Quella Volta che...

Era da un bel pezzo che volevo scrivere questo articoletto, giusto per divertirmi un poco.
Innanzitutto, siete pronti a scoprire....the shocking truth?
Sarete abbastanza forti nel cuore e nell'animo per conoscere l'amara ed incoffessabile verità?


Beh, cosa vi stavate aspettando? 
E' che alcuni di voi la conoscono già la mia faccia da pirla espressione geniale, ma questa sono io me, la persona che scrive gli articoli di Nocturnia
O meglio ero io esattamente tre anni fa quando il giorno 11/11/2011 venni a sapere della crisi della mia azienda. 
Ricordate quella volta?
Quindi approfitto di una (nemmeno troppo) vecchia  serie di post di cui sono venuto a sapere dall'amico Ariano Geta e ne caccio fuori qualcosa di (spero ) divertente.

Quella volta che sono nato...

Secondo testimoni affidabili le prime parole che ho pronunciato in vita mia non sono state né "mamma!" né "papa!" quanto piuttosto: " Scusate il disturbo!"

Quella volta che i miei genitori mi dissero che arrivava una sorellina perché volevano farmi un regalo...

E io gli risposi " Ma non era meglio un trenino?"
Dopo quella prima sorella, nel corso degli anni  ne sono arrivate altre due più tre fratelli maschi.
E per la cronaca, non penso più che sia meglio un trenino anzi, ognuno di loro ha arricchito la mia via.

Quella volta che ho visto il mio primo film horror...

Avrò avuto al massimo tre o quattro anni, era un film di vampiri, una di quelle cose spagnole con  Paul Naschy nel ruolo del vampiro.  Presi tanta paura che non riuscì a prendere sonno per tutta la notte, avevo paura che se mi fossi addormentato sarebbe davvero arrivato un qualche mostro a mordermi.
Però  la settimana successiva ne volli vedere un altro...si vede che era destino!
La cosa bella è che all'epoca questi film li trasmetteva Rai 2 in prima serata, senza tagli o censure  (altri tempi!)


Quella volta che dovetti spiegare io ai miei fratelli e sorelle che Babbo Natale e la Befana non esistono....

Credo che non me l'abbiano ancora perdonata....

Quella volta che scoprii l'esistenza dell'universo femminile.

Fu alle elementari.
Alle elementari cominciai a capire- ed i miei compagni assieme a me- che esisteva un qualcosa di cui avremmo dovuto tenere conto.
Anche se ancora non capivamo in che maniera tenerne conto.
Vedendo in giro i comportamenti di molti uomini mi sa che molti maschietti non lo hanno capito nemmeno adesso.

Quella volta che provai ad invitare una ragazza ad uscire per la prima volta in vita mia ...

Ero già alle superiori, solo che alla ragazza in questione proprio non piacevo.
C'è da dire che i miei primi approcci non è che fossero maldestri.
Erano perfino peggio.
A quanto pare alla tipa piaceva un altro, il mio rivale era il classico bello e dannato mentre io ero...beh, ero semplicemente maldestro.
Mi ritirai subito in buon ordine a leccarmi le ferite, solo che pochi giorni dopo il mio ritiro mi arrivò una cartolina da parte della cugina della tipa.
Minore e maschiaccia ma decisamente carina.
La cartolina recitava più o meno così: " Ci hai provato con la cugina sbagliata"
E terminava più o meno così: " Coglione ! Non ti voglio vedere mai più!"
Ecco, anche questa cosa non è che migliorò molto la mia già precaria autostima.
La rividi mesi dopo e diventò la mia prima fidanzatina (almeno una volta nella mia vita c'è stato un lieto fine)

Quella volta che provai a dare il mio primo bacio...

Esperienza disastrosa: fu sempre con la cugina maschiaccia del mio primo amore.
 Purtroppo era il primo bacio anche per lei che spaventata serrò di colpo la bocca rischiando con i suoi denti di tranciarmi di netto la lingua e parte del labbro inferiore.
Maschiaccia ma più timida di quanto pensassi.
Ho aspettato diversi giorni prima di riprovarci.

Quella volta che dichiarai: " Non aprirò mai un blog!"

Ahahahhahhahhahhhh!
E sapete come è andata a finire!
Certo che io in quanto a coerenza proprio non scherzo!

