LA NUOVA FANTASCIENZA ITALIANA: TALKING ABOUT FRANCESCO TROCCOLI

Ormai sapete che quando trovate questo tipo di schede monografiche, significa che è imminente l'arrivo di una nuova intervista.
Francesco Troccoli, a parer mio, è uno dei migliori scrittori italiani di fantascienza, sicuramente è uno di quei due\tre nomi che mi sentirei di fare in una ipotetica classifica degli autori nostrani in grado di competere con quelli stranieri.

Inoltre Francesco Troccoli merita tutta la mia stima perché è una persona che ha scommesso sul proprio futuro, ha compiuto una scelta importante riguardo alla sua vita.
Ed ha vinto in pieno.

Ma andiamo per ordine...
Una stringata biografia ci direbbe che Francesco Troccoli è nato a Roma nel 1969 e che nel bel mezzo di una riuscita carriera durata dodici anni presso una multinazionale farmaceutica ha abbandonato tutto quanto perché non gli dava soddisfazione e non lo faceva sentire realizzato per dedicarsi ad altro.
Per quel' altro s'intende la scrittura. scrittura e traduzioni di area scientifica, ma anche e specialmente, la scrittura di romanzi e racconti di fantascienza. 


Oltre che al doppiaggio e al'attività come speaker.
La stessa stringata biografia ci racconterebbe di come Troccoli abbia partecipato a diversi concorsi letterari, spesso vincendoli.
Concorsi quali lo Space Prophecies nel 2006, 2009 e 2010 (poi vinto nel 2009), l' Apuliacon vinto nel 2007, il NASF (partecipazioni dal 2005 al 2010), il R.i.LL a cui ha partecipato nel 2008 e che ha vinto nel 2009  o il Giulio Verne vinto nel 2011, più molti altri.
Sarà proprio il racconto vincitore al Giulio Verne intitolato "Il Cacciatore" ad influenzare la parte seguente della carriera letteraria di Troccoli.
L'autore, nel 2012 espande l'opera trasformandola nel romanzo Ferro Sette, un romanzo che esplode come un benefico raggio di sole nel panorama, a volte asfittico, del' editoria nostrana.



Non solo per il tema trattato che mescola space opera e speculazione tecnologica con temi sociali, ma anche per il particolare di essere stato pubblicato  da un editore quale la Armando Curcio solitamente lontano dai temi del fantastico.

L'opera ha successo  e l'autore decide di trasformarla in un vero e proprio ciclo definito de L' Universo Insonne. La serie descrive un  futuro in cui l'umanità, per motivi di profitto, è stata privata della capacità di dormire dalle elite dominati, la  serie narrerà quindi della ribellione di  un ristretto gruppo di persone, tra cui il protagonista Tobruk Ramarren, per riappropriarsi di questa facoltà.
 Nel 2013 sempre i tipi della Curcio esce il seguito Falsi Dei, ancora con un buon successo mentre un terzo volume è già in fase di lavorazione.

Ma Francesco Troccoli non limita il suo impegno al' Universo Insonne  dal momento che il suo amore per la scrittura è vivo, vitale e sincero.  Troccoli  ha un animo propositivo e creativo; da un lato firma le pagine di Fantascienza e Dintorni, il suo blog personale dall' altro assieme ad altri autori costituisce il collettivo della Carboneria Letteraria molto attivo in questi anni in tutta Italia.

Per quanto riguarda i racconti invece, il nome di Troccoli compare in numerose antologie, raccolte e anche in diverse fanzine tra le più importanti del settore. 
In questo articolo ne segnalo due in particolare: la raccolta di racconti Domani Forse Mai curata dal' Associazione RiLL e l'antologia Crisis, in questo caso però  Troccoli agisce da curatore assieme ad Alberto Cola per le Edizioni Della Vigna.

Questo è per quanto riguarda la stringata biografia, di mio aggiungo  che Francesco Troccoli è destinato a diventare sempre più una figura di primo piano nel panorama letterario del nostro paese.
Tra pochi giorni potrete leggere l'intervista che lo scrittore mi ha concesso. 

 Anzi approfitto di questa scheda, per  preannunciavi che nelle prossime settimane di interviste in arrivo su Nocturnia ne vedrete parecchie, anzi in un futuro post svelerò qualche nome in più ( detta così, en passant giusto per creare un po di hype... firmato: un Nick sempre più sadico...)

10 commenti:

Massimo Citi ha detto...

Ottimo! Il fatto che Troccoli sia uno degli autori più vivaci in giro è dimostrato anche dalla sua presenza nel prossimo ALIA. Aspetto con curiosità la sua intervista.

Nick Parisi. ha detto...

@ Massimo Citi
Ma tu guarda! Non lo sapevo....ottima notizia che mi hai dato.
Quasi in anteprima. ;)

Angie Ginev ha detto...

Davvero molto interessante ed anche coraggioso direi...
In quanto alle interviste....penso che tu sia davvero in gamba come farai...?
Peccato io nei panni dell'intervistatrice sarei a disagio...sadico sei sadico...

Salomon Xeno ha detto...

Un'intervista che sicuramente varrà la pena leggere! Certo che, poi, "parecchie"... proprio ci tieni a creare hype? ^^

L'Internauta Digitale ha detto...

Ottimo Nick, ne approfitto anche per testare se Blogger funziona e mi lascia commentare.

Nick Parisi. ha detto...

@ Angie Ginev
Io ammiro molto gente come Troccoli che ha lasciato tutto per seguire i suoi sogni. In quanto alle interviste, confesso che spesso ci riesco perchè contatto le persone per mail, ma se dovessi farlo di persona probabilmente mi intimidirei.

Nick Parisi. ha detto...

@ Salomon Xeno
Compresa quella con Troccoli al momento ho 4 interviste, più due che mi dovrebbero arrivare.
E' abbastanza come hype ?

Nick Parisi. ha detto...

@ L'Internauta Digitale
A quanto pare è tornato tutto a posto. Per fortuna perché stamattina mi ero preoccupato.

Eddy M. ha detto...

Ma chi è sto Troccolo? ;)
Curioso di leggere l'intervista, che da Francesco escono sempre cose interessanti!

Nick Parisi. ha detto...

@ Eddy M.
Prima o poi pure lo trovi qualcuno che non capisce subito che stai scherzando. ;)

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...