della NASA.
Semplicemente l'ente spaziale americano ha cambiato catalogazione e risoluzione delle medesime immettendole nel server principale con un nuovo codice.
Cosa si diceva prima delle Teorie che si auto-alimentano?

Rimane un unica spiegazione, la più probabile.
E lo dimostrerebbero proprio le foto della NASA come questa.


L'oggetto conosciuto come Black Knight Satellite non sarebbe altro che un vero detrito spaziale perso dagli astronauti nel corso della missione STS-88
Una coperta termica per la precisione.
Di quelle fatte con un materiale  particolarmente scuro e resistente chiamato kapton.
Triste, prosaico forse, ma altamente probabile.
E' la soluzione a tutte le domande di questa bizzarra vicenda?
Forse.

 Certo, in parecchi  continuano a non essere convinti, in molti continuano a scrutare il cielo convinti di poter prima o poi scorgere le prove dell'esistenza di un qualcosa simile al Satellite Black Knight.
Perché in fondo siamo fatti così: noi vorremmo poter credere che ci sia davvero qualcosa che ancora non conosciamo.
Che ci siano davvero altre forme di vita nel' Universo oltre alla nostra.
E forse esistono davvero.
Per questo continuiamo ad alzare gli occhi al cielo.
Forse però dovremmo imparare a farci le domande giuste.
Ed anche però a saper scorgere i fatti nella maniera giusta.
E non solo le cose che ci farebbe piacere vedere.

41 commenti:

cristiana2011 ha detto...


Darei metà della vita che mi resta da vivere, per vedere un astronave avvicinarsi alla terra, con alieni, buoni o cattivi che siano, a bordo.
'Incontri ravvicinati del terzo tipo' mi ha sempre commossa ma, nonostante le mie speranze, so benissimo che nulla del genere avverrà, a breve termine.
Ma prima o poi avverrà, perchè è impensabile che nel nostro o in altri universi, non vi siano altre forme di vita. Quanto mi piace questo argomento. Continuerai?
Cristiana


Diatride, più o meno in buona fede a parte,

Ivano Landi ha detto...

Almeno nelle prime due foto mi sembra si veda abbastanza bene che si tratta di una coperta... :O

Ti faccio notare quello che dovrebbe essere un refuso, che si ripete a ogni post della serie. La tua intro dice:
"Questo post come tutti quelli futuri contrassegnati con questo banner non andrebbe letto sul finire del giorno".

Non sarebbe invece che "andrebbe letto sul finire del giorno"?

Patricia Moll ha detto...

Pensare di essere gli unici in un universo così immenso sarebbe da presuntuosi.
Incontrarli? Difficile! Anche perchè ho paura che se gli extraterrestri ci scoprissero ci saarerebbero subito... :))

ps comunque non mi farà venire gli incubi ahahhaahha

Nick Parisi. ha detto...

@ cristiana2011
Sinceramente anche io credo che esistano altre forme di vita nell'Universo, anzi ne sono profondamente convinto. Anche perché lo Spazio è così grande che è impossibile che non siano mai sorte prima o dopo altre forme di vita. Quello a cui invece non credo è che mi lascia profondamente perplesso sono tutti quelli che urlano al disco volante (come certi ufologi o contattisti) in occasione di qualsiasi avvenimento inspiegabile.
Quello del "Black Knight" è uno di quei casi in cui si urlato all'extraterrestre senza verificare prima.
Però sono d'accordo con te che sarebbe bello prima o poi avere le prove di un contatto !

Nick Parisi. ha detto...

@ Ivano Landi
Ormai credo che lancerò una nuova rubrica:" Ditelo Voi che poi Ivano vi correggerà!" Ahahhahahhahhah
Scherzo, grazie per la segnalazione! ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
Sicuramente non saremo soli, però- credo che la prova migliore che esistano esseri intelligenti nell'Universo sta nel fatto che non abbiano provato a contattarci! LOL

Ivano Landi ha detto...

Deformazione professionale... ho fatto il correttore di bozze per anni.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ivano Landi
Ci avrei giurato! ;)

Ariano Geta ha detto...

Riguardo gli ufo ormai sono abbastanza scettico. Però ammetto che quelle foto fanno una certa impressione. Certo, sentirsi dire da esperti della NASA che sono dei detriti di mezzi spaziali di precedenti missioni è rassicurante, però le foto restano... inquietanti.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
Ho scelto questa storia proprio perché le foto sono inquietanti! :)

massimiliano riccardi ha detto...