Quella volta che un mio collega mi disse che ero "Uno che della vita non aveva capito un emerito ( beeep!) e che avrei dovuto farmi furbo come lui."

E poi è andata a finire che io che della vita non avevo capito un ( beeep!) della vita mi sono tranquillamente finito di pagare il mutuo mentre quel mio ex collega tanto furbo si è ritrovato con la seconda casa e la macchina pignorata.
Non bisognerebbe mai godere per le disgrazie altrui e di solito non lo faccio mai.
Ho la massima simpatia per coloro che vivono disgrazie.
Sono i furbi a starmi cordialmente sulle scatole.

Ah, dimenticavo,,,,
Questo sono io  l' 11/11/2013 
Certo, non tutti i problemi si sono risolti, continuo a combattere per la situazione lavorativa, però perlomeno sono molto più sereno rispetto ad allora.


Si può dire in un certo senso che sono sopravvissuto a quel periodo nero, a "quella maledetta volta"...
Forse anche per merito del blog, anche per questo posso esclamare:
I'm Still Alive!
E voi, quale delle due foto preferite?

41 commenti:

bradipo ha detto...

bello e spassoso questo post...per me che ti ho conosciuto live quelle foto non sono una sorpresa ma ti ho visto bello sereno e sorridente, felice direi...e questa è una gran cosa....

Nick Parisi. ha detto...

@ bradipo
Bene, avevo paura che questo post non fosse apprezzato dai miei lettori abituali.
Grazie!

Poiana ha detto...

Buongiorno Nick, mi dispiace molto per la tua azienda ma sono certa che piano piano tutto si risolverà per il meglio. Sei un tipo in gamba! Comunque di sicuro apprezzo di più la seconda foto dove sei decisamente più sereno e questo è incoraggiante.
Invece sto ancora ridendo per le esperienze dalla scoperta dell'universo femminile a quella del primo bacio :) il mio primo è stato a stampo, quindi fortunatamente non ho potuto fare danni :'D
Complimenti anche ai tuoi genitori per questa bella famiglia e a te per la capacità di sopportare (affettuosamente parlando) ben 6 fratelli minori; a noi già riesce difficile con 2 xD
Ti auguro una buona giornata Nick :) forza e coraggio!

Poiana ha detto...

Ah, dimenticavo: se può consolarti siamo in due ad essere "molto coerenti", perché io non solo non avevo nessuna intenzione di aprire un blog (cosa che in effetti è successa per errore con l'account G+), ma dicevo anche che "io questa cosa del blog proprio non capisco che senso ha!" :D quindi per capirlo ho dovuto buttarmici dentro ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Poiana
Oggi ci rido quando ripenso alle prime scoperte dell'universo femminile, ma ti assicuro all'epoca fu un qualcosa di deprimente.
Immagino che sia stato così per tutti, no? :D

Io adoro la famiglia, i miei fratelli e sorelle, i loro figli e i loro mariti e mogli, anzi ti assicuro che quando vivevo in casa il mal di testa mi veniva quando c'era silenzio. XD

Buona giornata anche a te. XD

Diego ha detto...

Quella del trenino è stupenda! Solo i bambini, nella loro beata innocenza, hanno simili uscite! Spettacolare. Piena solidarietà per le preoccupazioni lavorative, purtroppo anche qui non sono tempi sereni.... però la seconda foto fa ben sperare perché c'è una bella luce!

MikiMoz ha detto...

La foto del 2013, perché è piena di vita! E lo sfondo è interessantissimo ;)
In ogni caso, è facile che questo post te lo rubi, prima o poi...^^

Moz-

Ivano Landi ha detto...

Anch'io avevo già visto delle tue foto che avevi pubblicato sul blog non molto tempo fa. Io però vado controcorrente rispetto agli altri commenti: tra queste due la prima mi sembra più intensa.
E meno male che Nocturnia c'è! Senza, la blogosfera sarebbe più povera.

Salomon Xeno ha detto...

Ovviamente la seconda: ci sono dei libri! Sì, sembri più sereno e ti auguro di continuare a esserlo.

Nick Parisi. ha detto...

