ATTORI PER CASO

 

 Anni fa mi è capitato di parlare di una persona e cioè Bill Hinzman diventato attore per caso, un uomo che di mestiere faceva ilfotografo di scena e il direttore delle luci per un giovanissimo George A. Romero, solo che per tutta una serie di circostanze nel 1968 si ritrovò a recitare in uno dei film più seminali di tutta la storia del Cinema tout court e cioè quel Night of the Living Dead . 

Frank Silva sul set di Twin Peaks.
 

Se siete curiosi la sua e tante altre storie le racconto QUI.

 Tuttavia il suo non è stato l'unico caso e nemmeno il più eclatante.

Ecco un altro paio di casi di persone arrivate sul set per lavorare dietro alle telecamere e poi finiti a lavorarci davanti come attori.

Le eccezioni in un mondo dove se cominci in una categoria rischi davvero di trascorrere tutta la vita in quel ruolo.

FRANK SILVA. (1950-1995)

Il suo è un caso veramente emblematico.  Ha cominciato come scenografo e sotto questa veste era stato assunto da David Lynch per lavorare nell'episodio pilota de I Segreti di Twin Peaks e, per la verità, Silva fece anche un lavoro egregio. Non tutti si fidavano perché lo scenografo un decennio prima aveva avuto problemi di droga, ma non il regista che volle dargli una possibilità. Poi però Lynch ebbe uno dei suoi periodici colpi di testa ( o di genio, che tanto è la stessa cosa) e volle girare la famosa scena con Silva accucciato ai piedi del letto nella stanza di Laura Palmer mentre la madre della ragazza defunta (interpretata da Grace Zabriskie urlava disperata). Per ammissione dello stesso regista e della maggior parte dei suoi collaboratori buona parte della trama non era ancora stata pensata, perlomeno non fino in fondo. 

Di conseguenza, tutta la storia della Loggia Nera, dei Demoni, della possessione dei vari personaggi non esisteva ancora, se non come abbozzo molto molto parziale.

A David Lynch quella scena però piacque parecchio e decise di sviluppare la sua intuizione. Nacque così la figura di BOB (o di Killer BOB) una delle più conosciute ed emblematiche del piccolo schermo degli inizi degli anni '90s. L'entità in grado prendere possesso dei corpi delle sue vittime divenne ben presto il vero antagonista occulpo della serie, il simbolo del Male che s'insinua nella quotidianità umana.

  

Dopo la fine prematura dello show, Silva riprese il suo ruolo nell'orrido film prequel Fuoco Cammina con Me del 1993. 

Il film, uno dei peggiori mai diretti da Lynch, già sfiduciato ed arrabbiato con la rete ABC per la sospensione della serie, fu un grandissimo passo falso e chiuse per decenni la possibilità di riprendere in mano i destini degli abitanti delle "Cime Gemelle". da allora Frank Silva si limitò a comparire in un paio di video musicali non riprendendo più in mano in maniera continuativa nessun progetto cinematografico o televisivo.

C'erano comunque altri motivi: l'attore era gravemente malato e nel 1995 morì a causa dell'aids.

Quando la serie venne rirpesa nel 2017 con la terza e conclusiva stagione di Twin Peaks il personaggio di Killer BOB venne recuperato con diversi escamotages, non ultimo l'utilizzo di alcune scene di archivio girate  molto tempo prima da Silva.

Il resto è, come si dice, storia.

TOM BRAIDWOOD. (1948.....)

Anche lui è legato ad una serie rimasta nel mito delle produzioni per il piccolo schermo e proprio nella serie che è considerata la maggiore erede di Twin Peaks e cioè quella X-Files che ha davvero ridefinito la maggior parte delle regole della serialità televisiva.

Braidwood era stato assunto come aiuto regista ed assistente nel corso del 1993 per lavorare alla prima stagione della produzione FOX.

 Si cercavano però attori per i nuovi ruoli che man mano si stavano lanciando, non ultimi i Lone Gunmen, i tre teorici della cospirazione alleati di Fox Mulder e Dana Scully. Un paio di posizioni erano già state occupate, mancava però la persona che desse un volto a Melvin Frohike.

La vulgata, non proprio elogiativa, vuole che ai massimi livelli si discutesse su come dovesse essere quel personaggio e...sempre secondo le voci della troupe, la descrizione che se ne faceva era che si dovesse trattare di una figura dall'aspetto all'apparenza viscido ed untuoso, anche se oi si rivelava tutto l'opposto, un poco come Tom Braidwood aggiungevano tutti.

Il passo successivo fu breve.

Tra l'avere a disposizione una mera copia e il poter contare sull'originale, sempre meglio scegliere l'originale. 