Magari non credo negli UFO ma penso che l'universo possa essere abitato anche da altre forme di vita.

Nick Parisi. ha detto...

@ massimiliano riccardi.
Sicuramente. Sarebbe presuntuoso pensare di essere soli.

Poiana ha detto...

Naaaaa Nick, non lo vedi che è Dart Fener? Altro che coperta. Anche tu vuoi depistarci, ecco. XD
Comunque ha ragione Ivano. Nelle prime foto si vede benissimo che è una coperta o qualcosa di simile (a me aveva dato l'impressione di una busta della spazzatura, pensa un po' ahahahahah).
Baci baci zietto ;)

occhio sulle espressioni ha detto...

Concordo sul fatto che talune cose sono più sul "voglio crederci" che sul "plausibile".
Bisogna però ammettere che qualcosa di meno negabile esiste, in primis la presenza generale di altre forme di vita.

Nick Parisi. ha detto...

@ Poiana
Azz! Mi hai scoperto! Sono un maledetto collaborazionista degli Uomini in Nero! Muhahahahahahhhahhh!
Infatti si tratta proprio di Darth Fener imoboscato nel cestino della merenda degli astronauti della Endeauvour! :P

Nick Parisi. ha detto...

@ occhio sulle espressioni
Credo anche io che esistano altre forme di vita e per forme di vita non intendo dire solo civiltà aliene ma anche più semplicemente pianeti con batteri; piante e animali. Quello che mi lascia perplesso è l'atteggiamento di quelli che urlano al disco volante per qualsiasi cosa non riescono a spiegare.

Poiana ha detto...

Nel cestino della merenda? Ahahahahah la cosa grave è che lo sto immaginando! XD
Torno a studiare, se no faranno nera me. Aspetto il prossimo caso strano. Mi ci sto appassionando (anche se ammetto che mentre li leggo qualche brividino lungo la schiena.... brrrr).
Tao tao :*

Nick Parisi. ha detto...

@ Poiana
Vabbè, era un cestino della merenda molto grande! Ahahahahhahh
XD
La prossima volta un caso meno "brividoso". XD
Tao tao *

Michele il menestrello pignolo ha detto...

L'argomento "omini verdi" è sempre affascinante, peccato che spesso sia trattato in maniera ridicola e superficiale, sia per voler dimostrarne l'esistenza. sia per smentirla.
Forse un giorno avrò la mia risposta :D

Glò ha detto...

Io ci spero ^_^ In veri extraterrestri però :P

Glauco Silvestri ha detto...

Quando leggo storie di UFO mi cadono sempre le braccia... Tra complottisti e ufologi, di panzane assurde se ne sono lette tante... E guarda caso tutte le foto di ufo e quant'altro son sempre sfuocate, di difficile interpretazione, sgranate... Perfette per alimentare false speranze. E dire che di bravi fotografi, al mondo, ce ne sono molti. E di strumenti di misurazione, rilevamento, osservazione, ce ne sono ancora di più. E' incredibile che niente di tutto ciò abbia mai prodotto - nel caso fosse tutto vero - una prova soddisfacente.
Tesla riceveva onde radio dallo spazio... Sai che novità! Il SETI le analizza ogni giorno, da più di trent'anni, e non ha mai trovato nulla di significativo.
Sinceramente credo che esistano, nell'universo, altre forme di vita, ma non credo proprio che siano mai, o per lo meno di recente, passate da queste parti. Di sicuro non siamo in grado di viaggiare nello spazio, ma ci vediamo abbastanza bene, anche in lontananza. E' molto probabile che Einstein abbia la risposta, visto che la velocità della luce non è superabile, probabilmente è molto difficile che due forme di vita intelligente, su pianeti anni luce lontani, possano entrare in contatto diretto.

Quanto alla spazzatura nello spazio, è un dato di fatto, e di recente anche un pericolo. La ISS compie quotidianamente delle manovre per evitare collisioni pericolose. Sia in Europa, che negli USA, stanno mettendo a punto dei sistemi per fare pulizia. Proprio di recente ho letto che l'idea più promettente è quella di creare dei satelliti che fagocitano la spazzatura, e una volta pieni, rientrano nell'atmosfera polverizzandosi... Chissà!

