IL VAMPIRO DI HIGHGATE: IL POST RITROVATO.

AVVERTENZA E  ANTEFATTO:



No, non c'è nessun errore, tranquilli! ;)
Vi devo però una spiegazione: vedete la cosa risale all'ottobre del 2011 - praticamente per quanto riguarda la mia vita si tratta di una vera e propria era geologica fa - All'epoca avevo aperto Nocturnia da pochi mesi e cercavo una vicenda che potesse essere talmente interessante da poter diventare il mio primo vero "Dossier Notturno".
Decisi di concentrarmi sul mai chiarito caso del Vampiro di Highgate, che dopotutto conteneva al suo interno vari argomenti che mi hanno sempre interessato e affascinato: l' Inghilterra; gli anni '70s, i Vampiri; il Gotico e sopratutto quello che io chiamo "l'elemento umano della vicenda", cioè le vicissitudini delle varie persone che in una maniera o nell'altra si erano imbattute nel fenomeno.


David Farrant negli anni '70s all'epoca
del suo coinvolgimento nel Caso del Vampiro di Highgate.

All'epoca non ero solo io ad interessarmi sullo "Strano Caso del Vampiro di Highgate", c'era infatti anche il mio buon amico Francesco "Fra" Moretta.
Anche lui aveva da poco aperto un blog che aveva chiamato The Tralfamadore Connection, anche lui era desideroso di scriverci sopra dei post. 
Decidemmo quindi di collaborare e fu anche facile decidere come fare.
Tra le decine di "cacciatori di Vampiri " ( e credetemi in quei brumosi avvenimenti londinesi i "cacciatori" ed "investigatori dell'occulto" furono veramente tantissimi, ognuno di loro più dilettantesco e criminale del precedente) i due più importanti furono l'"occultista" David Farrant ed il "reverendo" Sean Manchester: a me interessava parlare del primo, che fu sicuramente il maggior responsabile del clima da isteria generale che si respirava a Londra nel 1970 ma che probabilmente fu anche l'unico tra tutti quei cosiddetti esperti ad agire in buona fede, mentre a Fra piaceva molto la figura decisamente molto più cialtronesca ma al contempo più furbetta e ruffiana di Sean Manchester.


Sean Manchester all'epoca della sua "caccia" al Vampiro

L'unica soluzione possibile era quella di dividerci i compiti e fu quello che in effetti facemmo.
Ecc quindi che io scrissi per conto mio l'introduzione, la premessa alla vicenda e le vicende su David Farrant almeno fino al giorno del suo arresto avvenuto il 13 novembre del 1970 in un post su Nocturnia ( QUESTO) mentre Fra, da par suo scrisse gli avvenimenti seguenti con le indagini di Manchester per un post per The tralfamadore Connection (quello che state per leggere adesso), entrambi i post uscirono quasi in contemporanea il giorno 10 ottobre del 2011.

Per concludere, dopo un paio di giorni scrivemmo il post conclusivo assieme: io mi occupai sempre della parte iniziale, delle traversie di David Farrant e vi aggiunsi -per completezza-  anche un paio di righe dedicate a John Pope, un altro dei tanti discutibili personaggi che bazzicarono attorno ad Highgate. Fra invece si continuò a dedicare delle vicende di Sean Manchester; insieme poi scrivemmo le conclusioni dell'indagine.


John Pope ( a sinistra) in compagnia di David Farrant ( a destra, ovviamente)
Per un certo periodo i due hanno collaborato . 

Se siete curiosi vi dirò che tra noi due io ero quello diciamo più scettico, più tendente a considerare la maggior parte degli eventi come un fenomeno dovuto all'isteria collettiva (cioè, credevo che fosse successo effettivamente qualcosa di "strano" magari di meno grave e soprannaturale di quanto si volle credere ai tempi dei Fatti, ma ritenevo anche  -e ritengo ancora- che molti imbroglioni  avessero voluto speculare sopra ) mentre Fra era quello tra noi due con la mentalità più aperta e più possibilista sugli eventi.
Ad ogni modo il post conclusivo (QUESTO) apparve in contemporanea su entrambi i nostri blog, la cosa si rivelò un bellissimo esperimento di crossblogging ( è così che si dice?), i lettori gradirono parecchio e per lungo tempo quel dossier è stata una delle cose di cui sono stato più orgoglioso.