Fu così che Tom Braidwood divenne Melvin Frohike, dando del suo al personaggio: Frohike è davvero affezionato a Fox e più volte dimostra di avere un debole per Scully, inoltre diventa mattatore di  di uno dei pochi episodi nel quale i due attori principali quasi non compaiono se non in audio.

Come sappiamo i tre Pistoleri Solitari oltre che in X-Files appaiono anche in un loro spin off di breve vita intitolato, per l'appunto, The Lone Gunmen risalente al 2001 fino alla loro uscita di scena in una puntata spettacolare e commovente della serie madre.

 Da allora l'occhialuto attore è tornato ai suoi primi amori, occupandosi della regia della seconda unità in diversi episodi di Millenium, l'altra serie (decisamente imperfetta ma amatissima dai fans) di Chris Carter e in anni più recenti anche della nuova Da Vinci's Inquest.

Ma il nostro ogni tanto si concede qualche apparizione sul video, non solo è tornato con i suoi due "pards" Dean Haglund & Bruce Harwood nella ripresa (anch'essa amatissima ma imperfetta, sembra una costante delle produzioni Carteriane) di X-Files ma anche in altri film e telefilm.

 

35 commenti:

Franco Battaglia ha detto...

Sapevo di Bill Cosby che faceva il barman ed una sera per uno spettacolo nel locale, non presentandosi l'attore previsto, mandarono lui sul palco, e non ne è più sceso.

Nick Parisi. ha detto...

@ Franco Battaglia
È vero. :) Come sapevo il caso di Johnny Depp che accompagnò un amico alle audizioni per il primo "Nightmare", lui però non voleva partecipare. Si doveva scegliere l' attore per il ruolo del fidanzato della protagonista. Il regista Wes Craven per cavarsi dall'impiccio chiese alla figlia e ad una di lei amica che erano presenti quel giorno di scegliere per lui indicandogli quello che secondo loro due era il ragazzo più carino tra i presenti....ed entrambe scelsero il giovanissimo Depp. Lui fu assunto e l' amico no. Credo che fu la fine della loro amicizia. :P

Mariella ha detto...

Davvero interessante. E' così, uno degli uomini che per un breve periodo entrò nei miei incubi era uno scenografo? Non sapevo della sua malattia, mi spiace.
Io ricordo che anche Harrison Ford da carpentiere/falegname si ritrovò attore, mi sbaglio?

Ariano Geta ha detto...

Ignoravo completamente l'aneddoto, ma conoscendo la proverbiale visionarietà geniale di Lynch è sin troppo "normale" che abbia fatto una cosa del genere. Buon per Silva che ne ha beneficiato nel migliore dei modi :-D

Nick Parisi. ha detto...

@ Mariella
Si e no, ricordi comunque bene: Harrison Ford fece davvero il carpentiere agli inizi, ma dopo che per lungo tempo, aveva provato senza troppo successo a fare l'attore, stanco di ottenere solo piccoli ruoli e per mantenere sè stesso e la famiglia Ford si dedicò a quel lavoro, fece anche il cameraman per alcuni concerti dei Doors, solo in un secondo mometo la sua carriera esplose con "Guerre Stellari".
Pensa che nemmeno il professore dell scuola di recitazione dove aveva studiato all'inizio lo volle aiutare. Harrison Ford però si vendicò anni dopo, quando diventato attore famoso la scuola in questione provò a ricontarrarlo per sfruttarne la fama, ma l'attore mandò preside e professori al diavolo.
Al suo posto avrei fatto lo stesso.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ariano Geta
David Lynche ci vide giusto con Silva, credo che come talent scout, nell'individuare gli attori giusti per i vari ruoli forse nella storia del Cinema solo Sergio Leone sia stato più bravo di lui.

fperale ha detto...

Anche il sergente maggiore di Full Metal Jacket, R. Lee Ermey, è stato scelto un pò per caso. Lui era stato veramente un militare ma i suoi discorsi "motivazionali" (chiamiamoli così) piacquero talmente tanto a Kubrick che da semplice consulente per il film divenne uno degli attori principali :D

Nick Parisi. ha detto...

@ fperale
Vero anche questo ! :)
Senza contare che È. Lee Ermey con la sua apparizione è diventato il momento iconografico più ricordato e riconoscibile di tutto quel film....a parte la canzoncina finale.: D

Ema ha detto...