@ Diego
Purtroppo sono tre anni che tra alti e bassi la mia situazione lavorativa è quello che è.
Fino al 2013 ho alternato periodi di cassa integrazione a periodi in cui venivo richiamato al lavoro (15gg di lavoro e 15 di cassa per ogni mese)
Adesso le cose sono cambiate, però ritengo di poter ben sperare per il futuro. ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ MikiMoz
Fai pure, tra parentesi l'idea del "meme" originale "Quella Volta" non è nemmeno mia, io l'ho presa da Ariano che a sua volta l'ha presa da altri.
Di mio visto che ieri era per me un anniversario tragicamente importante ci ho aggiunto solo due foto, la prima risale al 11\11\2011 la seconda è stata rilasciata a tre anni esatti di distanza.

Poiana ha detto...

Ahahahahah si si credo che sia una cosa normale :D
anche l'abitudine al rumore è una cosa soggettiva. Io quando a casa c'è mia sorella con i suoi 4 figli (ed i due cani che ormai si sono trasferiti da me), vorrei scappare, ma sicuramente mette allegria.
Un abbraccio Nick ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Ivano Landi
I giorni in cui fu scattata la prima foto furono molto intensi e particolari per il sottoscritto.
Non li ricordo con piacere credimi.
Grazie per gli attestati per Nocturnia, sono le cose che mi fanno andare avanti.

Nick Parisi. ha detto...

@ Salomon
Libri ed anche DVD e VHS.
Le mie passioni.

Nick Parisi. ha detto...

@ Poiana
Eh già. Pensa che ogni volta che arrivo a Napoli e vedo fratelli e nipoti mi si scioglie il cuore.
E lo stesso avviene quando arrivano le nipotine di mia moglie.

Ariano Geta ha detto...

Ah, e vai con altre succose rivelazioni!
Personalmente mi piacciono questi post "confessionali" perché scoprendo gli altri si capisce meglio anche se stessi.
E quando dici
"Non bisognerebbe mai godere per le disgrazie altrui e di solito non lo faccio mai.
Ho la massima simpatia per coloro che vivono disgrazie.
Sono i furbi a starmi cordialmente sulle scatole"
posso solo alzarmi in piedi e applaudire ;-)
P.S.: ovviamente stai meglio nella seconda foto, comunque capisco bene la prima visto che, come sai, anch'io sono nell'elenco dei cassintegrati ormai da sette mesi. Speriamo che la situazione si risolva nei prossimi mesi senza costringerci a fare come i nostri nonni con valigie di cartone, biglietti di sola andata per Svizzera, Svezia e Germania e la prospettiva di fare i camerieri o i portieri di notte...

Massimo Citi ha detto...

Mi piace questa biografia in pubblico. Forse dovrei scriverla anch'io, se non temessi di essere spaventosamente noioso. Mah, ci penserò. In ogni caso la seconda foto è migliore, giuro.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
Ci possiamo capire fratello. Ti auguro di cuore che la tua situazione personale si possa risolvere.
Tienimi sempre informato.

Riguardo alla situazione più generale: ma lo sai che si sto realmente pensando all'ipotesi trasferimento al'estero?

Nick Parisi. ha detto...

@ Max
Noioso tu?
Ma sai quanti gustosi retroscena a livello editoriale potresti raccontare tu?
Basterebbero solo le storie legate alle ispirazioni per i racconti che scrivi, tanto per dirne una.

Patricia Moll ha detto...

Grande Nick!!!!!!!!
La prima foto è più intensa ma nella seconda sorridi e alla vita bisogna sempre cercare di sorridere. Se ci vede troppo seri, ci frega ancora di più!!!
Battute a parte, ti auguro di risolvere i tuoi problemi al più presto e nel miglior modo possibile.
Bellissimo post! SEI UN GRANDE!!!!!!!!!!!!!
Bacio!

Obsidian M ha detto...

A tua sorella hai poi raccontato l'aneddoto del trenino? E ti vuole bene uguale? :)
Ma poi il trenino lo hai avuto lo stesso? Oppure hai ancora quel rimpianto?
PS: decisamente meglio la foto più recente. Come il vino migliori invecchiando... ^__^

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll

E' di oggi la notizia che la Cassa Integrazione è stata prorogata di altri sei mesi e la cosa mi dà possibilità di poter continuare a cercare un lavoro con maggiore serenità.
Bellissima notizia! Sono felicissimo!!!