Più volte io e Fra ci siamo detti pronti a ripetere la collaborazione ma la cosa per colpa della mia pigrizia non si è mai più realizzata; adesso però Fra, che già da molto tempo non aggiornava più i suoi siti ha deciso di chiuderli mettendo offline la sua intere produzione. Anche il suo intervento sul Vampiro di Highgate rischiava di fare la stessa fine ( e credetemi sarebbe stato un vero peccato) per questo il mio amico mi ha contattato e mi ha passato il suo post per farlo ripubblicare su Nocturnia, cosa che io faccio ben volentieri.
Per questo- e spero che mi perdoniate- è stata necessaria anche questa lunga introduzione.
Tornare ad Highgate per me è stato benefico, mi ha ricordato il clima di quei primissimi  mesi di blogging (ed anche di quanto io sia invecchiato nel frattempo)
Ad ogni modo, adesso vi lascio alle parole di Fra Moretta, vi ricordo che la cronologia degli eventi e del dossier va intesa così: prima si legge QUI, poi il post che state per leggere adesso, infine va considerato l'epilogo QUI ).
Siete pronti a tornare la tre nebbie di Highgate ?
Bene, spegnete pure le luci ed accomodatevi pure. Ancora una volta entrate liberamente e di vostra volontà e lasciate un poco della felicità che portate.
Nick Parisi


LO STRANO CASO DEL VAMPIRO DI HIGHGATE - Seconda Parte


Dopo la prima parte scritta dal buon Nick (l’ottima introduzione su Highgate e il racconto di Farrant) tocca a me raccontarvi la versione dei fatti del secondo cacciatore di vampiri coinvolto in questa storia Sean Manchester
Facciamo prima un piccolo passo indietro e vediamo come iniziarono le indagini di Manchester.


L'intervista di Manchester.

MANCHESTER A CACCIA DEL VAMPIRO

Fin dall’inizio Sean Manchester presunto sacerdote e vampire hunter si interessò al caso cercando in ogni modo di attirare su di se i riflettori dei media. Il 27 Febbraio 1970 in un intervista rilasciata al Hampstead and Highgate Express dichiarò addirittura di conoscere l’identità del vampiro che infestava il cimitero di Highgate. A suo dire si trattava di un re dei non-morti originario della Valacchia, un nobil’uomo praticante della magia nera che arrivo a Londra nei primi anni del diciottesimo secolo e dimorò in una casa del West End insieme ai suoi seguaci per poi essere seppellito nel sito del cimitero. Per Manchester a risvegliarlo erano stati dei Satanisti.(Manchester tirerà numerose volte in ballo il Satanismo come spiegazione del caso) Da notare che Manchester non offre nessuna prova alla sua teoria (che pare più un racconto) e che anni dopo ritratterà parte delle sue affermazioni.
In più Manchester cercò in ogni modo di ridicolizzare Farrant, definendolo inesperto e ridicolo. Il che ci porta al famoso esorcismo pubblico organizzato da Manchester.


Uno dei momenti in cui, durante le riprese televisive ed in presenza
dei reporter della carta stampata le cose degenerarono.
Era il 13 Novembre 1970

13 NOVEMBRE 1970

La vigilia del famoso esorcismo pubblico Sean Manchester si recò nei pressi del cancello di Highgate con una troupe televisiva di Thames Television per un intervista. Stando a Manchester si verificarono degli strani fenomeni:uno strano vento iniziò a far volare i cavi delle telecamere e gli appunti del produttore, uno strano suono interferì con l’audio e il direttore della fotografia svenne.(Ricordo di prendere con le pinze le dichiarazioni di Manchester, inoltre più che a un vampiro simili fenomeni fanno pensare ad un poltergeist…) Di come le cose andarono durante il famoso esorcismo pubblico ne ha già parlato Nick, noi ricorderemo solo che la situazione degenerò in una profanazione di tombe e molti furono arrestati. Manchester dal canto suo una volta individuata la catacomba dove si rifugiava il vampiro (grazie all’aiuto di una ragazza di nome Lusia in trance medianica) vi trovo dentro tre bare vuote,che riempi di aglio limitandosi poi a spargere dell’acqua santa,ritenendo cosi svolto il suo compito.
Ma i fatti erano ben lontani dalla loro conclusione. 

7 AGOSTO 1970

Le aggressioni e gli avvistamenti continuarono e il 7 agosto un uomo decapitato fu trovato nei pressi della tomba dove Manchester aveva eseguito l’esorcismo insieme a segni di una cerimonia satanica.Stando a quanto racconta Manchester vi fece ritorno insieme a Lusia e ai suoi collaboratori ed ecco quello che che secondo lui si verifico.


Il Lebanon Circle ad Highgate.

LA DISTRUZIONE DEL VAMPIRO?