I due attori non li ricordo bene, Twin Peaks l'ho visto da giovanissimo, mentre per X-Files, nonostante fossi uno spettatore fisso, ho rimosso quasi tutto, non ricordo manco un episodio... penso per colpa degli episodi autoconclusivi. Tendo a concentrarmi di più quando c'è una continuity ferrea 😝
Comunque molto interessanti entrambe le loro vicende su come sono improvvisamente diventati attori. Peccato per la dipartita prematura del primo... 5 anni appena di carriera.

Nick Parisi. ha detto...

@ Ema
Su X-Files ti capisco: ho rimosso anche io molte cose. Nel mio caso sono state le varie incongruenze nella continuità e nella gestione dei personaggi a farmi avere una grande delusione.
Silva sarà sempre ricordato per quel ruolo. Il suo BOB si fa fatica a dimenticarselo

Elfoscuro ha detto...

Questo è anche il bello del cinema, che per me viene ben rappresentato in una scena di Kiss Kiss Bang Bang di Shane Black ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Elfoscuro
Sono perfettamente d'accordo: anche questo è il bello dello schermo.:)
Un grande abbraccio.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Tante perle che non conoscevo.
Saluti a presto.

Nick Parisi. ha detto...

@ Cavaliere oscuro del web.
Grazie e a presto.

Arwen Lynch ha detto...

A proposito di Fuoco Cammina con me, ai tempi è stato un flop, la trama non è che attiri la gente in sala, e l'ha detto lo tesso Lynch il motivo: un film che parla di un omicidio e di incesto non sono certo argomenti che attirano.
Con il tempo però questo "orrido film" è stato rivalutato dalla critica ed è stato definito come uno dei migliori di Lynch, certo tutti i gusti sono gusti, ma definire orrido un film che forse e sottolineo forse non si è nemmeno visto mi sembra un tantino...
Comunque se lo hai visto e non ti è piaciuto alzo le mani.

Arwen Lynch ha detto...

Frank Silva si dice che sia morto di Aids, io so che è morto di infarto.

Luz ha detto...

Ricordo questa faccia. Così come non ho dimenticato nulla di questa serie inquietante e praticamente perfetta.

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
L' ho visto eccome se l' ho visto. Ai tempi avevo comprato anche la VHS e l'ho visto e rivisto più volte cercando di dargli un senso . Se mi permetti hai toppato alla grande mettendo in dubbio il fatto che io abbia parlato di questo film senza vederlo. L' ho visto e per me - ovviamente parlo per il mio gusto personale - è stato una grande delusione, certo può essere che rivedendolo tra qualche tempo magari il mio giudizio cambi ma ora come ora è questo.
Vuoi sapere qual' è la cosa peggiore per me? È che il film comincia anche bene con tutta la prima parte dell' investigazione degli altri due agenti e poi invece.... sempre ai tempi ho avuto la sensazione che Lynch fosse ancora amareggiato dalla fine della serie e avesse un po' voluto distruggere quel mondo. Io avevo e ancora oggi idolatro Lynch ( ho i cofanetti sia di Twin Peaks sia di molte sue pellicole ) quindi la penso così. Quindi si, l'ho visto, l' ho visto " Fuoco cammina con Me".
A questo punto ho una curiosità: cosa ne pensi della terza stagione di Twin Peaks?

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
Io ho visto un po' ovunque la notizia sull' Aids. Ovviamente se dovessi trovare informazioni diverse cambierò il post. Anzi se tu hai notizie utili in proposito ( link di articoli affidabili sulla morte per cancro di Silva e non per Aids) ti ringrazio già d'ora.

Nick Parisi. ha detto...

@ Luz
Vero, è una faccia ed una serie perfetta. Ancora oggi stupenda.

Arwen Lynch ha detto...

@Nick Parisi non ti conosco, e perciò non potevo sapere se tu il film l'avevi visto o meno, quindi non ho toppato, perché se leggi bene infondo ho scritto se lo hai visto e non ti è piaciuto alzo le mani, nel senso che un film può anche non piacere e me ne faccio una ragione pazienza, per quanto riguarda la terza stagione di twin peaks mi è piaciuta eccome, per me è un capolavoro.
Per quanto riguarda Frank Silva la notizia dell'aids c'è un po' ovunque, ma anche la notizia della morte per infarto letta su wikipedia o qualche sito di twin peaks straniero mi sembra

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
Guarda che hai fatto tutto tu fatto tutto tu da sola. :Io ho solamente espresso un legittimo parere di gradimento personale. :) Per il resto di Lynch mi piace tutto anche quel Dune che molti hanno criticato ma che per me è un bellissimo film. Su Silva anche Wikipedia italiana ( ed i siti stranierii da cui si è informata) parlano solo di Aids e non di cancro. Comunque poco importa. Purtroppo ci ha lasciato e secondo me avrebbe meritato maggior fortuna. Su questo penso che siamo d'accordo, no?