Obsidian M ha detto...

Non saprei dire se si tratta di una coperta o di una federa, ma mi sembra ovvio che non ci sia niente di misterioso in tutto ciò.
Per quanto riguarda invece i segnali dallo spazio captati un secolo fa... beh... non credo che a quei tempi fosse così semplice capire da dove proveniva un segnale.
PS.: Stai andando troppo veloce! Non riesco a starti dietroooo !

Nick Parisi. ha detto...

@ michele il menestrello pignolo
Una delle cose che dà più fastidio quando si affronta il tema è proprio l'eccesso incrociato di fanatismo, sia da parte dei cosidetti "credenti" che da parte degli scettici. In passato mi è capitato di conoscere ufologi ultra fanatici, ricordo un mio conoscente iscritto al CISU che si dichiaravano convinti- tanto per dirne una- che la serie X-Files raccontasse casi veri e che gli sceneggiatori li travestissero da fiction per evitare le censure da parte dei vari governi. Una teoria così patetica che non commento nemmeno.
Allo stesso modo mi danno fastidio certe chiusure mentali, come quella che alle volte ritrovo anche nel CICAP, alle volte scherzando dico che quelli del CICAP negherebbero l'esistenza di certi fenomeni perfino se se li ritrovassero nel giardino di casa.
Certo io stimo Polidoro e il CICAP, penso che facciano un buon lavoro, così come stimo quelli del CISU solo che alle volte vorrei più moderazione e più apertura mentale da parte di certi loro membri. Così come lo vorrei da parte di altri, singoli o membri di associazioni.
Forse un giorno avremo davvero la risposta, che cerchiamo....:D

Nick Parisi. ha detto...

@ Glò
Anche io ci spero, sarei contento anche di poter venire a sapere, prima o poi, che è stato trovata la prova su Marte o qualche altro pianeta dell'esistenza di qualche batterio, qualche pianta o qualche animale. :D

Nick Parisi. ha detto...

@ Glauco Silvestri
Hai perfettamente ragione: di panzane in giro se ne leggono tante da parte dei complottisti, non solo sugli UFO, anche per quanto riguarda presunti criptidi o presunti fenomeni paranormali. Sembra strano anche a me che le foto proposte, perfino in tempi di digitale e di alta definizione vengano fuori sempre estremamente sfocate.
Ma saranno sfortunati quelli che le scattano, eh?
Riguardo al segnale SETI di tanto in tanto vengono fuori casi controversi, tra cui il più conosciuto rimane quello del famoso caso "del segnale WOW", di cui prima o poi parlerò. Ma si tratta di casi che si possono contare sulle punte delle dita di UNA mano.
Riguardo alla spazzatura spaziale, effettivamente si tratta di un problema serio che prima o poi, se non si risolve, potrebbe perfino rendere impossibile lo svolgimento di future missioni spaziali.
Un caro saluto.

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian Mirror
Tranquillo, a metà mese mi dovrò fermare per qualche giorno! ;)

Michele il menestrello pignolo ha detto...

Ce ne era uno del CICAP che vedevo anni fa in tv, di uno odioso assurdo :D

Forse un giorno avremo davvero la risposta, che cerchiamo
A me delle risposte altrui frega nulla :D, me ne basta una per l'estate di anni fa... aum aum (^。^)

Nick Parisi. ha detto...

@ Michele il menestrello pignolo
Prendo atto della precisazione. :D

Riguardo al CICAP effettivamente alle volte si pongono in maniera troppo presuntuosa nei confronti di chi non la pensa com eloro.

Marco Lazzara ha detto...

Quando hai iniziato con Tesla, pensavo avresti parlato del fantomatico raggio della morte!
Comunque sì, gli avvistamenti di UFO si risolvono poi in questa maniera. Una notte di due estati fa ho visto due luci gialle viaggiare in cielo sopra casa mia a breve distanza l'una dall'altra. Col tempo sono arrivato alla conclusione che fossero lanterne cinesi. Forse.

Michele il menestrello pignolo ha detto...

@ Marco Lazzara
Potevano anche essere lucciole :D

Nick Parisi. ha detto...