Manchester sottopose di nuovo a ipnosi Lusia e dopo che la ragazza fu caduta in trance inizio a ripetere le frasi "Chi sei?" e "Sto arrivando!". Poi guidò Manchester nei pressi di una tomba nel Lebanon Circle. Una volta entrato Manchester trovò il vampiro nella bara. Manchester lo descrisse come un essere putrefatto la cui pelle era come pergamena,che puzzava e lo fissava come se lo deridesse. Inizialmente cercò di impalarlo ma non ne ebbe il coraggio e si limito a collocare aglio,acquasanta e un crocefisso attorno alla bara. Una volta uscito traccio un cerchio di sale attorno alla cripta, mise dei recipienti di acqua santa e celebrò un esorcismo. A suo dire la sua Bibbia si era aperte su queste esatte parole:”Assicurati solamente di non mangiare sangue, perché il sangue è la vita". 
Decisamente teatrale no?
Come molte delle altre dichiarazioni di Manchester.
Comunque la cripta non rimase a lungo sigillata e nei mesi successivi furono trovati morti altri animali nel Waterslow Park
Principalmente volpi e gatti sgozzati come nei primi ritrovamenti.
Venne perfino trovato nei mesi successivi un pazzo fuggito da un istituto che si aggirava sporco del suo sangue per il cimitero.

 LA FINE DEL CASO

Nel 1977 spronato dai continui avvistamenti,da un intervista della BBC e probabilmente dalla possibilità di tirare ancora acqua al suo mulino Manchester rimise piede nella cripta trovandola vuota. Dopo una lunga ricerca ritrovò il vampiro nella cantine di una casa ritenuta infestata, lo impalettò e con l’aiuto dei suoi collaboratori trascinò il corpo all’aperto (mentre quest’ultimo si consumava rapidamente) e lo bruciò. Furono anche scattate delle presunte foto al vampiro che si decomponeva.Stando alle sua versione perciò Manchester avrebbe ucciso il vampiro.Ma tale fatto,così come gli altri episodi raccontati da Manchester furono contestati da Farrant e da un certo numero di studiosi. 


Alcune delle controverse e contestate foto fornite da Sean Manchester
che, a suo dire, testimonierebbero la fine del Vampiro di Highgate.

Ma di questo e di altro parleremo nella prossima e conclusiva parte di questa storia,sempre narrata dai vostri anfitrioni me e Nick.Perciò ragazzi ( e ragazze) state in campana. Per la prima parte,la trovate su Nocturnia.

Fra Moretta.

Bene, e con questo è davvero tutto, ringrazio ancora una volta, l'amico Francesco "Fra" Moretta per avermi ceduto la sua parte della stesura.
E voi, adesso cosa ne pensate di tutta la vicenda del Vampiro di Highgate?
Nick Parisi

24 commenti:

Patricia Moll ha detto...

Capperi che lavorone Nick e Fra!!!!
Veramete interessante e... pauroso! Già non mi piacciono troppo i cimiterii, ci vado ma con un senso di oppressione, adesso....
Oddio, non credo di trovarci un vampiro, questo no... però anime in pena... che poi le anime in pena siano quelle dei morti o quellpiene di il dolore dei superstiti....

Complimenti comunque! Hai fatot benissimo a riesumare questi post!
Ciaoooo

Poiana ha detto...

Be' che ci fossero cialtroni in giro è abbastanza ovvio, ma qualcosa sarà successo davvero. Certo, mi piacerebbe una spiegazione logica al ritrovamento dei diversi cadaveri animali e non...
Leggo l'ultimo post con le antenne ritte al minimo scricchiolio.
Se stanotte non dormirò me la prenderò con te :P

Fra Moretta ha detto...

Ottimo lavoro Nick.

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
I cimiteri sono un ambiente molto particolare, carichi delle aspettative e delle paure che non vi inseriamo
Capisco benissimo la tua reazione. ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Poiana
Di errori ed esagerazioni ne sorsero molte all'epoca, diversi imbroglioni si gettarono a pesce sulla storia, per non parlare dei giornali scandalistici.
E' difficile poter ricostruire in maniera chiara la vicenda, anche perché i vari protagonisti ( Manchester e Farrant in primis) nel corso del tempo hanno cambiato più volte le loro dichiarazioni.

Nick Parisi. ha detto...

@ Fra Moretta
Grazie! ;)
Naturalmente mi auguro che tu prima o poi riprenda a bloggare.

Patricia Moll ha detto...