Arwen Lynch ha detto...

Ovviamente, e non sei il solo ad adorare Lynch, io praticamente ci sono cresciuta ;)

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
Il tuo nickname me l' aveva fatto lievemente sospettare. ;) Ma giusto un pochino, giuro. ;)

Arwen Lynch ha detto...

Infatti, da lì è cominciato tutto, comunque se vuoi rivalutare fuoco cammina con me c'è sempre tempo per farlo, tieni presente che Lynch era incaxxato perché gli avevano cancellato la serie tv, diciamo che il film è stato uno sfogo che ha scatenato mettendo in scena la morte di Laura

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
Ho una controproposta che secondo me accontenterebbe tutti quanti. Se ti va, io ogni tanto ospito dei guest post, se hai voglia e senza fretta perché non scrivi un post sul film, il perché e piaciuto a te ed i motivi perché invece all' epoca è stato contestato ( o comunque fischiato a Cannes). Pregi e difetti, cast e così via ...scegli tu il taglio, la lunghezza insomma una recensione completa. Se lo vorrai affidare a me io lo pubblicherò volentieri con tanto di attribuzione e link. Se invece vorrai inserirla in uno dei tuoi siti io la leggerò volentieri e inserirò il link in calce a questo di post. Basta che mi dici quale dei tuoi siti è ancora attivo ( se non ricordo male ne hai tanti sia di attivi che di sospesi). Va bene anche un articolo già scritto, sempre se ti va ovviamente....ah! Basta che non mi scrivi " quel ...biiip! di Nick Parisi non capisce un biiiiiiip!!! " Ahahah lol ( scherzo ovviamente, so che non lo faresti. Fammici solo scherzare un pochino riguardo al nostro scambio di ieri. Ahahah)
Con stima ed amicizia.
Nick

Arwen Lynch ha detto...

No figurati, anzi mi scuso, comunque non era mia intenzione mancarti di rispetto, sono intervenuta perché amo moltissimo Lynch e il suo cinema, adoro tutti i suoi film perché ci sono cresciuta, li ho visti e rivisti tantissime volte che ormai li so quasi a memoria, ci sto a scrivere un post su fuoco cammina con me, devo mandartelo via email?
Ps: Non scriverò mai che non capischi un biiip hahaha comunque complimenti per il blog ^_^

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
Apprezzo molto le tue parole, apprezzo molto molto anche le scuse,ma no servivano. :) Dico davvero, l'importante è che superato il primo impatto siamo riusciti a capirci. Inoltre tu hai agito per passione ed è una cosa che apprezzo moltissimo. Credo che in definitiva la nostra discussione abbia arricchito entrambi, mi scuso anch'io per qualche ruvidezza iniziale
Via mail va benissimo, trovi la mail qui sopra nel modulo"Contatti & Disclaimer"
Un grande abbraccio.

Arwen Lynch ha detto...

oh perfetto, a giorni ti arriva qualcosa xD

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
Tra parentesi lo sai che una Arwen Lynch- Poe esiste davvero in America?

SamSimon ha detto...

Di Braidwood lo sapevo perché per la mia attuale maratona The X-Files mi sto documentando in posti dove so di poter evitare spoiler! Degli altri due non sapevo, comunque queste storie sono molto affascinanti. Tipo la leggenda che Mel Gibson fu preso da Miller per fare Mad Max perché aveva accompagnato un amico all'audizione, aveva fatto una rissa la sera prima e aveva un occhio nero, Miller lo prese per fare un villain, e poi quando lo vide sano disse "lui è Max!". Molto probabilmente una leggenda, ma bellissima!

Nick Parisi. ha detto...

@ SamSimon
Bellissimo racconto! Ignoravo questo aneddoto su Mel Gibson, sarebbe bello se fosse vero, magari è solo una leggenda, ma se fosse realmente accaduto accrescerebbe il fascino del grande schermo.

Arwen Lynch ha detto...

@Nick Parisi Dai davvero?
Comunque ti ho mandato un articolo (non è una recensione, ho voluto esplicare meglio cosa ha significato personalmente per me Fuoco Cammina con Me e soprattutto perché è stato così importante per la mia formazione di cinefila) controlla, e aggiusta se c'è qualche errore, poi puoi anche pubblicarlo, magari inserendo un link che vada alla fabbrica se ti va xD

Nick Parisi. ha detto...

@ Arwen Lynch
Lunedì pubblico il tuo post.

Arwen Lynch ha detto...

Benissimo :*

Ricordando il passato

Ricordando il passato
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...