La prima foto apparve su un giornale locale a corredo di un articolo dedicato alla crisi della mia Azienda e ricorda un periodo intensissimo e disastroso della mia esistenza.
Periodo che non augurerei al mio peggior nemico.
Per fortuna sono giorni lontani. ;)

:D

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian
La mia amata sorellona mi ha già abbondantemente perdonato...e no, non cambierei la mia bella famiglia per nulla al mondo! XD
Viva la famiglia! :D :D :D

morbidiapprodi ha detto...

Concordo con Max per la seconda foto, è così che ti vogliamo: un simpatico ossimoro nocturno e solare insieme! :D

PS: Nick, la telefonia ci è proprio nemica ;-)

Lady Simmons ha detto...

A me piacciono entrambe le foto. In fondo sono tutte e due parte di quello che sei.
Amando le biografie i post come questo mi entusiasmano: scoprire cosa c'è dietro lo scrittore, magari anche qualcosa di inaspettato!
:)

Nick Parisi. ha detto...

@ morbidiapprodi
Siamo proprio sfortunati col telefono.
:(
Tra parentesi avevo anche intenzione di richiamarti, poi però mia moglie mi ha chiesto di farle delle commissioni e la cosa mi è passata di mente, sorry. :(
Troveremo modo di rimediare, magari in maniera ossimorica.

Nick Parisi. ha detto...

@ Lady Simmons
Penso che tu te li ricordi quei giorni di tre anni fa dal momento che sei stata una delle persone che mi è stata più vicina in quei frangenti.

Lieto che ti piacciano i miei post più biografici. Di tanto in tanto è divertente scrivere cosuccie più leggere come queste :)

Romina Tamerici ha detto...

Ma quanto è "coccoloso" questo post?
Scusa, ma lo dovevo proprio dire.

Anch'io dovrei fare un post "I'm still alive"... prima o poi magari avrò il coraggio di tirare le fila del periodo più brutto della mia vita. Ora va decisamente meglio, anche se ancora non è tutto ok. Insomma, un po' come nel tuo caso.

Forza che si combatte ancora, da bravi guerrieri!

Nick Parisi. ha detto...

@ Romina Tamerici
Scrivilo quel post e vedrai che ti farà bene. ;)
Io lo leggerei volentieri, anzi magari sarebbe l'occasione per molti per poter dire: "Nick Parisi e Romina Tamerici sono vivi e combattono con noi!"

Marco Lazzara ha detto...

Mi manca la data in cui hai aperto il blog (io non la conosco) (e relativa foto).
Posso dirlo? Sono tempi duri per tutti. Io ho deciso di smettere di deprimermi. Anche se le cose vanno male, ho deciso di smetterla di angustiarmi. Almeno quello.

Nick Parisi. ha detto...

@ Marco Lazzara
Una delle poche pochissime cose che ho capito della vita è che bisogna vivere giorno per giorno.

Marco Lazzara ha detto...

Una volta dicevo: non ha senso preoccuparsi del dopodomani, meglio occuparsi del domani. Adesso preferisco occuparmi dell'oggi e sperare in meglio per il domani.

Nick Parisi. ha detto...

@ Marco Lazzara
Purtroppo prima ci hanno tolto il Futuro e poi hanno deciso bene di sfilarci anche il Presente da sotto i piedi.

Marco Lazzara ha detto...

Eh sì, giustamente "il futuro è solo l'inizio".

Nick Parisi. ha detto...

@ Marco Lazzara
..."della fine".

Romina Tamerici ha detto...

"Nick Parisi e Romina Tamerici sono vivi e combattono con noi!" si può dire a prescindere dal mio post.
Però un abbraccio ora non te lo leva nessuno.

Nick Parisi. ha detto...

@ Romina Tamerici

:))))))))))))))))))))

Donata Ginevra ha detto...

ricordo bene quel post dell'11-11.... e come si nota la differenza tra le due foto...preferisco l'ultima, of course!
ed è bello leggere qualcosa di te, un flashback ...bello davvero! ciao

Nick Parisi. ha detto...

@ Donata Ginevra
A proposito: non ti ho mai ringrazio per essermi stata vicina in quel momento e ci tengo a farlo adesso.

Camilla P ha detto...

Mi ero persa questo post! Simpaticissimo :) E la seconda foto è più bella, perché hai un bel sorriso :)

Nick Parisi. ha detto...

@ Camilla P.
Grazie davvero! :)

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...