Poi di gentaglia che in certe cose ci sguazza alla grande se ne trova sempre.
Lo fanno già se le cose sono abbastanza chiare. Figurarsi quando sono così oscure. Quando fanno pensare al sovrannaturale, alla magia...

Obsidian M ha detto...

Questo speciale mi ricorda i primi giorni che conobbi Nocturnia. Lacrimuccia nostalgica in arrivo.....

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
Vero, verissimo! Ed oltre a questi imbroglioni qui si aggiungono anche coloro altrettanto pericolosi che vogliono solo apparire. Io dico a volte scherzando che se molti dei ciarlatani che "investigarono" nel caso del Vampiro di Highgate invece di vivere nell'Inghilterra degli anni 70 fossero vissuti nell'Italia attuale oggi sarebbero ospiti fissi da Vespa, dalla Barbara D' Urso o dalla De Filippi.

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian M
Infatti mi ricordo che cominciasti a commentare proprio durante quel Dossier.
Aspetta a farti scendere la lacrimuccia di nostalgia...attendi perlomeno qualche settimana quando apparirà la nuova versione di "Quali Sono i Vostri Blog Preferiti?"....^^

Patricia Moll ha detto...

Oh, yes, sir!!!! :)
Inn più tu ti immagini quanti sedicenti maghi e fattucchiere esi sarebbero presentati sul luogo? Ognuno con i suoi talismani e la sua verità?
Non posso dire di non credere che ci sia altro oltre alla vita che conosciamo noi, quella che viviamo, però troppi ciarlatani disturbano e rovinano quelli che seriamente stanno cercando di capire qualcosa.

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
Concordo! :)
In più ti posso anche assicurare che oltre a Farrant, Manchester e a quella scartina di John Pope già all'epoca ci furono decine e decine di maghi ed imbroglioni che investigarono, non li abbiamo citati tutti quando abbiamo scritto i tre post altrimenti non avremmo più finito.

Patricia Moll ha detto...

Ah, ecco! Mi pareva infatti che mancasse qualcuno.. :)))

Pirkaf ha detto...

Ne avervi letto su questa storia, ma non in maniera così esaustiva.
Resto scettico, ma di sicuro Manchester ha saputo far parlare di sé. :-)

Obsidian M ha detto...

Figo! È già passato un anno? Dai che a sto giro puntiamo a superare la soglia dei duecento commenti!

Ariano Geta ha detto...

Si, decisamente hai fatto bene a salvare il post dall'oblio e il co-autore ha fatto bene (imho) a concederti di pubblicarlo. É proprio un post "notturniano", anche se non redatto da te ;-)

Nick Parisi. ha detto...

@ Patricia Moll
Ne mancavano tanti, credimi. :))))

Nick Parisi. ha detto...

@ Obsidian M
Non è ancora passato un anno ma nove mesi, quest'anno però anticipiamo.
E speriamo di divertirci almeno come l' ultima volta.

Nick Parisi. ha detto...

@ Pirkaf
Indubbiamente Manchester ha saputo gestire bene il suo personaggio, molto meglio di Farrant e di tanti altri. Certo, anche lui adesso sembra diventato la parodia di sé stesso, capita quando determinati personaggi non si rendono conto che il loro momento è passato.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
Mi sa anche che è il primo guest post che pubblico su Nocturnia in oltre quattro anni di attività. Credo proprio però che in questo caso ne valesse davvero la pena.

cristiana2011 ha detto...

Fantastico, in tutti i sensi.
Mai avrei pensato che nel ventesimo secolo si narrassero storie di vampiri.
Di sedute spiritiche ho un po' d'esperienza : mio zio era un medium, ma ti parlo di molti-molti anni fa.
Non dimenticherò mai, perchè mi ritrovò il mio adorato cane.
Ciao Nick, grazie per il bellissimo racconto.
Cristiana

Nick Parisi. ha detto...

@ cristiana2011
Sembra davvero strano, ma ti assicuro che anche nel ventesimo secolo di vampiri se ne è parlato molto, ci sono stati tanti fenomeni dubbi, certo poi tranne un paio di casi ancora non chiariti del tutto, si sono rivelati tutti delle grandissime bufale però, sui vampiri sono sorte tante dicerie anche in tempi recentissimi.
Interessante la storia del cane e della seduta spiritica, mi auguro che un giorno o l'altro tu ce ne voglia parlare.

Glò ha detto...

Isterie collettive, assai preoccupanti :P
Non ne sapevo nulla, leggo quindi con molto piacere ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Glò
Fammi saper cosa ne pensi quando hai terminato. ;)

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...