@ Marco Lazzara
C'è un avvenimento che racconto sempre e che risale alla mia infanzia.
Primi anni 70s, Via Toledo nel Centro di Napoli. Praticamente una delle strade più trafficate della Città.
Sono le prime ore del mattino e sto passeggiando con mia madre; ad un certo punto mia madre alza gli occhi al cielo, mi indica un punto ben preciso. Contemporaneamente mi rendo conto che è sceso il silenzio, cosa che per una città come Napoli è praticamente un evento quasi impossibile.
Decine, anzi centinaia di persone stanno indicando quel punto. Tutti sembrano incuriositi ma anche impauriti.
Ebbene, alzo anche io gli occhi al cielo.......
E non vedo niente.
Penso che fui il solo quel giorno, nel pomeriggio ne parlarono anche le radio, descrivendo di come un UFO fosse stato avvistato nel pieno centro della città .
Ma io non vidi niente.
Per me quel momento rimane " il giorno in cui io non vidi un disco volante".
Suggestione collettiva? mia mancanza?
Non lo so.

Nick Parisi. ha detto...

@ Michele il menestrello pignolo
Tu dici?

Marco Lazzara ha detto...

Sono sicuro che non fossero lucciole perchè non avevano la borsetta con loro.

Marco Lazzara ha detto...

E non prendo mai lucciole per lanterne cinesi.

Michele il menestrello pignolo ha detto...

@ Nick
Prima di tutto una telefonatina alla neuro per Marco :D
Poi ti dico di quell'estate.
Mattina, cielo sereno, manco una nuvola, giocavo a tennis e vedo a qualche metro sopra ad un palazzo (distanza circa 100 metri) un oggetto dalla forma ad ellisse circa, colore griglio metallo che rifletteva la luce del sole. Ripeto che era di mattina, niente luci notturne, il cielo era perfettamente sereno, avevo il sole alle spalle, il palazzo era vicino per capire che non era un oggetto sul suo tetto ad essere riflesso e dietro non c'erano altri palazzi. Il tempo di abbassare lo sguardo e dire al mio amico "girati e guarda là" che rialzando lo sguardo tale oggetto era un puntino lontano.

Nick Parisi. ha detto...

@ Michele il menestrello pignolo
Per cominciare debbo dirti di non aver molto apprezzato la parte del tuo commento relativa alla telefonata alla neuro per Marco, sai che mi va bene quando si scherza amico mio, solo che vorrei pregarti (e lo stesso vale per tutti quanti) di rimanere sempre entro certi limiti quando interagite tra voi.
Grazie!

Invece per quanto riguarda la tua esperienza ti ringrazio per averla postata, ritengo molto interessante il fatto. C'è quel verso di Shakespeare che sostiene "Ci sono più molte più cose in Cielo e in Terra ...." Il seguito lo sai meglio di me e direi che possiamo essere d'accordo.
Un caro saluto!

Nick Parisi. ha detto...

@ Marco Lazzara
Ringrazio anche te per aver raccontato la tua esperienza, come dicevo sopra io credo che ci siano ancora tante cose che non conosciamo e che ancora non sappiamo come spiegarci
In fondo la vera sfida nella scienza è proprio questa: riuscire a trovare delle risposte per le nostre domande.
Un caro saluto anche a te.

Michele il menestrello pignolo ha detto...

Ricevuto. Anche se non ho capito che offesa avrei scritto in considerazione anche del fatto che con Marco ho scherzato altre volte, ma non serve spiegarmelo, blog tuo, regole tue.

Sono di mente aperta, che sia un ufo, un fenomeno fisico, un miraggio scaturito così, per me non fa differenza, fondamentale è che ogni ipotesi sia supportata da un minimo di considerazioni scientifiche, altrimenti potrei dire che era la nuvola di fantozzi che voleva piovermi sopra ma scoperta è fuggita via :D

Nick Parisi. ha detto...

@ Michele il menestrello pignolo
Perdona, ho male interpretato io, si vede che mi sarò perso i vostri passati scherzi ed avrò scambiato uno scherzo per qualcosa d'altro. ;)

Marco Lazzara ha detto...

Ma no, dai Nick, si scherzava!

Nick Parisi. ha detto...

@ Marco Lazzara
E allora scusatemi tutti e due, ho frainteso! Sicuramente in buona fede ma ho frainteso alla grande. ;)

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...